Forlì-Cesena. Il liceo scientifico ‘Fulcieri Paulucci De Calboli’ vince il primo premio Crei-Amo l’impresa.

Forlì-Cesena. Il liceo scientifico ‘Fulcieri Paulucci De Calboli’ vince il primo premio Crei-Amo l’impresa.
Foto studenti vincitori CREI-AMO 2016

FORLì-CESENA.  Il progetto ha coinvolto otto provincie dell’Emilia-Romagna, selezionando per ognuna un gruppo di ragazzi di un istituto superiore, in totale circa 150, e lavorando con loro per realizzare una vera e propria idea imprenditoriale, con tanto di identificazione della sede, definizione del capitale sociale e piano industriale per gli anni successivi. I ragazzi hanno preso spunto da una visita aziendale che ha dato il via ai lavori e hanno poi elaborato le proprie idee con il supporto dei Giovani Imprenditori delle differenti provincie.

Per quanto riguarda Forlì-Cesena, ha partecipato un gruppo di studenti della 3°A e della 4°C del Liceo Scientifico ‘Fulcieri Paulucci De Calboli’ che, dopo aver visitato il Molino Spadoni, ha ideato e realizzato il progetto ‘TWEEFALL’. Si tratta di un’azienda che produce protezioni realizzate in amido di mais miscelato con acqua per le articolazioni dei bambini tra i 3 e i 9 anni. L’amido e l’acqua formano un composto fluido che, in caso di impatto, si indurisce istantaneamente formando una barriera protettiva molto efficace. Il progetto, di cui i ragazzi hanno realizzato anche un prototipo, è altamente innovativo anche dal punto di vista ergonomico, dal momento che una delle peculiarità del composto è di essere leggero e non particolarmente ingombrante.

La giuria ha riconosciuto e apprezzato la validità del progetto di Forlì-Cesena, la sua carica innovativa e la sua effettiva realizzabilità e ha conferito agli studenti forlivesi il primo premio ex-equo con i ragazzi dell’istituto ‘Primo Levi’ di Vignola (MO), che hanno invece presentato la realizzazione di una gamma di sedili automatici biometrici in grado di migliorare l’assetto di guida negli autoveicoli di fascia medio-alta.

Ai vincitori del primo premio è andata la coppa Alice Grupponi, imprenditrice bolognese scomparsa nel 2012 a cui è intitolato il concorso, e un buono per l’acquisto di libri e materiale audiovisivo, oltre che articoli di cancelleria e gadget offerti da Franco Cosimo Panini e Carisbo.

“Siamo contentissimi di questo primo premio. I ragazzi si sono impegnati molto in questo progetto e sono riusciti a ideare un prodotto del tutto innovativo e altamente realizzabile. L’accuratezza del business plan e la presentazione davanti alla giuria di uno studente particolarmente capace hanno poi completato il quadro permettendo di raggiungere il meritato primo premio. – Commenta Luca Zagnoli, Consigliere del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Forlì-Cesena con delega all’education, che ha seguito e supportato i ragazzi del liceo in tutte le fasi del progetto – Crei-Amo l’impresa è un’iniziativa in cui crediamo molto, perché è davvero efficace nel diffondere cultura d’impresa. Sviluppando una propria idea di prodotto, gli studenti non solo affrontano concretamente tutti i passaggi che ci sono tra l’ideazione e la realizzazione di un prototipo, ma si confrontano anche con le variabile economiche del mercato, ragionando sul tipo di offerta che stanno proponendo e sulla domanda che potranno generare. Credo che non ci sia nulla di più stimolante e gratificante che riuscire a realizzare la propria idea come hanno fatto questi studenti. Per questo sono convinto che Crei-Amo l’impresa sia davvero efficace nel diffondere cultura d’impresa e auto-imprenditorialità. – Conclude poi Zagnoli – Siamo davvero soddisfatti e felici di essere riusciti a trasmettere anche alla giuria tutta la validità e la carica innovativa del nostro progetto.”

“Era da parecchi anni che il primo premio non tornava nelle mani della nostra provincia. – Continua poi Kevin Bravi, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Forlì-Cesena – Luca Zagnoli ha svolto un lavoro straordinario, coordinando le attività e l’impegno di docenti e studenti. Abbiamo messo in campo tutte le nostre competenze coinvolgendo i giovani imprenditori della nostra provincia. Creiamo L’Impresa si riconferma un format vincente per il tessuto sociale, culturale ed economico del nostro territorio e della nostra regione.”

Ti potrebbe interessare anche...