Contro Pesaro le Aquile non la spuntano al tie break

Contro Pesaro le Aquile non la spuntano al tie break
Festeggiamenti Volley Pesaro

Nel turno infrasettimanale di mercoledì 6 aprile si gioca la penultima giornata della Regular Season di A2. Forlì e Soverato si osservano da lontano, nell’attesa di incontrarsi domenica 10 aprile al PalaRomiti. Mentre le calabresi sono impegnate in casa contro Caserta che lotta per mantenere un posto ai playoff promozione, Forlì gioca a Pesaro, una trasferta agevole come chilometraggio ma ad alto contenuto tecnico ed emozionale.
Le due formazioni si sono già incontrate quattro volte quest’anno e Forlì ha sempre avuto la meglio, ma questa sera la partita avrà sicuramente un andamento diverso dalle precedenti. Pesaro è infatti in questo momento forse la squadra più in forma del campionato, artefice di una straordinaria rimonta che l’ha portata a diventare la quarta forza del campionato.
Forlì non vuole e non deve lasciare nulla sul campo perché anche un solo set alla resa dei conti potrebbe fare la differenza.
Coach Vercesi torna da avversario nel palazzetto di Pesaro che ben conosce per avervi allenato quattro anni dal 2006 al 2010 (come aiuto e primo allenatore, vincendo 3 campionati, una Coppa Italia, una Coppa CEV) e per questo avrà un motivo in più per emozionarsi. Alla vigilia aveva dichiarato: “Pesaro è una squadra giovane, ben organizzata, che difende bene e sbaglia pochissimo. Sia per noi che per loro, sarà come una finale”.
Unica ex in campo della partita Laura Saccomani che a Pesaro giocò dal 2009 al 2012 e vinse anche uno scudetto (2008-2009) proprio sotto la guida di Angelo Vercesi.

LA PARTITA
Anche a Pesaro coach Angelo Vercesi schiera in campo lo starting six titolare, composto da: Balboni alla regia, Smirnova opposto, Saccomani e Aguero in attacco, Strobbe e Assirelli centrali, con Gibertini e Ferrara nel ruolo di libero.
Dal lato opposto Matteo Bertini dispone sul taraflex: Di Iulio al palleggio, Mezzasoma opposto, Liliom e Arciprete in attacco, Mastrodicasa e Sestini centrali, con Ghilardi libero.
Partono all’arrembaggio le Aquile (0-4) e incrementano il loro vantaggio nella prima parte del set (3-9). Ma Pesaro non ci sta, assottiglia il distacco e ritrova la parità (11-11). Al tempo tecnico le marchigiane sono avanti di un punto. Le Aquile devono reagire in fretta per superare il momento complicato, ma Pesaro spinge sull’acceleratore e avanza (15-12). Dimostrando grande carattere Forlì riporta il set in equilibrio (15-15). Mentre Pesaro impone il suo gioco (19-16) dalla Calabria giunge la notizia che Soverato ha perso il primo set contro Caserta. Le Aquile allora reagiscono e guidate da Smirnova si riportano in parità (20-20). Di nuovo Pesaro tenta l’allungo ma Forlì non molla (23-23). In un finale al cardiopalmo le Aquile mantengono lucidità e con freddezza concludono 24-26.
Il primo punto del secondo set è appannaggio delle marchigiane. Dopo il momentaneo pareggio di Forlì, le pesaresi incalzano (4-1), ben determinate a mostrare quanto valgono (8-5). Si va al tempo tecnico con Pesaro avanti di tre lunghezze (12-9), un vantaggio che viene annullato da Forlì che ritrova momentaneamente la parità sul punteggio di 14 a 14. Ora è Pesaro a salire in cattedra e ad allungare (18-14). Le Aquile reagiscono con veemenza e si riportano sotto (20-19). Il finale del set è però a favore delle padrone di casa che alla fine si impongono 25-20.
Inizia il terzo set in equilibrio (3-3). Le ragazze di Vercesi spingono al centro con Assirelli e Strobbe (3-6). Pesaro riagguanta la parità (6-6) e tenta l’affondo (9-6). Al tempo tecnico il punteggio è di 12 a 8 per le marchigiane. Nella parte centrale del set Pesaro amministra il vantaggio (19-15). Aguero riprende il servizio (21-17) mentre da Soverato giunge la notizia che le calabresi, dopo aver vinto il secondo, hanno ceduto a Caserta il terzo set. Ma nulla possono le Aquile e Pesaro si aggiudica anche la terza frazione con lo stesso punteggio della seconda: 25-20.
Nel quarto set le Aquile si ricompattano e partono avanti (1-3). La prima parte del set è completamente a favore di Forlì (3-10) che, al time out ha addirittura otto punti di vantaggio (4-12). Alla ripresa del gioco l’andamento non cambia, anzi Forlì allunga (6-16). Sembra incredibile che Pesaro sia riuscita a strappare in precedenza due set alle Aquile. Il divario in campo è tale che il set si chiude in 21 minuti sul punteggio di 25 a 10.
Anche in Calabria, nel frattempo, Soverato ha vinto il quarto set contro Caserta.
Si va al tie break, per la Volley 2002 è la sesta volta in questa stagione. I primi scambi sono equilibrati (2-2). La Volley 2002 prende due lunghezze di vantaggio (4-6) che vengono annullate da Pesaro (7-7). Al cambio campo Forlì è avanti di un punto (7-8). Ora è solo questione di nervi e di carattere. Forlì dimostra di avere entrambi (9-12), ma Pesaro non molla (11-12) e lotta fino in fondo (13-13), portandosi avanti. Forlì vanifica il primo e il secondo match ball marchigiano, ma al terzo tentativo Pesaro ha la meglio (17-15) e fa suo il risultato.
Intanto anche a Soverato la partita è terminata al tie break col successo di Caserta. Alla luce di questi due risultati, lo scontro tra le prime due della classifica che si disputerà domenica prossima al PalaRomiti diventa determinante, anche se va detto che alla Volley 2002 Forlì basterà vincere un solo set per ottenere la promozione diretta in A1.

LE DICHIARAZIONI
Al termine dell’incontro, l’allenatore della Volley 2002, Angelo Vercesi, ha dichiarato: “Complimenti alle avversarie di questa sera, onestamente va detto che hanno meritato il successo. In campo hanno confermato il buono stato di forma attuale. Noi siamo partiti bene e loro erano un po’ tese, poi anche se si sono riprese siamo riusciti a vincere il primo set. Ma nei due set successivi non hanno mollato. Pesaro è una squadra che sta giocando bene e noi non sempre abbiamo tenuto in campo l’atteggiamento giusto. Lo dimostra il quarto set, in cui abbiamo dominato vincendo 25 a 10. Domenica, contro Soverato, ci basterà vincere un set, ma noi vogliamo vincere la gara. Per farlo dovremo mettere in campo tutta la grinta che abbiamo, in ogni istante della partita, e mettere in pratica tutto ciò che sappiamo fare. Grazie a Dio dipende solo da noi”.

MYCICERO PESARO – VOLLEY 2002 FORLÌ: 3-2 (24-26, 25-20, 25-20, 10-25, 17-15)
Arbitri: Maurizio Merli e Fabio Toni.
Durata set: 34’, 28’, 26’, 21’, 22’; tot. 131’.

MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 14, Bordignon 1, Zannini (L), Sestini 13, Ghilardi (L), Di Iulio 1, M’Bra 10, Arciprete 15, Mezzasoma 7, Liliom 20, Di Marino . Non entrate: Babbi.
All. Matteo Bertini. Vice Luigi Portavia.
Muri 10, ace 6, battute sbagliate 10, errori ricez. 2, ricez. pos 62%, ricez. perf 43%, errori attacco 25, attacco 35%.

VOLLEY 2002 FORLÌ: Smirnova 19, Ventura 3, Ceron, Balboni 4, Bonciani, Strobbe 9, Guasti, Gibertini (L), Saccomani 8, Ferrara (L), Aguero 18, Assirelli 6, Klimovich.
All. Angelo Vercesi. Vice Michele Briganti.
Muri 10, ace 2, battute sbagliate 7, errori ricez. 5, ricez. pos 49%, ricez. perf 36%, errori attacco 13, attacco 30%.

PROSSIMO TURNO DI CAMPIONATO
Per la tredicesima e ultima giornata del girone di ritorno del Campionato di Pallavolo Femminile Serie A2, domenica 10 aprile 2016, alle ore 18.00, la Volley 2002 ospiterà al PalaRomiti la Volley Soverato.

Ti potrebbe interessare anche...