Forlì. Alla Corte dei Miracoli “John Lennon Imagine”, vita e morte di un artista scomodo e visionario.

Forlì. Alla Corte dei Miracoli “John Lennon Imagine”, vita e morte di un artista scomodo e visionario.
johnlennon_1_1355958347

Forlì (FC). Dopo il successo riscosso a giugno e nelle passate edizioni, prosegue fino all’8 luglio la Storia del Rock con due nuovi incontri ai quali non si può mancare. Teatro delle serate è l’incantevole piazzetta della Pescheria, situata all’inizio di corso Diaz, in pieno centro di Forlì, a pochi passi da piazza Saffi. Al calare delle ombre della sera, il locale “La Corte dei Miracoli”, opportunamente attrezzato con sedie, tavolini, schermo e amplificazione, offre uno scenario altamente suggestivo che permette a tutti i partecipanti di godere appieno il racconto delle storie epiche di un’era così lontana e così vicina, le immagini, i suoni, i colori, di un genere musicale profondamente radicato dentro di noi, oramai storicizzato e universalmente riconosciuto come movimento artistico destinato a non morire mai.

Venerdì 1 luglio alla “Corte dei Miracoli”, in c.so Diaz, a pochi passi da piazza Saffi, l’appuntamento è con un artista visionario e scomodo: John Lennon. E con tutto un movimento musicale che per sessant’anni ha influenzato e appassionato i giovani di tutto il mondo.

L’8 dicembre del 1980 John Lennon moriva sotto i colpi assassini di un pazzo mitomane. Nonostante fosse conosciuto soprattutto come membro fondatore dei Beatles, ancora oggi questo artista scomodo e visionario continua ad avere forte influenza come musicista, scrittore, filosofo, pacifista e poeta. Una popolarità che trascende la pur incommensurabile celebrità degli stessi Beatles.
Narrato dallo stesso Lennon e sostenuto da un’imponente colonna sonora di ben 36 canzoni, questo film-documentario, avvalendosi della sterminata collezione personale di video di John, offre uno sguardo senza precedenti sulla vicenda pubblica e privata del grande artista di Liverpool.
Intervallato da interviste e racconti di coloro che hanno gravitato intorno all’universo della rockstar inglese, il film ripercorre le tappe salienti della sua vita, dall’infanzia passata con gli zii, alla prima band formata con i compagni di scuola che darà poi origine ai Beatles.
Accanto al successo e agli allori, viene evidenziato anche l’aspetto umano del cantante con i suoi vizi e le sue debolezze, le liti con gli altri membri del gruppo che hanno portato allo scioglimento del quartetto e alla continuazione della sua carriera come solista. Non mancano accenni al suo impegno politico come pacifista, fino alla conclusione della sua vita, avvenuta sul portone della sua casa di New York per mano di un pazzo fanatico.
Il video iniziale della canzone “Imagine”, che lo vede seduto al pianoforte, mentre esegue il brano in una stanza totalmente bianca, è rimasto celebre negli anni ed è stato utilizzato in molteplici occasioni per commemorare la figura di John Lennon.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale