Santarcagelo, tutto pronto per San Michele. Il programma della prima giornata di Fiera

Santarcagelo, tutto pronto per San Michele. Il programma della prima giornata di Fiera
fiera di san michele, santarcangelo

SANTARCANGELO DI R. È tutto pronto per l’edizione numero 644 della Fiera di San Michele, che entra nel vivo oggi (sabato 24 settembre). Si parte all’alba, con l’ormai tradizionale gara di canto per uccelli allo Sferisterio che alle 5 del mattino inaugurerà la Fiera. L’evento, realizzato in collaborazione con il gruppo amatoriale Uccelli da Richiamo, concluderà il Trofeo Romagna che si sviluppa in 16 tappe nel periodo compreso tra marzo e settembre. Come di consueto, torneranno anche “L’aia di una volta” in zona Sferisterio-Campo della Fiera, la “Corte degli animali” in via De Bosis, la mostra fotografica “Gli animali della Valmarecchia” allestita alla Pro Loco, nonché la campagna di sensibilizzazione per educare i bambini alla cura degli animali proposta da Tutto Zoo e quella dell’associazione ANPANA sulle colonie feline del territorio.

Oltre al tradizionale spazio per gli animali, l’edizione 2016 dell’antica Fiera degli uccelli presenta diverse novità a partire da “La Valmarecchia in piazza”, che trasformerà piazza Ganganelli in uno spazio di promozione per la Valmarecchia e le sue tradizioni, dai prodotti tipici agli antichi mestieri, dai vecchi attrezzi agli strumenti di una volta. Con “Fest-Agricola e la Vendemmia”, la piazza sarà anche il luogo d’incontro tra città e campagna, con i produttori locali che daranno vita a un mercatino delle specialità del territorio, valorizzando i prodotti di stagione. A tal proposito, la fattoria didattica “Il Giuggiolo” propone un incontro con Emilio Podeschi, che sabato 24 alle ore 16 spiegherà come praticare gli innesti d’autunno per gli alberi da frutto dell’orto. In piazza sarà presente anche il Museo Etnografico con un’area dedicata al ciclo del vino, dalla vigna al tino, con otto oggetti legati all’attività della vendemmia. Spazio anche al commercio e alla gastronomia con le bancarelle e gli stand attivi lungo le vie e le piazze del centro a partire dalle ore 8,30 fino  alle 22.

A proposito di prodotti del territorio, torna protagonista anche la cipolla dell’acqua di Santarcangelo: in occasione della Fiera, i ristoranti propongono infatti pietanze a base di cipolla con ricette della tradizione o proposte degli chef (l’iniziativa proseguirà fino al 2 ottobre). Sempre sabato 24 settembre, per i più piccoli, l’appuntamento è dalle ore 14 alle 19 con il Mercatino dei Bambini, che si terrà sotto i portici di piazza Ganganelli, mentre per tutta la durata della Fiera in piazza Marini sarà attivo un mini luna park.

Diverse anche le iniziative per la valorizzazione della lingua dialettale: sabato 24 settembre alle 17, in biblioteca, Ennio Grassi presenta “Dè par dè. Par zarchè ad svarnè”, l’ultima raccolta di poesie dialettali di Sergio Lepri (Pazzini Editore, 2016). Dopo “Al mulàighi d’un pasaròt”, scrive Ennio Grassi nel presentare il volume, “anche quest’ultima raccolta si avvale di una presentazione dell’autore che rivela, con onestà e sensibilità, le ragioni della propria poetica, tradotte nella forma di un diario minimo, che accoglie, con sommesso pudore, improvvise rivelazioni dell’anima, insieme al ricordo di persone e luoghi che si fanno eco (la misura è a volte quella lirico-epigrammatica, altre volte quella del racconto) di un mondo dove la storia privata, con pene e gioie spesso fugaci, era empaticamente condivisa dalla comunità”.

La Fiera sarà anche l’occasione per scoprire “I segreti delle grotte” che attraversano il Colle Giove. Italia nostra Valmarecchia e il Lavoriero dei Conventi organizzano infatti “Dedali e labirinti ipogei di Santarcangelo”, speciali visite guidate a due grotte “a vocazione religiosa”: la grotta Felici-Balducci e quella del Convento delle Clarisse (per prenotazioni occorre inviare un sms al 333/9705367 oppure scrivere a crisgambini@gmail.com). A chiudere la giornata di sabato 24 sarà lo spettacolo musicale di sport e Resistenza “Storia di una Repubblica”, con Dario Focardi (autore) e il cantautore Davide Giromini, produzione Teatri della Resistenza, in programma al Lavatoio alle ore 21,30 (l’iniziativa rientra nel programma delle celebrazioni per il 72° anniversario della Liberazione di Santarcangelo).

 

 

Ti potrebbe interessare anche...