Romagna. Salute in corsia. Ieri la giornata Mondiale sull’Igiene delle mani.

Romagna. Salute in corsia. Ieri la giornata Mondiale sull’Igiene delle mani.
Igiene mani ospedale Santarcangelo

ROMAGNA.IERI, 5 maggio, la Giornata Mondiale sull’Igiene delle Mani, dedicata a celebrare l’importanza di tale pratica nell’ambito sanitario sia per gli operatori sia per i cittadini. Le pratiche per l’igienizzazione delle mani rientrano fra i sistemi di monitoraggio delle buone pratiche assistenziali utili a garantire la sicurezza dei pazienti e ad 11 anni dalla prima campagna di sensibilizzazione – intitolata ‘Save lives: Clean your Hands’ promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, cui sono seguite importanti campagne della Regione Emilia Romagna – molti passi avanti sono statti fatti, in tutti i presidi romagnoli. Solo per citare l’esempio più significativo, come noto l’Ospedale “Infermi” di Rimini si è aggiudicata il riconoscimento europeo per l’applicazione di tali buone pratiche.

Ma non per questo la guardia può essere abbassata. Perciò questa mattina in tutti e cinque gli ospedali della provincia di Rimini sono state svolte iniziative di sensibilizzazione a cura degli infermieri esperti nel rischio infettivo. Gli stand, presso i quali erano disponibili campioni di gel idroalcolico, oltre che materiali informativi e gadget, sono stati attivi dalle ore 8 alle ore 14. All’Ospedale “Franchini” di Santarcangelo dalle ore 8 alle ore 9,30 avrà luogo la presentazione di un video sul tema creato dall’Unità Operativa Post Acuti di quello specifico Ospedale; all’Ospedale Infermi di Rimini presso il Piano Rialzato della scala A avrà luogo una “staffetta” tra tutte le unità operative, che in mezz’ora di tempo illustreranno come ognuna, nello specifico, ha messo in atto le buone pratiche per l’igiene delle mani, presentando anche i numerosi materiali e gadget. Ad esempio portachiavi, bandierine, pensierini scritti su foglietti (ad esempio “Contro l’influenza? Igiene delle mani a sufficienza” e così via…) che venivano consegnati alle persone che passavano in ospedale invitandole a provare a disinfettarsi le mani usando il dispenser, per mostrare che bastano davvero pochi secondi.

Ti potrebbe interessare anche...