Lugo. Pavaglione e Teatro Rossini. Un weekend all’insegna della cultura.

Lugo. Pavaglione e Teatro Rossini.  Un weekend all’insegna della cultura.
Roberto Vecchioni

LUGO.  Sabato 18 giugno alle 20.30, in occasione del 98esimo anniversario della morte di Francesco Baracca, al Teatro Rossini ci sarà il concerto della Banda musicale dell’Aeronautica militare italiana; l’ingresso è gratuito. I 50 elementi, sotto la direzione del maestro Patrizio Esposito, eseguiranno L’Italiana in Algeri di Gioachino Rossini, L’apprendista stregone di Dukas Paul, i Pini di Roma di Ottorino Respighi e Romeo e Giulietta di P. I. Tchaikovsky.

Dal 16 al 19 giugno approda invece al Pavaglione di Lugo lo ‘Scrittura festival 2016′, con due appuntamenti ogni giorno. Si inizia giovedì 16 giugno alle 18.30 con l’astrofisico Amedeo Balbi in ‘Dove sono tutti quanti? Viaggio tra stelle e pianeti alla ricerca della vita’, incontro in cui il saggista e docente dell’università Tor Vergata di Roma condurrà il pubblico alla scoperta scientifica della vita nello spazio e nei misteri del cosmo.

Alle 21 si festeggerà il ‘Bloomsday’ con l’incontro dedicato all’Ulisse di James Joyce insieme allo scrittore Paolo Albani, definito da Stefano Bartezzaghi ‘uno dei più tenaci frequentatori italiani dell’area dove la letteratura incontra il nonsenso e il gioco’, che duellerà con lo spirito dell’autore dublinese.

Venerdì 17 giugno alle 18.30 sarà ospite la regista e scrittrice Cristina Comencini, autrice di film come ‘La bestia nel cuore’ con Giovanna Mezzogiorno e Alessio Boni e ‘Va’ dove ti porta il cuore’ con Virna Lisi e Margherita Buy, che parlerà di ‘Essere vivi’. Alle 21 Vito Mancuso, teologo ed editorialista di Repubblica e autore di molti saggi, terrà un incontro dal titolo ‘Dio e il suo destino’, indagando il concetto del divino nel mondo occidentale.

Sabato 18 giugno alle 18.30 al Salone Estense lo storico e critico d’arte Flavio Caroli terrà l’incontro ‘Con gli occhi dei maestri dell’arte’ un viaggio tra i maestri della critica e nelle storie dell’arte che hanno definito la cultura italiana.Tornando al Pavaglione, alle 21 Ermanno Cavazzoni narrerà le vite surreali e avventurose de ‘Gli eremiti del deserto’  in una serata con letture e musiche in cui lo scrittore emiliano che ispirò Federico Fellini sarà accompagnato da Vincenzo Vasi al theremin e da Valeria Sturba al violino.

Domenica 19 giugno alle 18.30 si terrà il recital dedicato a Raffaello Baldini intitolato ‘E mònd’ in cui l’attore Rudi Gatta interpreterà alcune delle poesie più note e amate del poeta di Santarcangelo di Romagna, scomparso 11 anni fa.

Alle 21 la grande chiusura di Scrittura 2016 spetterà a Roberto Vecchioni, cantautore, poeta e scrittore, che parlerà della felicità in ‘La vita che si ama. Storie di felicità’, un viaggio nella vita impreziosito da squarci letterari, ma anche una personalissima lezione su come imbrigliare la felicità: un’ode all’irripetibilità della vita.

Tutti gli incontri di Scrittura Festival sono a ingresso gratuito. In caso di maltempo il festival si svolgerà al Salone estense della Rocca, tranne l’incontro con Roberto Vecchioni che sarà spostato al teatro Rossini. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.scritturafestival.com.

Durante le quattro giornate sotto i portici del Pavaglione ci saranno inoltre le istallazioni del progetto ‘Frontiera, passaggio e possibilità’. La mostra è curata da Associazione CRAC-Centro in Romagna per la Ricerca Arte Contemporanea in collaborazione con Patrizia Cauteruccio e Associazione V!RA. In seguito all’inaugurazione avvenuta a maggio nella città di Ravenna, il progetto espositivo prende forma anche a Lugo, ospitato nei suggestivi chiostri del Pavaglione. L’inaugurazione avverrà giovedì 16 giugno alle 17.30 e le opere saranno esposte fino a domenica 19 giugno.

Contestualmente alla mostra, alla birreria Lug d’la Rumagna sabato 18 giugno alle 16.45 ci sarà la proiezione del video sul viaggio della Spartiti per Scutari Orkestra nei Balcani, all’interno del progetto “La musica ponte tra i popoli” di Ipsia, dedicato alla capacità dell’arte di creare dialogo. È prevista la presentazione del progetto e conversazione con Teresa Indellicati e Bardh Jakova – fisarmonicista e direttore della Scutari Orkestra – che al termine eseguirà alcuni brani del loro repertorio

“Sono orgoglioso di essere sindaco in una città così viva – ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. Abbiamo un calendario di appuntamenti di primissimo livello e siamo certi che i cittadini apprezzeranno queste iniziative che, tra l’altro sono gratuite, o hanno comunque un prezzo accessibile a chiunque, come nel caso delle prove aperte a teatro. Dalle parole ai fatti, stiamo vivendo un vero e proprio rilancio della cultura in città, obiettivo che come Amministrazione comunale ci eravamo imposti fin dal nostro insediamento”.

“Insieme alle numerose iniziative promosse dalla biblioteca, anche lo Scrittura festival rientra nella nostra politica di promozione della lettura, uno degli aspetti prioritari in ambito culturale per questa Amministrazione, come abbiamo già sottolineato in passato – ha aggiunto Anna Giulia Gallegati -. Abbiamo scelto di ospitare lo Scrittura festival poiché è gratuito e siamo fermamente convinti che questo tipo di iniziative debbano essere accessibili a tutti, anche a chi magari è solamente curioso di passare una serata in maniera diversa dal solito. La cornice del nostro centro storico contribuisce sicuramente a rendere più gradevole questa esperienza”.

Per informazioni, telefono 0545 38542, email info@teatrorossini.it.

Ti potrebbe interessare anche...