Cesena. Tutti pazzi per la biblioteca Malatestiana. Nuovi lettori e nuovi visitatori.

Cesena. Tutti pazzi per la biblioteca Malatestiana. Nuovi lettori e nuovi visitatori.
Bibblioteca Malatestiana

CESENA. Ancora più significativo il dato relativo ai prestiti e ai movimenti librari e di audiovisivi: da gennaio a giugno, in Malatestiana se ne sono contati 68.555, contro i 35.588 della Saffi, i 45.221 di Ravenna, i 31.714 di Rimini.

Proiettando questo andamento su base annuale, la Biblioteca Malatestiana potrà aspettarsi di superare a fine 2016 il tetto dei 3500 nuovi utenti, con un aumento del 15% rispetto al 2015 (quando furono 3098), e anche per i movimenti librari potrebbe crescere fino a quota 165mila, vale a dire il 5,6% in più rispetto al 2015 (quando furono 155.767). Una performance di tutto rispetto, che diventa ancora più positiva se comparata con le proiezioni delle altre biblioteche romagnole che, invece, prevedono flessioni su tutti i fronti. Unica parziale eccezione la Classense, dove la conferma dell’andamento registrato nella prima parte del 2016 porterebbe a un incremento dei nuovi lettori di circa il 20%.

 “I dati relativi ai nuovi utenti e ai movimenti complessivi alla Biblioteca Malatestiana – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Christian Castorri – sono decisamente incoraggianti, e non solo ci dicono quanto sia forte il rapporto fra i cittadini e la loro biblioteca, ma confermano anche la validità del servizio offerto: i cesenati frequentano molto la Malatestiana perché sanno di poter trovare qui quello che cercano: novità librarie, testi di studio, audiovisivi, ecc. Ma anche di potersi muovere facilmente in un ambiente accogliente e rispondente alle loro aspettative e di poter trovare varie proposte culturali stimolanti, a cominciare dalle iniziative promosse dalla Biblioteca stessa e dal Comitato scientifico, senza dimenticare l’apporto delle associazioni e dei privati, grazie al quale si realizzano appuntamenti di richiamo come quello di domani sera con i finalisti del Bancarella. . A quasi tre anni dalla sua riapertura, la Malatestiana dimostra così di aver vinto la sfida intrapresa con la decisione di aprirsi ad un pubblico più vasto”.

 Trend positivo anche per la Malatestiana antica. Nei primi 5 mesi del 2016 hanno varcato la soglia dell’Aula del Nuti 11.583 visitatori, con un incremento di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo del 2015 (quando erano stati poco più di 8000). A maggior numero di visitatori corrisponde un incremento delle entrate. Nella prima parte di quest’anno le visite guidate alla Biblioteca hanno portato in cassa poco meno di 30mila euro (esattamente 29.891) contro i 22.657 euro dello stesso periodo 2015. “Complessivamente – riferiscono Sindaco e Assessore – lo scorso anno abbiamo incassato 54.332 euro. L’obiettivo di quest’anno è di raddoppiare, non solo gli incassi, ma soprattutto il numero dei visitatori per quello che è, evidentemente, il patrimonio più prezioso di Cesena

Ti potrebbe interessare anche...