Lugo. Unione: la XXVI fiera biennale della Bassa Romagna.

Lugo. Unione: la XXVI fiera biennale della Bassa Romagna.
Presentazione Fiera Biennale 2016

LUGO. La manifestazione per la prima volta sarà denominata ‘Bassa Romagna in Fiera’, ed è organizzata dalla società fieristica Ferrara Fiere Srl, con la collaborazione di Expo Fiere in qualità di segreteria commerciale.

La Fiera è stata presentata in conferenza stampa al Salone Estense della Rocca di Lugo. Sono intervenuti: Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Davide Ranalli, vice presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Giorgina Arlotti, direttrice di Ferrara Fiere Congressi Srl; Nicola Zanardi, consigliere di Ferrara Fiere Congressi Srl e responsabile della Biennale; Roberto Cicinelli della segreteria organizzativa.

“Novità di questa edizione è la modalità di assegnazione della Fiera, avvenuta con un bando – ha dichiarato il presidente dell’Unione, Luca Piovaccari -. Questa modalità ci ha condotto a lavorare con il secondo gruppo italiano di enti fieristici, il quale ci ha consentito di metterci immediatamente al lavoro e di farlo in modo collegiale con tutte le associazioni di categoria. L’indicazione del bando era quella di andare oltre alla fiera classica e creare un evento capace di costruire occasioni per il mondo imprenditoriale, ma anche capace di promuovere un intero territorio: la fiera sarà quindi occasione per discutere a 360 gradi dello sviluppo della Bassa Romagna, partendo naturalmente dal grande contributo che in questo senso può dare il tessuto imprenditoriale locale. La valenza di questa fiera è dimostrata anche dal fatto che all’inaugurazione sarà presente il ministro del Lavoro Giuliano Poletti”.

“Lugo è orgogliosa di ospitare questo evento – ha aggiunto il vice presidente dell’Ucbr, Davide Ranalli -, e proprio per questo si aprirà al pubblico, tenendo aperte le sue eccellenze culturali, quali il Teatro Rossini, la Rocca e il Museo Baracca. La risposta determinata e convinta delle Amministrazioni della Bassa Romagna e delle associazioni è stata confortata da un’altrettanta determinazione da parte delle aziende, che attraverso la loro adesione hanno dimostrato quanto tengono a questo evento, andando ben oltre le aspettative dettate dalla congiuntura economica. Tra gli impegni garantiti dal contratto, ricordiamo inoltre la volontà espressa nel bando di mantenere calmierate le tariffe rispetto alla scorsa edizione, che non hanno quindi subìto aumenti”.

“Posso testimoniare di aver trovato in Bassa Romagna un territorio colto e coeso – ha commentato Nicola Zanardi -, tutte le componenti della comunità hanno ben chiara l’identità che si vuole veicolare attraverso questo evento, e questo aspetto ha reso gratificante l’organizzazione di questa Fiera fin dalle prime fasi”.

“Le novità in campo riguardano gli spazi espositivi – hanno aggiunto Giorgina Arlotti e Roberto Cicinelli -. Il Comune di Lugo ha infatti concesso nuove aree (piazza Primo Maggio, via Baracca e i cortili esterni della Rocca), che consentiranno così di ampliare lo spazio per le aziende in lista d’attesa (circa 50). La “voglia di esserci” è tanta, come dimostra il fatto che le riconferme della passata edizione già garantiscono la copertura di ben l’85% degli spazi espositivi”.

Quest’anno sarà rivisitata l’area dedicata all’agricoltura e macchine movimento terra, che si svilupperà da piazza Cavour fino a piazza Primo Maggio, che acquisisce così per la prima volta un’identità specifica. Inedita anche la disposizione degli spazi all’interno del Pavaglione, che terranno conto della rinnovata piazza Mazzini, sia sotto il profilo estetico, sia funzionale. In piazza Mazzini sarà collocata l’arena dibattiti, che sarà gestita in sinergia con le associazioni di categoria. Saranno organizzati inoltre numerosi momenti di dibattito e convegni dalle stesse associazioni di categoria. Per esempio, sarà presente anche quest’anno lo stand condiviso di Cna e Confartigianato, dove il tema conduttore delle serate sarà lo sviluppo sostenibile.

L’evento sarà vivacizzato da una serie di incontri, dibattiti, momenti di intrattenimento. Novità di quest’anno, la presenza di una mongolfiera in volo vincolato, che riprende i fasti delle grandi fiere di fine Ottocento e sarà disponibile per il pubblico nelle giornate di domenica 11, sabato 17 e domenica 18 settembre. La piazzetta dei sapori (nella zona pedonale di piazza Trisi, già al completo) sarà come una fiera nella fiera e consentirà al pubblico un viaggio gastronomico attraverso diverse specialità provenienti da tutta Italia. Spazio anche ai ristoranti della Bassa Romagna, che avranno a disposizione uno spazio in largo della Repubblica, dove potranno proporre le proprie degustazioni per tutte le serate della Fiera.

Come nelle passate edizioni, sarà presente uno stand dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, con iniziative volte a promuovere da un lato il turismo sul territorio, dall’altro i servizi erogati, in particolare per quanto riguarda le politiche ambientali e giovanili.

Per la prima volta, il programma e il layout della Fiera sono stati valutati in stretta collaborazione tra l’ente gestore (Ferrara Fiere), l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e le associazioni di categoria: un percorso che ha garantito un risultato ampiamento condiviso negli intenti, con l’obiettivo specifico di valorizzare sempre più la componente espositiva territoriale.

È con questo imprinting che si presenta Ferrara Fiere Congressi Srl, che in aprile si è aggiudicata il bando per l’assegnazione delle aree pubbliche del centro storico di Lugo per gli eventi fieristici del triennio 2016-2018.

 

Per ulteriori informazioni, contattare Ferrara Fiere Congressi Srl al numero 0532 900713, email garlotti@ferrarafiere.it.

Ti potrebbe interessare anche...