Gabicce-Gradara. A Senigallia il Gabicce Gradara cade per 3 a 1 contro il Miciulli Senigallia.

Gabicce-Gradara. A Senigallia il Gabicce Gradara cade per 3 a 1 contro il Miciulli Senigallia.
Foto-Gabicce-Gradara

GABICCE-GRADARA. Al Bianchelli di Senigallia va in scena la semifinale tra Miciulli Senigallia e Gabicce Gradara valevole per il titolo regionale, ad avere la meglio sono stati i padroni di casa che si sono imposti sugli adriatici, dopo un primo tempo a reti bianchi, per 3 a 1. Partita piacevole ben giocata da entrambe le formazioni con un avvio di match griffato rossoblu: al 10′ punizione corta di Amadei per l’inserimento di Tebaldi che impatta di poco fuori, rispondono i locali un minuto dopo con l’inzuccata di Rasicci che trova di fronte un reattivo Palazzi. Al 20′ Amadei ci prova ancora da calcio piazzato, la sfera si impenna di pochissimo, mentre al 29′ il colpo di testa di Coppa fa la barba al palo. Sul tramonto di primo tempo il Gabicce Gradara resta in dieci uomini per l’espulsione di Arduini, per lui rosso diretto per proteste, assenza che peserà non poco nella seconda frazione che si apre con la rete del Miciulli Senigallia al 3′ minuto ad opera di Rasicci che insacca con un potente sinistro dai 40 metri sotto l’incrocio. Episodio da moviola qualche minuto più tardi su Rossi, trattenuto in area, il guardalinee ravvisa l’irregolarità ma si riparte dalla punizione fuori area per i locali. Al 16′ nuovamente a segno i nerazzurri con il siluro di Marini che sorprende la difesa ospite. Al 31′ il Gabicce Gradara accorcia le distanze con il penalty messo a segno di Muratori, poi c’è il palo di Lavanna al 34′ che fa gridare al gol. Le squadre si allungano e chiudere tutti gli spazi diventa complicato per gli ospiti, c’è lavoro per Palazzi che è bravo a disinnescare prima il tiro di Baldarelli, poi quello di Chicco, ma nulla può sul finale di gara dinnanzi alla conclusione ravvicinata di Rossetti che chiude la contesa sul 3 a 1.

 

Ti potrebbe interessare anche...