Lugo. Una giovane ragazza albanese ritorna a camminare grazie ad un intervento ortopedico eseguito all’ospedale.

Lugo. Una giovane ragazza albanese ritorna a camminare grazie ad un intervento ortopedico eseguito all’ospedale.
ospedale di lugo

LUGO. Una giovane ragazza albanese di 20 anni è stata operata dall’equipe ortopedica dell’ospedale di Lugo, diretta dal dott. Gabriele Zanotti in quanto affetta da una gravissima forma di displasia con lussazione congenita dell’anca. Tale patologia in Italia è divenuta oramai piuttosto rara grazie al programma di screening perinatale ecografico che consente nel nostro Paese una diagnosi ed un trattamento precoce.

In passato,quando il riconoscimento della malformazione avveniva in ritardo, si verificavano danni irreversibili all’articolazione dell’anca ed i pazienti erano destinati a situazioni di assoluta invalidità permanente.

La ragazza albanese si trovava in una condizione di totale incapacità alla deambulazione a causa del dolore e di un accorciamento dell’arto di oltre 4 cm provocato dalla lussazione completa con risalimento della testa femorale.

L’intervento chirurgico di abbassamento e artroprotesi dell’anca ha consentito il completo recupero della lunghezza dell’arto ed una precoce ripresa della deambulazione. La ragazza è stata dimessa ed ha già  fatto ritorno in Albania

L’accoglienza della ragazza in un centro di alta specializzazione nell’ambito della Chirurgia dell’anca è stato  possibile grazie al programma Assistenziale a favore dei cittadini stranieri, approvato dall’Assessorato delle politiche per la salute della nostra Regione.

Nel buon esito organizzativo del programma assistenziale va ricordata l’associazione Onlus Cosmo Help di Faenza, la quale ha curato tutti gli aspetti legati alla logistica.

 

Ti potrebbe interessare anche...