Forlimpopoli. Il nutrimento, il benessere, l’accoglienza del sapere.

Forlimpopoli. Il nutrimento, il benessere, l’accoglienza del sapere.
lezione della cucina di CASA ARTUSI

FORLIMPOPOLI. Così anche quest’anno Scuola Centrale Formazione ha scelto il ‘cuore artusiano’, primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica, come cornice perfetta per proseguire la riflessione culturale e sociale sullo spreco alimentare e l’alimentazione sostenibile, temi centrali della manifestazione Artusiana, in linea con il leitmotiv che ha caratterizzato Expo 2015 e i progetti Erasmus Plus KA2 ‘Eco-Restaurateur’ e ‘CAVA’, dei quali Scuola Centrale Formazione è partner e promotore. Entrambi i progetti sono infatti incentrati rispettivamente sull’alimentazione sostenibile dal punto di vista biologico e locale, e sulla valorizzazione dei prodotti agricoli attraverso una filiera corta di trasformazione agroalimentare e offerta ristorativa che punti alla crescita occupazionale nelle aree rurali. Argomenti questi che porteranno, nel corso della seconda giornata della manifestazione, alla riflessione sull’Impresa Formativa, grazie anche a contributi di professionisti internazionali del settore.

Le giornate si svilupperanno in due workshop internazionali che vedranno la partecipazione dell’Università di Bologna, di Barilla Group, di IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia) e di Last Minute Market, quest’ultimo promotore della campagna Spreco Zero 2016. Il programma prende il via oggi Giovedì 30 giugno alle ore 9.30 con il Workshop sullo ‘spreco alimentare e alimentazione sostenibile’: tre sessioni di lavoro, la prima dedicata all’ ‘Ecologia Alimentare ed Etica del consumo’ che registrerà gli interventi di: Luca Falasconi – Ricercatore dell’Università di Bologna e Roberto Bassi – Barilla Group Culinary Services Manager. Alle ore 11.00 la seconda sessione, che avrà come focus il tema relativo all’ “Educazione e Formazione per nuove competenze per la ristorazione ecologica”. L’inizio dei lavori del workshop vedrà i saluti del presidente di Casa Artusi, Giordano Conti e Giovanni Zonin, direttore di Scuola Centrale Formazione.

Alle 14.30 la terza sessione in programma, riguarderà il laboratorio teorico – pratico di Cucina Senza Sprechi con la Food Blogger Lisa Casali e lo Chef Franco Aliberti, i quali realizzeranno un menù antispreco e sostenibile che coniuga salute, risparmio e sostenibilità ambientale con una cucina contemporanea. Ai fornelli gli studenti dei Centri di Formazione Professionale associati a Scuola Centrale Formazione, provenienti da quattro regioni: Lombardia, Veneto, Puglia, Emilia Romagna. Venerdì 1 Luglio, mentre gli studenti proseguiranno la loro formazione nella cucina didattica sulla trasformazione agroalimentare di latte, frutta e verdura nella cucina di un ristorante, sotto la guida degli chef Fulvio De Santa – CFP Stimmatini di Verona e Nunzio Moscillo – CFP Cefal Emilia Romagna, prenderanno il via i lavori del secondo workshop internazionale, dedicato all’Impresa Formativa, casi nazionali ed internazionali a confronto con testimonianze dal Belgio, dalla Polonia e dall’Italia. Seguirà un dibattito animato dal centro studi Adapt.

A moderare i lavori – introdotti dai saluti del Presidente di Scuola Centrale Formazione, Emilio Gandini – Arduino Salatin, preside dello IUSVE. Parteciperanno all’evento, inoltre, professionisti internazionali del settore, prevenienti da: Camerun, Regno Unito, Romania e Bulgaria. La sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale, la formazione di una nuova cultura del cibo che passa attraverso le nuove generazioni, la valorizzazione del prodotto e delle tradizioni locali senza mai perdere di vista il respiro internazionale entro cui queste processi si inseriscono sono gli obiettivi sui quali Scuola Centrale Formazione continuerà a focalizzare la propria attenzione nell’ambito di un evento divenuto ormai, un appuntamento annuale.

Ti potrebbe interessare anche...