Unione: il progetto ‘Futuro Green 2020′ si aggiudica il premio ‘Italian Resilience Awards’

Unione: il progetto ‘Futuro Green 2020′ si aggiudica il premio ‘Italian Resilience Awards’
Paola Pula, Laura Dalpiaz, Mariangela Baroni. Progetto futuro green 2020 bassa romagna

BASSA ROMAGNA. Il progetto Futuro Green 2020 ha ricevuto nei giorni scorsi a Roma un importante riconoscimento nazionale, vincendo la prima edizione del premio “Italian Resilience Awards” per la categoria Comuni con oltre 90mila abitanti.

Il premio, promosso da EcoNewsweb.it, Primaprint e Kyoto Club, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, di Anci, Agende 21 Locali e di Bai – Borghi autentici italiani, era rivolto agli enti locali e alle aziende che hanno intrapreso la strada dello sviluppo sostenibile e stanno attuando politiche vicine al concetto di resilienza, politiche cioè che interpretano i cambiamenti e innescano percorsi di transizione ed adattamento attraverso processi di condivisione.

Quattro le categorie in gara: Comuni fino a 90mila abitanti, Comuni con oltre 90mila abitanti, aziende con un fatturato inferiore a 100 milioni di euro e aziende con un fatturato superiore ai 100 milioni; molte le esperienze interessanti sui temi dell’energia, delle risorse ambientali e delle politiche green.

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, rappresentata dal sindaco referente per le Politiche energetiche Paola Pula e dalle referenti tecniche del progetto Futuro Green, Laura Dal Piaz e Mariangela Baroni, è risultata la migliore della categoria Comuni con oltre 90mila abitanti, concorrendo con numerosi progetti presentati da tutta Italia. Di tutto rispetto i diretti competitor che hanno ricevuto una menzione d’onore, tra cui il Comune di Bologna, il Comune di Milano e il Comune di Padova.

La premiazione si è svolta al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, nell’ambito del convegno Ecoincentriamoci 2016.

Siamo onorati di essere stati selezionati come vincitori del premio Italian Resilience Award 2016 – sottolinea Paola Pula – e orgogliosi dei risultati ottenuti dal progetto Futuro Green 2020. Il premio che ci è stato conferito è uno di questi ed è il frutto del lavoro corale e dell’impegno di tutti gli attori che hanno lavorato con noi in questi anni, condividendo gli obiettivi di miglioramento e riqualificazione energetica e ambientale del nostro territorio e impegnandosi in prima persona per un futuro sempre più sostenibile per la Bassa Romagna, un impegno che è per noi prioritario. Questo riconoscimento ci ha dimostrato che siamo sulla strada giusta e ci stimola a impegnarci ancora di più. Quale modo migliore infatti per celebrare l’Energy Day, indetto proprio in questi giorni dalla Regione Emilia-Romagna? Possiamo dire che in Bassa Romagna ogni giorno è un Energy Day”. 

“Futuro Green 2020” è un progetto quadro che intende affiancare i processi di pianificazione e progettazione collegati al Piano energetico e alle attività previste dal Paes della Bassa Romagna con un percorso di creazione di valore sul tema del risparmio energetico e della riduzione di emissioni di Co2.

L’obiettivo, a lungo termine, è di diffondere una nuova sensibilità e incidere, di conseguenza, sugli stili di vita delle persone e delle imprese della Bassa Romagna. A oggi conta 25 partner oltre l’Ucbr e numerosissime attività portate avanti a partire dalla definizione di un marchio e di un’immagine condivisa, dalla redazione di buone prassi di lavoro e di un piano formativo per professionisti e imprese, ha in corso di realizzazione progetti con le scuole, fino alla definizione di nuovi strumenti di comunicazione e di collaborazioni con nuovi enti del territorio.

Ti potrebbe interessare anche...