Genova. Sulle Strade del Ponente Ligure: intervista a Cinzia Garelli proprietaria.

Genova. Sulle Strade del Ponente Ligure: intervista a Cinzia Garelli proprietaria.
ponente ligure (immagine editoriale)

GENOVA. Chiediamo a Cinzia Garelli di raccontare ai nostri lettori alcuni aspetti della vita di Camporondo nonché la storia del suo Agriturismo:“Sono nata qui a Camporondo, ma fin da bambina il modello di vita che mi poteva offrire mi stava un pò stretto e, avendo il sogno di girare il mondo, ho iniziato a studiare lingue per diventare poi accompagnatrice e guida turistica.

Dopo avere svolto questa professione per tanti anni, nel 2008 ho sentito il richiamo delle mie origine e la nostalgia della mia terra ed ho deciso di ristrutturare e trasformare la storica casa di famiglia in una azienda di agriturismo, a cui ho dato il nome di ‘Cincilla’, che corrisponde al nomignolo che mi avevano attribuito da piccola. Insieme all’agriturismo porto avanti l’azienda agricola, specializzata, in particolare, nella coltivazione di Olive Taggiasche e nella produzione di olio di oliva extra vergine di eccellente qualità. Annessa all’Agriturismo si trova la Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio, che fin dai tempi dei miei nonni custodiamo e curiamo.

L’apertura al pubblico, purtroppo, avviene solo in occasioni speciali, dovendo il parroco seguire principalmente la Pieve di S.Pietro che dista pochi chilometri da qui. La custodia di questa “meraviglia” del nostro entroterra è una tradizione che porto avanti da anni con dedizione, gioia e orgoglio. Mi fa piacere ricordare la ricorrenza della festa patronale che avviene la domenica successiva al 22 gennaio. In tale occasione viene celebrata una messa solenne in onore dei Santi Vincenzo ed Anastasio e sia la chiesa che il meraviglioso piazzale antistante vengono addobbati per le grandi occasioni per accogliere un gran numero di fedeli e visitatori, ai quali viene offerto un rinfresco con la degustazione dei prodotti tipici della nostra zona.

Coltivo il sogno che questo magico posto venga utilizzato e valorizzato anche in altre occasioni durante l’anno, organizzando eventi culturali e musicali come mostre di pittura, presentazioni di libri, concerti. L’Agriturismo è frequentato soprattutto da turisti stranieri, tedeschi e svizzeri in particolare, i quali scelgono questa località, per trascorrere una vacanza in un ambiente tranquillo e a contatto con la natura.

I nostri ospiti sono trattati con la massima cura ed ospitalità. Ad essi dedico ogni energia per accoglierli in un ambiente familiare ed il mio obiettivo e quello di farli sentire ” a casa loro”, cosi come dice il nostro logo:”Benvenuti a casa nostra”. Rispetto alla costa dove tutto è preparato in maniera molto commerciale, qui nell’entroterra seguiamo i turisti con più amore e passione e negli ultimi tempi il nostro atteggiamento è stato premiato con l’arrivo di più villeggianti e di qualità.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...