Cesena. Alla Malatestiana il convegno ‘La Romagna di Rossetti: riscoperta di una realtà regionale’.

Cesena. Alla Malatestiana il convegno ‘La Romagna di Rossetti: riscoperta di una realtà regionale’.
cesena-biblioteca-malatestiana-BIG

CESENA. Sabato 21 maggio, alle ore 15, nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana, si terrà il convegno ‘La Romagna di Rossetti: riscoperta di una realtà regionale’, dedicato all’ingegnere e matematico Emilio Rosetti (Forlimpopoli 1839 – Milano 1908).  A promuoverlo la Fondazione Italia – Argentina – Emilio Rosetti.

Per l’occasione verranno approfonditi alcuni aspetti dell’opera fondamentale di Rosetti, con una premessa alle nuove conoscenze acquisite grazie alle ultime indagini condotte.

Ad aprire l’incontro il saluto del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi. I lavori, coordinati dal Presidente della Fondazione Maurizio castagnoli, proseguiranno con gli interventi di Chiara Arrighetti (‘Il percorso bio-bibliografico di Emilio Rosetti alla luce delle nuove conoscenze’), Riccardo Chiesa (‘La Romagna: conoscerla per amarla’), Paolo Gambi (‘L’attualità del ‘La Romagna. Geografia e storia per l’ing. Rosetti’ a oltre un secolo dalla sua pubblicazione’), Pier Luigi Bazzocchi (‘Un territorio fra dune e cemento, foreste e asfalto’). Le conclusioni sono affidate al Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini.

Rientrato in patria, dopo uno straordinario percorso professionale in Argentina, Rosetti si è occupato negli ultimi anni della sua esistenza di studi di storia locale.

Nel 1894, accompagnata da una nutrita costellazione di scritti monografici, esce “La Romagna. Geografia e storia per l’ing. Rosetti”, pubblicata da Hoepli e che rimane ancora oggi punto di riferimento per gli studi storico-geografici di fine Ottocento.

Lontano dagli stereotipi letterari dell’epoca e dai luoghi comunali romagnolisti, nonché da richieste di autonomia politica, Rosetti proietta la sua ricerca di definizione territoriale in un ambito scientifico-naturalistico sempre e comunque sostenuto da criteri culturali.

‘Perché quel disegno della Romagna – come già ricordava Lucio Gambi – ha fisicamente la logica, l’armonicità e la coesività di una perfetta architettura’.

Ti potrebbe interessare anche...