Rimini. Si è chiuso il convegno sul welfare Regione Emilia Romagna.

Rimini. Si è chiuso il convegno sul welfare Regione Emilia Romagna.
Medico di famiglia. Immagine di repertorio.

RIMINI. Liste d’attesa, case della salute, ruolo dei medici di famiglia, riorganizzazione degli ospedali e relativi servizi accessori: sono alcuni dei temi che sono stati affrontati sabato centro congressi SGR (via Chiabrera 34/D), durante il convegno ‘Politiche innovative: socio sanitario e welfare Regione Emilia-Romagna’, organizzato dall’Anp Emilia Romagna, l’Associazione pensionati di Cia-Agricoltori Italiani in occasione della 21a edizione della Festa del pensionato.

Con oltre 41mila associati (pensionate e pensionati agricoltori di tutto il territorio regionale), Anp Cia promuove questo momento di dibattito per evidenziare le criticità di una fascia di cittadini che spesso vive in zone disagiate, dalle campagne alle aree appenniniche. Sono circa 3500 i pensionati associati a Anp CIA nella provincia di Rimini e di questi il 10% è over 65, il 31% è over 75 e il 59% è over 85. Numeri significativi per una fascia di popolazione che, oltre ad avere diritto a tutele, contribuisce ancora attivamente alla crescita economica del territorio, collaborando alla propria azienda agricola familiare.

Con oltre un milione di pensionati residenti in Emilia-Romagna, il 23% di tutta la popolazione regionale, parlare di politiche socio-sanitarie e socio-assistenziali da attuare nel prossimo futuro sul territorio emiliano-romagnolo è di forte attualità. Interverranno Valter Manfredi, vice presidente nazionale Anp Cia, Stefano Bonaccini,  presidente Regione Emilia-Romagna, Marcello Tonini, direttore generale Ausl Romagna, Andrea Gnassisindaco di Rimini, Antonio Dosi, presidente Cia Emilia-Romagna.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con CIA Rimini e Anp Cia di Rimini, che svolge attività di tutela assistenziale e previdenziale presso tutti gli uffici CIA della provincia.

 

Ti potrebbe interessare anche...