Ravenna. Premiati i vincitori della prima edizione del Concorso Internazionale di Composizione ‘Mariani-Pratella’.

Ravenna. Premiati i vincitori della prima edizione del Concorso Internazionale di Composizione ‘Mariani-Pratella’.
Premiazioni concorso mariani pratella

RAVENNA. Ha avuto luogo nei giorni scorsi nella Sala Corelli del Teatro Alighieri (con inizio alle 12,45), la premiazione dei vincitori della prima edizione del Concorso Internazionale di Composizione ‘Mariani-Pratella’, svoltasi nell’autunno scorso nell’ambito delle attività dell’Istituto Superiore di Studi Musicali ‘Giuseppe Verdi’. I premi sono stati assegnati, nell’ordine, a Danilo Luigi Comitini, Elena Maiullari e Paolo Geminiani. Del primo è stata eseguita la composizione vincente Morte e sole. Si sono poi aggiudicati la Menzione d’onore Alessio Domini e Fabio De Sanctis De Benedictis.

Nel corso della manifestazione sono intervenuti il direttore dell’ ISSM ‘Verdi’, prof. Andrea Patrignani, il vicesindaco Giannantonio Mingozzi e l’assessore Ouidad Bakkali. Della commissione esaminatrice sono stati componenti Cristina Mazzavillani Muti (presidente onorario), Yuri Kasparov (presidente), Claudio Ambrosini, Giuseppe Giuliano, Francesco Maria Paradiso, Marco Titotto e Franco Perfetti (all’epoca direttore dell’Istituto).

Il progetto di questo concorso di composizione s’inserisce in un insieme di attività e offerte musicali ricco e stimolante, che colloca l’Istituto ravennate in un ruolo protagonista anche in tutte quelle iniziative che vanno al di là delle sue finalità istituzionali, rappresentate appunto dalla didattica e formazione musicale dei giovani musicisti.

L’esecuzione di Morte e sole di Comitini è stata affidata ad un ensemble formato da docenti dell’Istituto integrato da una ex allieva ora professionista, e diretto dal docente di Esercitazioni orchestrali, Marco Titotto. I docenti sono Vanni Montanari (flauto), Mirco Ghirardini (clarinetto basso), Giovanni Lucchi (corno), Luca Falasca (violino), Luciano Bertoni (viola), e la violoncellista Veronica Fabbri.

 

Ti potrebbe interessare anche...