Emilia Romagna. Forlì: Il ‘Morgagni-Pierantoni’ scelto per il convegno nazionale ‘Smart Hospital 2.0′.

Emilia Romagna. Forlì: Il ‘Morgagni-Pierantoni’ scelto per il convegno nazionale ‘Smart Hospital 2.0′.
DSC_4395 Convegno Smart Hospital 2.0-FORLI' (RIDOTTE)

FORLI’. Si è svolto all’ospedale di Forlì il convegnoSmart Hospital 2.0′  che l’Associazione italiana di telemedicina e informatica medica e l‘Istituto internazionale di telemedicina hanno organizzato in occasione del terzo workshop nazionale ‘Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) nei sistemi informativi ospedalieri, visti non solo dalla parte di operatori e tecnici, ma anche dalla parte dei pazienti’.

 

“La sanità forlivese – ha esordito il sindaco di Forlì, Davide Drei – è sempre stata precursore nelle attività cliniche, chirurgiche e nell’informatizzazione. Questo importante patrimonio ora è andato in dote alla sanità romagnola.”

Anche l’onorevole Marco di Maio e il consigliere Paolo Zoffoli, presidente della commissione politiche per la salute regionale, hanno ribadito l’importanza della digitalizzazione in sanità e la necessità di coinvolgere prima di tutto gli operatori nei processi di sviluppo tecnologico, mentre Paolo Masperi,  direttore del presidio ospedaliero forlivese ha candidato il ‘Morgagni -Pierantoni‘ a diventare riferimento e luogo di sperimentazione regionale per la diffusione dell’ICT negli ospedali.
Negli ultimi anni, il mondo della Sanità è stato caratterizzato da un trend che ha visto un costante aumento della pervasività dell’informatizzazione in tutti i processi chiave: dalle pratiche cliniche, all’assistenza ai cittadini-utenti, fino all’amministrazione e controllo. Oggi l’Ict rappresenta una delle poche risposte possibili per superare il potenziale contrasto tra le esigenze di contenimento di costi e la crescente richiesta di servizi sanitari universalmente accessibili e di qualita’

“Da molti anni medici e tecnici dell’ospedale di Forlì – spiega Diana Morgagni, chirurga forlivese e responsabile del Convegno – vengono chiamati a partecipare in convegni scientifici e sanitari per raccontare l’esperienza forlivese in tale settore. Il progetto aveva compreso tre livelli di sviluppo, contemporaneamente alla costruzione del nuovo complesso ospedaliero di Forlì: la realizzazione di un applicativo standard per la cartella clinica on line, l’automazione di servizi quali la preparazione e fornitura della terapia dose unitaria giornaliera, l’implementazione di una rete – e la sua estensione wi-fi – in grado di garantire connettività e copertura al complesso ospedaliero in totale sicurezza”.

 

Ti potrebbe interessare anche...