Lugo. Scrittura Festival 2016. Approda al Pavaglione.

Lugo. Scrittura Festival 2016. Approda al Pavaglione.
Presentazione Scrittura festival, Lugo 7 giugno 2016 (3)

LUGO.  Gli appuntamenti del festival sono stati presentati martedì 7 giugno in conferenza stampa alla Sala Baracca della Rocca di Lugo; erano presenti l’assessora alla Cultura Anna Giulia Gallegati, il co-direttore artistico del festival Stefano Bon, il dirigente del Servizio Cultura del comune di Lugo Claudio Leombroni e il curatore della rassegna Caffè letterario di Lugo Claudio Nostri.

 “Siamo soddisfatti di essere riusciti a organizzare le date lughesi di questa importante rassegna, che contribuisce a valorizzare il centro storico in chiave culturale – ha dichiarato l’assessora Anna Giulia Gallegati -. Questa Amministrazione fin dal suo insediamento ha scelto di investire nella cultura nei suoi vari ambiti e in questo caso la lettura, come avviene anche nelle tante iniziative organizzate per esempio dalla nostra biblioteca e dalla sua sede distaccata di Voltana”.

“Lo Scrittura festival a Ravenna è giunto alla terza edizione, e da quest’anno abbiamo pensato ad arricchirlo attraverso una estensione geografica che ha condotto a un cartellone ravennate e a uno lughese – ha dichiarato Stefano Bon -, indipendenti dal punto di vista dell’offerta artistica. Queste sinergie sono importanti soprattutto per il loro ruolo di riscoprire in chiave culturale i luoghi della città, così come abbiamo fatto a Ravenna”.

“Siamo nel mondo delle reti e con questo festival vogliamo mettere in rete Lugo e le sue attività che per storicità e qualità si prestano a una diffusione ben più ampia – ha aggiunto Claudio Leombroni -. Ecco che la contaminazione con Ravenna diventa quindi un arricchimento reciproco, anche grazie alla collaborazione con il nostro Caffè letterario e la biblioteca Trisi, per una estate ricca appuntamenti culturali”.

Si inizia giovedì 16 giugno alle 18.30 con l’astrofisico Amedeo Balbi in “Dove sono tutti quanti? Viaggio tra stelle e pianeti alla ricerca della vita”, incontro in cui il saggista e docente dell’università Tor Vergata di Roma condurrà il pubblico alla scoperta scientifica della vita nello spazio e nei misteri del cosmo.

Alle 21 si festeggerà il “Bloomsday” con l’incontro dedicato all’Ulisse di James Joyce insieme allo scrittore Paolo Albani, definito da Stefano Bartezzaghi “uno dei più tenaci frequentatori italiani dell’area dove la letteratura incontra il nonsenso e il gioco”, che duellerà con lo spirito dell’autore dublinese.

Venerdì 17 giugno alle 18.30 sarà ospite la regista e scrittrice Cristina Comencini, autrice di film come “La bestia nel cuore” con Giovanna Mezzogiorno e Alessio Boni e ‘Va’ dove ti porta il cuore’ con Virna Lisi e Margherita Buy, che parlerà di ‘Essere vivi’.

Alle 21 Vito Mancuso, teologo ed editorialista di Repubblica e autore di molti saggi, terrà un incontro dal titolo ‘Dio e il suo destino’, indagando il concetto del divino nel mondo occidentale.

Sabato 18 giugno alle 18.30 lo storico e critico d’arte Flavio Caroli terrà l’incontro ‘Con gli occhi dei maestri dell’arte’ un viaggio tra i maestri della critica e nelle storie dell’arte che hanno definito la cultura italiana.

Alle 21 Ermanno Cavazzoni narrerà le vite surreali e avventurose de “Gli eremiti del deserto” in una serata con letture e musiche in cui lo scrittore emiliano che ispirò Federico Fellini sarà accompagnato da Vincenzo Vasi al theremin e da Valeria Sturba al violino.

Domenica 19 giugno alle 18.30 si terrà il recital dedicato a Raffaello Baldini intitolato ‘E mònd’ in cui l’attore Rudi Gatta interpreterà alcune delle poesie più note e amate del poeta di Santarcangelo di Romagna, scomparso 11 anni fa.

Alle 21 la grande chiusura di Scrittura 2016 spetterà a Roberto Vecchioni, cantautore, poeta e scrittore, che parlerà della felicità in ‘La vita che si ama. Storie di felicità’, un viaggio nella vita impreziosito da squarci letterari, ma anche una personalissima lezione su come imbrigliare la felicità: un’ode all’irripetibilità della vita.

Durante le quattro giornate sotto i portici del Pavaglione ci saranno inoltre le istallazioni del progetto ‘Frontiera, passaggio e possibilità‘ a cura di Crac Arte.

Lo Scrittura festival è realizzato dalla associazione Onnivoro sotto la direzione di Matteo Cavezzali, in collaborazione con il Caffè letterario di Lugo e la Biblioteca comunale ‘Fabrizio Trisi’, con il patrocinio e il contributo del Comune di Lugo, Comune di Ravenna, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Cassa di Risparmio di Ravenna, Coop Alleanza 3.0 e Cmc.

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito. In caso di maltempo il festival si svolgerà al Salone estense della Rocca, tranne l’incontro con Roberto Vecchioni che sarà spostato al teatro Rossini. Per ulteriori informazioni, consultare il sito

Ti potrebbe interessare anche...