Forlì. Un aiuto per le famiglie dei malati di Alzheimer: accordo a più voci per garantire la sicurezza tramite il localizzatore GPS.

Forlì. Un aiuto per le famiglie dei malati di Alzheimer: accordo a più voci per garantire la sicurezza tramite il localizzatore GPS.
Foto accordo GPS Alzheimer

FORLI’. E’ stato stipulato Giovedì 28 Aprile 2016 a Forlì, un accordo di rete per garantire ai familiari dei malati di Alzheimer un aiuto concreto di fronte a episodi di scomparsa del malato disorientato.

Il 21 Settembre 2015 era già stato sottoscritto a Roma un importante protocollo di intesa tra il Ministero dell’Interno, il Ministero della Salute, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Commissariato straordinario del Governo per le Persone scomparse per garantire la collaborazione, il coinvolgimento e il coordinamento delle realtà pubbliche, private e delle organizzazioni del terzo settore per la ricerca e il soccorso delle persone affette da patologie neuro-degenerative.

Dopo il 21 Settembre 2015 la Prefettura di Forlì-Cesena si è impegnata attivamente per coordinare un’ importante intesa tra tante realtà del territorio. Sono infatti stati coinvolti, oltre alla Prefettura,  i Comuni di Forlì e Cesena, l’AUSL Romagna, le Unioni dei Comuni della Romagna Forlivese, della Valle del Savio e Rubicone mare. Oltre a queste istituzioni pubbliche hanno partecipato all’accordo anche tre realtà del volontariato del nostro territorio: l’Associazione C.A.I.M.A. (familiari di malati ai Alzheimer di Cesena), l’Associazione Penelope Emilia-Romagna (amici e familiari persone scomparse) e l’Associazione La Rete magica di Forlì (familiari di malati ai Alzheimer e Parkinson di Forlì).

Il protocollo d’intesa prevede la fornitura ai malati di Alzheimer di un  localizzatore GPS, in grado di rendere rintracciabile in pochi minuti la persona che lo porta. I pazienti, circa un centinaio inizialmente, saranno scelti con criteri di eleggibilità definiti dall’AUSL tramite i Consultori per la memoria e i disturbi cognitivi.

Sarà successivamente l’Associazione C.A.I.M.A. (con sede in via Gadda, 120 a Cesena) a farsi carico di fornire o organizzare la consegna del dispositivo all’utente finale in entrambi i distretti Cesena – Valle Savio e Rubicone anche per tutti gli utenti dei Comuni del territorio forlivese.

L’Associazione Penelope Emilia-Romagna si occuperà invece di fornire il supporto psicologico e l’assistenza legale alle famiglie delle persone scomparse e diffondere la notizia dell’allontanamento attraverso i propri canali, mentre l’associazione La Rete Magica di Forlì si occuperà di dare informazione e formazione sull’argomento, segnalare eventuali casi a rischio di smarrimento ai servizi sociali del forlivese e dare supporto psicologico ai familiari.

Dopo la consegna del localizzatore GPS i familiari avranno la possibilità di monitorare costantemente i malati in due modi: autonomamente attraverso internet oppure contattando la centrale operativa della ditta che fornirà i localizzatori, aperta 24 ore su 24.

Qualora ci fossero difficoltà nel rintracciamento del malato scatterà il normale protocollo di intervento e sarà cura della centrale operativa inviare alle forze dell’ordine una scheda dettagliata, con fotografia, della persona scomparsa, per permettere una più veloce attività di ricerca.

I costi del progetto, di qualche decina di migliaia di euro, dovrebbero essere coperti attingendo alle risorse del Fondo Regionale per la Non Autosufficienza quindi nell’ambito della più generale programmazione socio-sanitaria degli enti locali.

Il Progetto GPS non è una novità nel nostro territorio perché è  già portato avanti a Cesena dal 2010 dalle Associazione CAIMA e Penelope Emilia Romagna, con 15 localizzatori finanziati dalle Fondazioni Cassa di Risparmio di Cesena e Romagna Solidale.

Questo importante accordo si delinea come una conferma del progetto  su scala provinciale e con una valenza molto più incisiva nel territorio, auspicando in una sempre maggiore tutela dei malati di Alzheimer e delle loro famiglie.

Ti potrebbe interessare anche...