Riccione. Acconti IMU e TASI, le scadenze il 16 giugno.

Riccione. Acconti IMU e TASI, le scadenze il 16 giugno.
imu

RICCIONE.  E’ fissato al 16 giugno il termine per il pagamento dell’acconto IMU e dell’acconto TASI.

Per il calcolo dell’IMU e della TASI per l’anno 2016, restano valide le aliquote e le detrazioni deliberate per l’anno 2015 . Per quanto riguarda i valori delle Aree Fabbricabili vengono riconfermati quelli già deliberati per l’anno 2014.

Per IMU e TASI, relativamente al 2016, vanno ricordate le seguenti novità per i Comodati e gli Immobili locati  a canone concordato (3+2).

Si ricorda che per il 2016 le tariffe IMU e TASI non hanno subito aumenti o variazioni.

Comodati

L’art. 1, comma 10, della Legge n. 208/2015 ha inserito, nel comma 3 dell’art. 13 del D.L. 201/2011 convertito con modificazioni dalla L. 214/2011, la lettera 0a) che prevede la riduzione del 50 per cento della base imponibile dell’IMU e della TASI per:

§ Le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 ed A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo (comodante) ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che :

1.       il contratto di comodato sia registrato;

2.       che il comodante possieda un massimo di due unità immobiliari adibite ad abitazione e che una di essa sia la propria abitazione principale;

3.       e che il comodante risieda anagraficamente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.

4.       entro il 16.12.2016 andrà presentato il modulo di richiesta “agevolazione aliquota per comodato registrato parenti 1° grado” con allegato la fotocopia del contratto di comodato.

Immobili a canone concordato ( 3+2) 

Il comma 53 della Legge n. 208/2015 stabilisce che all’articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, dopo il comma 6 è inserito il seguente: ’6-bis. Per gli immobili locati a canone concordato di cui alla Legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’imposta, determinata applicando l’aliquota stabilita dal comune ai sensi del comma 6, è ridotta al 75 per cento’.

Ti potrebbe interessare anche...