Campagna nazionale Viva 2016 a Forlì per la rianimazione cardiopolmonare

12 ottobre 2016 0 commenti
Campagna nazionale Viva 2016 a Forlì per la rianimazione cardiopolmonare
Campagna nazionale Viva 2016 a Forlì per la rianimazione cardiopolmonare

FORLI‘. Per il quarto anno consecutivo, Italian Resuscitation Council raccoglie l’invito dell’Unione Europea e di European Resuscitation Council a promuovere, sviluppare e realizzare la Campagna di Sensibilizzazione per la Rianimazione Cardiopolmonare.

“Dal 2013 – spiega l’anestesista Francesco Landi, che ha introdotto la Campagna Viva  nel territorio forlivese, ora dedito prevalentemente alla campagna nazionale – insegniamo il massaggio cardiaco alla popolazione”

“La settimana Viva nazionale – prosegue – che è inserita all’interno del progetto europeo   “KIDS SAVE LIVES” , riconosciuto anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha pensato  di concentrare tutte le sue energie nella sensibilizzazione e nell’addestramento delle giovani generazioni. L’importanza di questo obiettivo è stata ribadita anche a livello istituzionale, e dal 2015, l ‘insegnamento del massaggio cardiaco agli studenti è stato introdotto all’interno della legge definita “la Buona Scuola”. La campagna vedrà il suo evento clou nella giornata di sabato 22 ottobre, quando, al Congresso Nazionale IRC di  Milano (Assago) si svolgerà il MASS TRAINING, la lezione di massa per far conoscere a migliaia di studenti, radunati per l’occasione, la rianimazione cardiopolmonare. All’evento parteciperanno anche quattro operatori del team forlivese di VIVA”

“Sempre in linea con l’obiettivo di educare i più giovani – conclude – abbiamo aperto una collaborazione per l’utilizzo del  famoso sito Skuola.net che, propone un questionario su come comportarsi in caso di arresto cardiaco, con risposte elaborate da operatori del gruppo Italiano IRC a domande formulate da adolescenti.”

Le coordinatrici della campagna per ForlìSandra Nocciolini e Debora Bombardi, anticipano a questo punto le iniziative che organizzeranno nel territorio.

“Quest’anno – spiegano Sandra Nocciolini e Debora Bombardi – entreremo per la seconda volta nelle scuole medie e superiori di Forlì e insegneremo le manovre di disostruzione delle vie aeree ai bambini, agli studenti e agli insegnanti. Il programma degli incontri sarà il seguente: lunedi 17 ottobre andremo al  Liceo Classico G.B.Morgagni di Forli, martedi 18 all’Istituto Tecnico Saffi Alberti di  Forli, mercoledi 19 alla Scuola Media di Villafranca e alla Scuola elementare Gianni Rodari di Forlì, giovedì 20 ottobre alla Scuola Media di San Martino in Strada e venerdì 21 ottobre al Liceo Scientifico Paulucci De’ Calboli di Forlì.”

Domenica 23 – proseguono le coordinatrici - ci recheremo al Maneggio “Raggio di Sole” dove incontreremo i ragazzi che lo frequentano e i genitori . Quello stesso giorno  gli operatori di VIVA si recheranno al Palafiera di Forlì  alla partita di basket Unieuro Forlì – APU Udine e coinvolgeranno gli atleti delle squadre giovanili nella campagna di sensibilizzazione”

La task force forlivese di VIVA, composta da medici e infermieri di Rianimazione, Pronto Soccorso, Medicina d’Urgenza, 118, Cardiologia di Forlì, sarà così impegnata, durante la “settimana di Viva” in una serie di incontri formativi, durante i quali si insegneranno, a studenti e a docenti, semplici manovre salvavita.

“I docenti – chiariscono le coordinatrici – identificheranno quali ore dedicare agli studenti per l’apprendimento del massaggio cardiaco e noi forniremo la nostra assistenza e i nostri materiali, ovviamente in modo del tutto gratuito e volontario. L’inserimento dell’insegnamento della rianimazione cardiopolmonare nel curriculum scolastico delle scuole italiane rimane sicuramente per IRC uno degli obiettivi da perseguire con determinazione, per aumentare il numero di vittime soccorse dai testimoni e quindi la sopravvivenza”.

Articoli più letti