Ravenna. Incubatore Darsena: il 16 giugno apre Colabora, 20 start up concorrono per i 4 spazi a disposizione.

Ravenna. Incubatore Darsena: il 16 giugno apre Colabora, 20 start up concorrono per i 4 spazi a disposizione.
colabora incubatore darsena ravenna

RAVENNA. Lunedì 16 maggio nel cuore della Darsena si aprirà il portone dell’ex Dogana per ospitare le prime quattro start up di giovani imprenditori selezionate attraverso Colabora, il progetto nato per incentivare l’avvio e lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi.

Situato fra via Magazzini anteriori e via D’Alaggio, l’edificio di proprietà comunale che fungerà da incubatore è stato ristrutturato e sta per essere attrezzato e arredato in modo adeguato, con i necessari strumenti di lavoro (connessione Internet, stampante, fotocopiatrice, telefono etc) a seguito di un intervento di ristrutturazione a carico dell’ente.

Insieme con la Fondazione Enrico Mattei (Feeem), con il supporto di Fondazione Flaminia, Provincia e Camera di Commercio, e la più recente collaborazione di Federmanager Ravenna, il Comune ha realizzato le varie fasi progettuali. Tra queste, l’avviso pubblico (scaduto il 15 febbraio), rivolto alle start up, che ha visto 25 manifestazioni di interesse: il Comitato Scientifico ne ha selezionato 20, impegnate nel  percorso formativo gratuito di 40 ore, a cura della Feeem, che si chiuderà venerdì prossimo al Palazzo dei Congressi con al presentazione pubblica delle idee sviluppate durante la formazione. Dalla valutazione delle loro proposte imprenditoriali  verranno designate le 4 start up che alloggeranno nell’incubatore Colabora,  avvalendosi anche della consulenza aziendale delle società  Centuria, Ethic e Kireko. Le tre imprese hanno partecipato insieme alla gara pubblica indetta dal Comune, aggiudicandosi il servizio.

Questa mattina il sindaco Fabrizio Matteucci insieme con gli assessori Massimo Cameliani e Roberto Fagnani hanno visitato l’edificio.

‘Con l’apertura dell’incubatore Colabora – dichiara l’assessore alle attività produttive Massimo Cameliani – si aprirà una fase nuova per l’imprenditoria giovane e innovativa che, nel tempo contribuirà a rivitalizzare il tessuto produttivo del nostro territorio. Quello che stiamo portando a termine è il frutto di una operazione di alto profilo che ha visto il Comune in prima linea attivarsi per una sede idonea e attrezzata, e nel coordinamento dei diversi soggetti che hanno contribuito fin dall’inizio e di quelli, come le associazioni di categoria che stanno dimostrando interesse alla realizzazione di questo progetto e all’espansione di queste nuove forme di lavoro. Ringrazio tutti i partner che ci hanno consentito di coronare l’obiettivo di dare spazio alla creatività dei giovani e auguro alle start up un concreto sviluppo’.

Ecco le 20 start up selezionate e concorrenti per l’aggiudicazione delle 4 postazioni: DELFINI BIZANTINI, UN TUFFO NELLA NATURA Progetto dedicato al turismo naturalistico e sostenibile, ed all’educazione ambientale dei bambini in età scolare (6 – 11 anni); CASALEMILIO  CENTRO NORVEGESE STUDI MUSICALI Centro studi per attività di ricerca ed interscambio culturale fra Italia e paesi scandinavi; TRESIS TRADUZIONE Traduzioni, interpretariato e corsi di lingua, con alcune novità; FIND MY ARTIST Una progetto per aiutare artisti emergenti o di media fama a mostrare il loro talento; TYFFER Una piattaforma per la promozione, le offerte e il last minute; APPTATOO Tatto temporanei grazie all’abbronzatura; TEODORA GREEN Una proposta per rispondere alla crescente domanda energetica con un sistema aperto, economico e utilizzabile su larga scala; GETCOO Un progetto digitale per la valorizzazione e la divulgazione di contenuti legati al patrimonio culturale; EDITORIA MULTIMEDIALE Una casa editrice digitale per la promozione culturale, artista e turistica; STAY IN RAVENNA Nuove forme di ospitalità, di alloggio e lavoro, seguendo l’esempio di altri paesi europee; WELCOME DOG Piattaforma turistica pet-friendly; LOOKING ON Un progetto per e con la fotografia: archivio, mostre, workshop, corsi, scambi; BEACH TOGETHER La tecnologia web al servizio del turismo balneare; THE SOCIAL TABLE Un servizio per la prenotazione di un appuntamento al buio a tavola; DIAMO UNA MANO Un’app per segnalare le criticità del tessuto urbano; LA FACTORYA Uno spazio condiviso per artigiani e artisti; SOGNI D’AUTORE Organizzazione eventi e matrimoni; DEFROST STUDIO Un servizio di comunicazione completo in grado di muoversi su più fronti; G-POIN Il progetto nasce con l’intenzione di offrire un punto di interesse e di richiamo per gli appassionati di un’attività ludico-sportiva che offre un mercato di appassionati in costante espansione; LINE UP Un impianto sportivo/ricreativo dedicato agli amanti del surf e degli altri sport acquatici.

I costi
Il progetto ha un costo complessivo di 604.000 euro, di cui  una metà  circa utilizzati per la ristrutturazione e l’allestimento dei locali e una metà per i costi di funzionamento (supporto alle start- up etc.) e promozione dell’incubatore per un periodo di due anni. Il progetto è finanziato dal Comune per 309.496 euro (di cui contributo di eni in base accordo triennale di 147.000 euro) e dalla Regione Emilia Romagna sulla misura  5.1 del Programma Triennale Attività Produttive 2012-2015 per 294.871 euro. Per ulteriori informazioni:   www.colaboravenna.it    www.comune.ra.it Area Economia e Territorio- Unità Giuridica e Amministrativa: tel. 0544 482288

Ti potrebbe interessare anche...