Riccione. Inaugurata in Comune la mostra con gli studenti del Volta-Fellini dedicata al ’2 giugno 1946: è Repubblica’.

Riccione. Inaugurata in Comune la mostra con gli studenti del Volta-Fellini dedicata al ’2 giugno 1946: è Repubblica’.
mostra Riccione 2 giugno 1946 Repubblica

RICCIONE. Inaugurata questa mattina in Municipio la Mostra ’2 giugno 1946: è Repubblica!’ alla presenza del sindaco Renata Tosi e del presidente dell’Istituzione Riccione per la Cultura Giovanni Bezzi. Hanno partecipato all’inaugurazione un’ottantina di studenti del Liceo ‘Volta-Fellini’.

In esposizione all’ingresso e alle pareti della Residenza Comunale fino al 15 giugno, documenti inediti provenienti dall’Archivio storico comunale e dall’Archivio Immagine della Biblioteca tra cui l’atto ufficiale del risultato riccionese del referendum tra Monarchia e Repubblica, il pubblico elenco degli astenuti al voto nel Comune di Riccione, le norme per gli elettori e le modalità di voto. E poi tanti articoli di stampa tratti da Italia Nuova, l’Italia, Il Giornale dell’Emilia, L’Indipendente fino al Giornale di Sicilia. 

Un inedito percorso espositivo organizzato dall’Istituzione Riccione per la Cultura e dai Servizi Biblioteca  e Musei per celebrare il 70esimo anniversario della nascita della Repubblica e la ricorrenza del 2 giugno 1946 nella quale gli italiani, e per la prima volta anche le donne, si recarono alle urne per scegliere i membri della futura Assemblea Costituente e per decidere, con lo strumento del referendum, l’assetto istituzionale dello Stato.

Anche alla Galleria del Centro della Pesa di viale Lazio sarà possibile ripercorrere quei giorni attraverso documenti esposti fino al 25 settembre.

Una carrellata di preziosi documenti, manifesti e articoli dell’epoca per la prima volta esposti al pubblico, sia in Comune che in Biblioteca.

‘Abbiamo trovato negli archivi comunali del materiale tanto prezioso oltre che indicativo di ciò che il 2 giugno ha rappresentato nella storia del nostro paese e della nostra città - ha affermato il Presidente dell’Istituzione Riccione per la Cultura Giovanni Bezzi - Da questi documenti trasuda in modo folgorante un raggio di sole dopo il buio degli anni della guerra, un esercizio di democrazia e di partecipazione dei cittadini, quasi mistico, dove gli italiani furono chiamati a decidere con referendum la forma di governo dello stato. Ai voi giovani rivolgo il forte invito di recuperare quell’originario spirito di partecipazione e democrazia’.

Ti potrebbe interessare anche...