San Marino. 17-19 giugno. Da San Marino a Monte-Carlo, gara dedicata alla auto ecologiche.

San Marino. 17-19 giugno. Da San Marino a Monte-Carlo, gara dedicata alla auto ecologiche.
Foto Impianto Zannoni

SAN MARINO. All’11° Ecorally San Marino, Sanremo, Monte-Carlo si affianca, come ogni anno, l’ottava edizione dell’Ecorally Press, riservato ai giornalisti, accompagnato anche quest’anno da Easy Driver, la nota trasmissione sui motori di Rai 1.

I concorrenti devono seguire il Road Book, il libro usato tradizionalmente nei rally, che con simboli e planimetrie indica il percorso e le prove, in pratica un navigatore cartaceo.Le prove iniziano con la partenza cronometrata fino a una serie di controlli con rilevamento del passaggio tramite tubi pressostatici collegati ad un cronometro. Inoltre, quattro le Prove speciali che vanno percorse con media oraria costante con passaggi controllati segretamente e rilevati da cellule fotoelettriche. Fondamentale presentarsi ai rilevamenti di passaggio che costellano il percorso alla scadenza esatta del tempo imposto, applicando la velocità media richiesta.

Ruolo fondamentale per misurare questi passaggi sono le varie aziende partner, fra le quali la Zannoni Carburanti che è impegnata, in prima linea, nello sviluppo di progetti e ricerche nell’ambito dei carburanti alternativi e a basso impatto ambientale, quali Gpl e Metano. Il Gruppo Zannoni non solo sostiene l’iniziativa partecipando alla competizione con una propria auto – l’equipaggio è a bordo di una Mini One a doppia alimentazione benzina/GPL – , ma ospita, nel primo pomeriggio del 17 giugno presso il proprio impianto di via Cervese 174 di Forlì,  due momenti (pressostati) della gara. Alle 15.05 è previsto il passaggio della prima automobile e alle ore 16.00 (circa) quello dell’ultima vettura. I pressostati rilevano l’esatto istante di transito dell’autovettura. Maggiore è la precisione nel rispetto dei tempi di transito imposti, maggiore è il punteggio ottenuto. La cittadinanza è invitata a partecipare e a sostenere la manifestazione.

Obiettivo dell’Ecorally è contribuire alla diffusione dei mezzi a basso impatto, che in Italia, su un circolante autovetture di 37.351.233 di unità, rappresentano l’8,33%: 2.137.078 autovetture a GPL (5,72%), 883.190 a metano (2,36%), 82.381 sono ibridi benzina (0,22%), 4.584 le elettriche, pari allo 0,01% e infine gli ibridi diesel, 2.967 unità, ovvero lo 0,01% (dati Aci al 31 dicembre 2015).

In questo quadro la provincia di Forlì-Cesena si trova oltre la media nazionale sia in termini assoluti, con 46.359 automobili a basso impatto ambientale (su un circolante di 249.110), sia per percentuale sul circolante, che è del 18,61%. Questo grazie alla tradizionale affezione del territorio per i carburanti alternativi e alle azioni di promozione messe in atto dalle amministrazioni locali.

Il programma – Da San Marino  a Monte-Carlo passando per Sanremo, lungo un percorso che prevede numerose tappe lungo la Motor Valley del gas auto emiliano romagnola e tocca diverse aziende che hanno contribuito a fare la storia del GPL e del metano. Inoltre, quattro prove a velocità costante sulle tracce dei Rally di San Marino e Sanremo. Dopo le verifiche tecniche il venerdì mattina presso il Villaggio Vacanze San Marino, partenza della prima vettura alle 13.01. Seguono tre prove di regolarità a velocità costante prima di imboccare l’autostrada A14 alla volta di Forlì, con transito alla Zannoni Carburanti, che prevede due pressostati. Si prosegue poi per Bologna, dove i pressostati sono posizionati alla Sprint Gas e alla Tartarini Auto. In area modenese, passaggio al distributore Unione Gas Auto di Vignola, dove i concorrenti possono rifornirsi di GPL e da Maranello, con controllo di passaggio a timbro davanti alla Ferrari. Ultimo stop della giornata a Corte Tegge (Re): i pressostati sono posizionati presso lo stabilimento Landi Renzo. Al termine del primo giorno di gara cena e pernottamento all’Holiday Inn Express di Parma. Sabato 18 prime due tappe con pressostati alla Lampogas a Bianconese di Fontevivo e alla Socogas di Fidenza, poi il tour dei castelli di Parma e Piacenza. In questo tratto sono previsti 2 tubi pressostatici al Castello di Vigoleno, poi tra il Castello di Agazzano e quello di Castelnovo, dove ci sarà anche una prova di regolarità a velocità costante. Arrivo al Castello di Sarmato per il pranzo poi autostrada fino ad Imperia con rifornimento di GPL e metano. A seguire due prove di regolarità a velocità costante prima di giungere a Sanremo, arrivo del secondo giorno di gara, per la cena e il pernottamento all’Hotel Bobby Executive. Domenica 19 partenza da Sanremo per Ventimiglia, Olivetta (confine di Stato) e Castellar, in territorio francese, dove alla stazione di servizio La Carel si svolgono i controlli finali dei carburanti e infine Mentone. Trasferimento finale a Monte-Carlo per pranzo e premiazioni.

I trofei – L’11° Ecorally San Marino, Sanremo, Monte-Carlo consente ai concorrenti di acquisire un punteggio valido per il Titolo FIA Piloti e Co-piloti per la Categoria VII&VIII+IIIA, e per il Titolo FIA riservato alle Case costruttrici. La competizione è valida anche per il Campionato Italiano di Regolarità per Energie Alternative e Rinnovabili. L’8°Ecorally Press,in collaborazione con Consorzio Ecogas ed Assogasliquidi, partner tecnici Energas, Lampogas e Zetagas, premia i primi tre classificati della categoria media e prevede l’assegnazione del Trofeo Nello Rosi, in collaborazione con Unione Gas Auto, My En ed Ecomobile. Come ogni anno, viene premiato anche il primo equipaggio femminile con la Coppa delle Dame, mentre al primo classificato sammarinese, trofeo speciale in collaborazione con Banca Cis.

L’Ecorally San Marino si svolge con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare della Repubblica Italiana nonché della Segreteria di Stato al Territorio e Ambiente e della Segreteria di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino e con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive.

Numerosi i partner tecnici, fra i quali anche Friulana Gas, che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Da Punto Gas e Slime i kit antiforatura di cui sono dotati tutti gli equipaggi. All’Ecorally si brinderà con vino senza alcool prodotto dalla Princess di Lavis, Trento.

Ti potrebbe interessare anche...