Ravenna. Porto Fuori. In autunno una mostra con la presentazione virtuale dell’antica chiesa di Santa Maria.

Ravenna. Porto Fuori. In autunno una mostra con la presentazione virtuale dell’antica chiesa di Santa Maria.
Chiostro Museo Ravenna

RAVENNA. Il Mar, Museo d’arte della città di Ravenna, ospiterà durante il periodo autunnale una mostra a cura di Alessandro Volpe, professore al dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna, dedicata alla chiesa di Santa Maria in Porto Fuori, distrutta da un bombardamento alleato il 5 novembre 1944.

Il progetto culturale, dal titolo “Ricordi Santa Maria in Porto Fuori?”, oltre a presentare una ricostruzione virtuale dell’antica chiesa realizzata dal dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna (campus di Ravenna) prevede anche l’apporto della comunità locale: all’interno della mostra sarà infatti visibile un filmato dedicato ai cittadini che ancora conservano un ricordo della chiesa o della sua distruzione, ideato da Alessandro Volpe, di Elena Pirazzoli dell’Università di Bologna, per la regia di Fabrizio Varesco. Si cercano quindi ricordi personali, fotografie di famiglia e testimonianze sulla chiesa prima e dopo la sua distruzione.

Chiunque voglia contribuire può farlo contattando l’organizzazione attraverso l’ufficio Iat, piazza San Francesco 7, tel. 0544.35404/35755, email  iatravenna@comune.ra.it. Per promuovere tale ricerca è stata stampata una cartolina.

‘Da un episodio drammatico di oltre settant’anni fa quale fu la distruzione della chiesa di Santa Maria in Porto Fuori – ha sintetizzato il senso del progetto l’assessora alla Cultura Ouidad Bakkali questa mattina in municipio durante la sua presentazione nel corso di una conferenza stampa – nasce un momento di condivisione, ricerca e ricostruzione, di valenza scientifica da un lato, grazie all’apporto dell’Università, e sociale dall’altro. Chiediamo infatti ai cittadini di Porto Fuori di cercare nei loro album di famiglia e nella loro memoria tracce della chiesta di Santa Maria in Porto Fuori e dei ricordi che li legano a essa’.

Il progetto è realizzato da Comune di Ravenna, Museo d’arte della città, Alma Mater Studiorum Università di Bologna – campus di Ravenna e Istituzione biblioteca Classense, con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Oltre a Bakkali, alla conferenza stampa sono intervenuti la direttrice del Mar Maria Grazia Marini, il professor Alessandro Volpe, Elena Pirazzoli dell’Università di Bologna, il regista Fabrizio Varesco, il presidente del consiglio territoriale Darsena Salvatore Goddi, Patrizia Bianchetti e Ivan Corbari dell’associazione ‘Fra Ravenna e il mare’ di Porto Fuori.

 

Ti potrebbe interessare anche...