Cesena. Il progetto per la nuova sede del commissariato nell’area Caps ha avuto una decisa accelerazione.

Cesena. Il progetto per la nuova sede del commissariato nell’area Caps ha avuto una decisa accelerazione.
Polizia di Stato. Immagine di repertorio.

CESENA. Potrebbero partire nel 2017 i lavori per la nuova sede del Commissariato  all’interno dell’area del Caps. La conferma di una decisa accelerazione dell’iter è arrivata nel corso della riunione del tavolo tecnico svoltasi oggi in Prefettura. All’incontro, a cui per il Comune di Cesena ha partecipato il Sindaco Paolo Lucchi, erano presenti, oltre al Prefetto Fulvio Rocco de Marinis, il Questore Salvatore Sanna, i rappresentanti del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per la Lombardia e l’Emilia-Romagna, quelli del Servizio Tecnico Logistico e Patrimoniale della Polizia di Stato ‘Lombardia-Emilia-Romagna’ e del CAPS. E tutti hanno confermato l’esigenza di porre la realizzazione del nuovo Commissariato di Cesena tra le priorità.

Non solo: esiste già un progetto di massima predisposto dall’Ufficio Tecnico di Milano, che prevede l’abbattimento di una palazzina all’interno del CAPS per realizzare al suo posto un nuovo edificio di 1.800 metri quadri destinato ad accogliere, per l’appunto, il Commissariato. Per completare l’intervento si stima un tempo di due anni e il costo previsto per l’intervento è di 2.400.000 euro e la somma risulta già inserita nel bilancio 2016 dell’Agenzia del Demanio, titolare dell’area in questione. Per mettere in moto  le procedure necessarie all’avvio del cantiere,  ora è indispensabile attendere la firma della convenzione fra l’Agenzia del Demanio e il Provveditorato per le Opere Pubbliche.

‘Sulla base della tempistica illustrataci questa mattina – riferisce il Sindaco Lucchi -  la convenzione  dovrebbe essere sottoscritta nel gennaio 2017. Ma tenuto conto delle condizioni di forte disagio in cui opera il Commissariato di Cesena e del fatto che le risorse sono già disponibili, ho ritenuto opportuno verificare la possibilità di accorciare i tempi. Mi sono così rivolto direttamente al Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi che solo pochi giorni fa, in un incontro con l’onorevole Lattuca, aveva assicurato la totale collaborazione della sua Agenzia per favorire la conclusione del procedimento. Nella lettera che gli ho inviato (e che, per conoscenza ho trasmesso anche al Prefetto Rocco De Marinis, al Questore Sanna, all’onorevole Lattuca e alla senatrice Valdinosi) ho chiesto al dottor Reggi di verificare se esistano le condizioni tecniche per anticipare i tempi di sottoscrizione della convenzione alla seconda parte del 2016′.

‘La volontà di fare presto – rimarca il Sindaco Lucchi – è strettamente legata all’impegno di potenziare gli strumenti per la tutela della sicurezza nella nostra città. Da tempo avevamo indicato la necessità di provvedere a nuove sedi più adeguate sia per la Polizia, che per i Carabinieri e per la Polizia Municipale e ci siamo mossi di conseguenza, in linea anche con le indicazioni impartite dal Ministero degli Interni. Infatti, come ricordò lo stesso Questore Sanna intervenendo alla seduta congiunta delle commissioni consiliari del 9 dicembre, la normativa prevede che in una città delle dimensioni di Cesena le Forze di Polizia vengano ubicate in posizione opposta una rispetto all’altra, per garantire una migliore presenza sul territorio. E se riuscissimo a realizzare la nuova sede del Commissariato in tempi vicini a quelli già previsti per la nuova Caserma dei Carabinieri la nostra città metterebbe le forze dell’ordine nelle condizioni migliori per operare a tutela dei cittadini’.

Ti potrebbe interessare anche...