Santarcangelo. La bellezza partecipata al centro degli incontri organizzati da comune e Cittàslow.

Santarcangelo. La bellezza partecipata al centro degli incontri organizzati da comune e Cittàslow.
Convegno città slow Santarcangelo

SANTARCANGELO. Le città del buon vivere, il valore della partecipazione attiva dei cittadini, la toccante testimonianza di Antonio Vassallo: si è conclusa la due giorni di incontri organizzata da Comune e Cittaslow

Le città del buon vivere, il valore della partecipazione attiva dei cittadini, la toccante testimonianza di Antonio Vassallo nel ricordare il padre Angelo, sindaco di Pollica ucciso nel 2010: la due giorni di iniziative organizzate da Amministrazione comunale e Cittaslow attorno ai temi della bellezza partecipata, del paesaggio e dell’etica si è concluso ieri pomeriggio al Lavatoio con l’intervento di numerosi ospiti.

Il direttore di Cittaslow International Pier Giorgio Oliveti, nel sottolineare le caratteristiche e i requisiti delle città che entrano a far parte del circuito del buon vivere perché capaci di distinguersi per quanto riguarda rete delle piste ciclabili, partecipazione, raccolta differenziata, dimensione delle aree pedonalizzate, ec., ha illustrato alcune esperienze di città italiane e straniere dove in alcuni casi (come ad esempio in Portogallo) Cittaslow è diventata addirittura materia di studio nelle scuole. Come avviare un percorso partecipativo e promuovere la consapevolezza e quali tecniche utilizzare per favorire il processo decisionale sono invece gli argomenti affrontati da Monia Guarino, esperta in sviluppo di comunità che ha portato alcuni esempi di partecipazione maturati nelle zone terremotate dell’Emilia. Tomas Cenni, assessore al Turismo del Comune di Castel San Pietro Terme, si è invece soffermato sulla necessità di un coordinamento ancora più ampio affinché le città del circuito del buon vivere possano condividere anche le scelte in campo urbanistico e scolastico e più in generale delle buone pratiche, mentre l’assessore alla Qualità ambientale e Sviluppo sostenibile Pamela Fussi è intervenuta per ricordare le numerose iniziative avviate dal Comune di Santarcangelo per favorire la partecipazione: da ‘Fare bene’ per promuovere la cura del verde a ‘Era un parcheggio’ per la progettazione dell’ex area di sosta di fronte al cortile della scuola elementare Pascucci, fino al bilancio partecipato e al progetto ‘Primo viaggio intorno a…’, l’iniziativa che ha visto il coinvolgimento delle scuole elementari sulla storia e l’identità delle frazioni. Il deputato Tiziano Arlotti ha poi sottolineato quanto resti importante per la politica il legame con il territorio anche a fronte dei cambiamenti sociali che permettono oggi a chiunque di seguire attraverso il web l’attività di amministratori locali e parlamentari.

Infine Antonio Vassallo ha ricordato la passione e l’impegno civile del padre come sindaco di Pollica:   un’esperienza straordinaria, ha aggiunto, che sta proseguendo con gli attuali amministratori comunali. In occasione della proiezione del film “Il sindaco Pescatore” di Maurizio Zaccaro che si è tenuta giovedì al Supercinema (replicato venerdì mattina anche per otto classi degli istituti Molari ed Einaudi), Angelo Vassallo ha chiesto che sia fatta giustizia su un delitto che a sei anni di distanza non ha ancora colpevoli.

‘Sono diversi i punti in comune fra Pollica e Santarcangelo’, ha detto il sindaco Alice Parma al termine della proiezione del film su Vassallo. ‘La qualità della vita, l’attenzione e la difesa del territorio, il riuso dei materiali, l’appartenenza al circuito Cittaslow. Ma prima ancora di queste caratteristiche che contraddistinguono le nostre città c’è la questione etica che noi amministratori dobbiamo sempre tenere ben presente, una questione che ha a che fare prima di tutto con la correttezza amministrativa e il rispetto delle leggi. Per questi motivi e per  il valore della sua testimonianza ringrazio Antonio Vassallo, che ha raccolto il nostro invito a partecipare a questa due giorni di incontri’.

Soddisfatta per l’esito dell’iniziativa l’assessore al Turismo di Santarcangelo Paola Donini: ’Il confronto avviato con ‘La bellezza partecipata’ sui temi della partecipazione attiva, della responsabilità, del coraggio delle scelte e del ruolo della politica è risultato particolarmente positivo, tanto che l’appuntamento potrebbe diventare annuale in accordo con il direttore di Cittaslow Oliveti’.

Sempre in tema di partecipazione, oltre 60 persone hanno preso parte nel tardo pomeriggio di ieri (venerdì 6 maggio), al picnic organizzato dal gruppo di cittadini che si sono dedicati all’area verde di via Daniele Felici all’interno del percorso Fare Bene. Un momento di convivialità assieme alle famiglie del quartiere per vivere il parco e immaginare il suo utilizzo futuro.

 

Ti potrebbe interessare anche...