‘Il respiro di Camaldoli’ : riparte il progetto ‘Dieci parole per vivere’ con il monaco camaldolese Giacomelli.

‘Il respiro di Camaldoli’ : riparte il progetto ‘Dieci parole per vivere’ con il monaco camaldolese Giacomelli.
eremo camaldoli

CAMALDOLIMercoledì 18 gennaio alle 20,45 alla Fraternità San Damiano (Via Oberdan 6) riprende il progetto ‘10 parole per vivere’ con il monaco camaldolese Gianni Giacomelli che tratterà della  parola ‘Ascolto’.
Il respiro di Camaldoli’, sulle orme di San Romualdo – questo il titolo della rassegna promossa da padre Claudio Ciccillo – vuole essere un’opportunità per ascoltare parole millenarie e sapienti che hanno avuto origine nella nostra città, patria di Romualdo e Pier Damiani. Parole che come scrigni conservano profumi e sapori che sanno di eterno presente, che incarnano i sogni che albergano nel cuore di tutti e di ciascuno, quei significati che non sono soggetti alle mode e al passare del tempo perché sono iscritti con segno indelebile nel cuore dell’uomo di ogni fede, cultura, tempo e luogo.

Da quando alcuni uomini e donne iniziarono a ritirarsi nel deserto cercando di seguire Dio ascoltando la sua Parola dal profondo dell’interiorità in cui era pronunciata, il monachesimo ha cercato di scorgere il senso profondo della Vita. È così che chi cerca Dio trova l’uomo e viceversa chi cerca l’uomo trova Dio, in un amoroso rincorrersi. Sarà questa parabola l’oggetto dell’incontro con il priore di Fonte Avellana dal titolo  ’Ascoltare la vita, ovvero dalla grotta alla piazza’.
L’eremita come fu Romualdo di Ravenna – ci anticipa Giacomelli –  si ritira in un luogo solitario inizialmente per fuggire quel mondo dove non riesce più a scorgere il volto di Dio; per poi riscoprire nell’ascolto della Parola un’umanità che di quello stesso Dio è il volto. Per questo ritorna nel mondo da cui è fuggito, per servire gli uomini, e la storia come il luogo profetico dove Dio parla. Parleremo, continua il monaco camaldolese, di bene-dizione e di bene-volenza come del frutto maturo dell’ascolto incrociato della Parola di Dio e della Vita di ogni giorno come luogo Umano/Divino.

L’associazione ‘Romagna- Camaldoli’ e Trail Romagna
 da sempre legate alla confraternita dei monaci camaldolesi con il cammino fisico e spirituale ‘Via Sancti Romualdi’ accolgono con grande soddisfazione l’occasione offerta dalla Fraternità San Damiano di incontrare a Ravenna i monaci camaldolesi, messaggeri di una spiritualità dalle radici antiche e dallo sguardo ‘alto’, rivolto al futuro. Un’opportunità aperta a tutti che i concittadini e da non farsi sfuggire.

Ti potrebbe interessare anche...