Ravenna. All’Alighieri il Turandot di Opera Domani per l’ultimo appuntamento di ‘A scuola in teatro’.

Ravenna. All’Alighieri il Turandot di Opera Domani per l’ultimo appuntamento di ‘A scuola in teatro’.
Opera Domani Turandot (ph Giulia Vergara)

RAVENNA. Turandot di Opera Domani per l’ultimo appuntamento di ‘A scuola in teatro’
Teatro Alighieri 19 e 20 aprile:
- recite in orario scolastico alle 9.15 e 11.15
- recite serali aperte alle famiglie e al pubblico alle 20.30

Turandot, principessa falena’, nella riduzione musicale di Enrico Minaglia con la regia di Silvia Paoli, è il nuovo spettacolo di Opera Domani che conclude martedì 19 e mercoledì 20 aprile la Stagione ‘A scuola in teatro’ dell’Alighieri: quattro le recite al mattino in orario scolastico (9.15 e 11.15) a cui si aggiungono le due repliche in orario serale (20.30) aperte al pubblico. Opera domani, il progetto educational per il pubblico giovane di AsLiCo diventato oramai un format di successo, festeggia quest’anno il 20esimo compleanno continuando a suscitare l’entusiasmo sempre crescente di studenti, insegnanti e famiglie grazie ad una modalità partecipativa che consente ai più giovani di vivere lo spettacolo da protagonisti. Un itinerario educativo che consegna ai ragazzi gli strumenti adeguati per scoprire la narrativa prima in classe e poi in scena, catapultandoli, grazie a diversi momenti di interazione diretta, nel cuore del complesso e affascinante capolavoro di Giacomo Puccini.

La trama. Turandot potrebbe essere farfalla e invece è una falena, scura e sinistra, che si muove solo di notte e che ancora non riesce a staccarsi dal suo bozzolo, è legata alla crisalide, all’idea di vendetta come fedeltà all’antenata.  L’irrompere dell’umanità è rappresentato dall’arrivo di Calaf, suo padre Timur e la schiava Liù; sono normali, dove normalità porta con sé il senso positivo di umanità, di movimento, d’azione. Liù è la salvezza, colei che veramente porta l’amore, è il bastone e la guida del vecchio Timur (cieco, un po’ come il cieco amore che un padre porta ad un figlio). Il candore di Liù lascia tutti sconvolti, non è la risoluzione degli enigmi che cambia Turandot, ma il sentimento che porta in campo la schiava fedele. Questo permette lo scioglimento, e scenicamente il dissolversi dei “bozzoli in scie di colori. Anche Turandot, prima stretta da fasce e drappi, si svolge, rivelando un animo colorato, il cuore della farfalla.  Così il coro della platea può a sua volta esplodere, come un campo di fiori o farfalle colorate e coccinelle, coleotteri, libellule. Finalmente possono tornare di nuovo ragazzi.

Biglietti: posto unico numerato 10 euro, ridotto (under 14) 5 euro. Info e prevendite 0544 249244 – www.teatroalighieri.org

Ti potrebbe interessare anche...