Lugo. Riunito il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. In calo i furti ( -31%), d’auto e nelle abitazioni.

19 maggio 2017 0 commenti
Lugo. Riunito il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. In calo i furti ( -31%), d’auto e nelle abitazioni.
Lugo. Riunito il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza. In calo i furti ( -31%), d'auto e nelle abitazioni.

LUGOGiovedì 18 maggio alle 10 nella sala del Consiglio della Rocca di Lugo si è tenuto il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, organizzato dalla prefettura di Ravenna su richiesta dei sindaci dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna. All’incontro erano presenti le massime autorità provinciali delle Forze dell’ordine , i sindaci dei nove Comuni dell’Unione, nonché i rappresentanti delle Associazioni economiche.

 I  DATI. Il prefetto Francesco Russo e il questore Rosario Eugenio Russo hanno presentato i dati relativi ai furti commessi nel territorio della Bassa Romagna, in calo rispetto agli anni passati. Complessivamente, i furti sono calati del 25%. Dal 2015 a oggi i furti in abitazione sono calati del 31,3%; solo nel primo quadrimestre del 2017, rispetto agli stessi quattro mesi del 2016, il calo è stato del 28%. Nell’ultimo triennio sono calati inoltre i furti con destrezza (-13%), i furti in esercizi commerciali e aziende (-5,4%) e i furti d’auto (-57,5%). Il territorio della Bassa Romagna ha avuto gli indici di calo maggiori, sia a livello provinciale, sia regionale, come evidenziato durante il Comitato.
Durante il Comitato, il presidente dell’Unione Luca Piovaccari ha formalmente consegnato al prefetto Francesco Russo il progetto per la realizzazione di 20 varchi di controllo degli accessi al territorio. “Lavoreremo affinché il progetto dei varchi possa essere realizzato in tempi rapidi – ha dichiarato il Prefetto -. La selezione dei punti in cui verranno posizionata sarà scelta affinché vi possa essere un coordinamento a livello provinciale”.

 I COMMENTI. “Il Comitato è un momento fondamentale per condividere le azioni intraprese e i progetti futuri in termini di sicurezza – ha dichiarato il presidente dell’Unione Luca Piovaccari -. La Bassa Romagna punta a lavorare su tre assi: la collaborazione tra gli enti locali, la prefettura e tutte le Forze dell’ordine; il coinvolgimento attivo della cittadinanza e lo sviluppo della videosorveglianza.
Una videosorveglianza di ultima generazione, utile ben oltre la deterrenza poiché funzionale soprattutto all’attività di prevenzione dei reati. Per questo abbiamo stanziato 250mila euro per la realizzazione dei varchi, che non è un punto di arrivo, ma può essere un’occasione per ulteriori investimenti che potrebbero vedere coinvolti anche i privati, in particolare le imprese”.

È stato inoltre ufficialmente annunciata l’intenzione di assumere dieci nuovi agenti di Polizia municipale, portando l’effettivo a 75 agenti.

“L’attività di controllo e presidio del territorio della Polizia municipale ci consente di liberare forze per altri compiti – ha dichiarato il Prefetto -. In virtù di questo impegno straordinario, stiamo lavorando affinché si consenta anche agli agenti di Polizia municipale l’accesso alla banca dati oggi consultabile solo da Polizia e Carabinieri. L’Osservatorio provinciale sugli incidenti stradali ci segnala inoltre che i box per autovelox installati nei comuni della Bassa Romagna stanno dando importanti risultati per la riduzione della velocità e, su questo esempio, stiamo suggerendo di intraprendere la stessa azione anche negli altri comuni della provincia”.

“L’obiettivo dei sindaci è quello di rendere sempre più attrattivo il nostro territorio e per fare questo crediamo che sia importante renderlo più sicuro – ha dichiarato il sindaco Daniele Bassi, referente per la Sicurezza dell’Ucbr -. Abbiamo condiviso questo impegno con tutte le forze sociali, in particolare con le associazioni di categoria e, grazie alla disponibilità della Prefettura, abbiamo potenziato le collaborazioni con tutte le Forze dell’ordine.
L’insieme di queste azioni sta pagando con risultati concreti, come dimostrano i dati. L’impegno dell’Unione per la sicurezza è anche in termini economici: stiamo assumendo dieci nuovi agenti di Polizia municipale e investiremo 250mila euro per la realizzazione dei varchi d’accesso al territorio”.

REAZIONI DELLE ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALILe associazioni imprenditoriali hanno accolto positivamente gli interventi preannunciati dalla giunta dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna: “Condividiamo la necessità di consolidare e ampliare ulteriormente la collaborazione tra le Forze dell’ordine dello Stato e la Polizia municipale, nonché lo sforzo teso ad aumentare il coinvolgimento sociale – ha dichiarato Luciano Tarozzi, presidente del Tavolo dell’imprenditoria della Bassa Romagna -. Ringraziamo la giunta della Bassa Romagna per l’attenzione dedicata al tema della sicurezza e per gli investimenti preannunciati; gli imprenditori vogliono contrastare il senso di insicurezza dei cittadini che compromette la qualità della vita e la solidarietà che da sempre è stata un tratto fondante delle nostre comunità”.

Il colonnello Massimo Cagnazzo, comandante provinciale dei Carabinieri, ha anticipato al Comitato che nelle prossime settimane sarà disponibile un vademecum dei Carabinieri con disposizioni utili alla prevenzione dei reati, che si aggiunge a quello realizzato per contrastare le truffe, rivolto in particolare alle fasce deboli.
Il comandante provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Andrea Fiducia, ha sottolineato come l’impegno della Guardia di finanza nel concorrere alla sicurezza pubblica sia rivolto tra le altre cose alla lotta all’abusivismo e al lavoro irregolare, lodando la Tenenza di Lugo per il lavoro straordinario effettuato di recente, portando a termine operazioni di prima importanza come il sequestro di 100mila prodotti illecitamente commercializzati con il marchio Made in Italy e l’individuazione nel 2016 di 141 lavoratori irregolari.

 

IL COMITATO. Al Comitato erano presenti il presidente dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari, il vice presidente Davide Ranalli, il sindaco di Alfonsine Mauro Venturi, il sindaco di Bagnacavallo Eleonora Proni, il sindaco di Conselice Paola Pula, il sindaco di Fusignano Nicola Pasi, il sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi, il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani, il vice sindaco di Bagnara di Romagna Mauro Bellosi.

Per le Forze dell’ordine erano presenti il prefetto Francesco Russo, il questore Rosario Eugenio Russo, Scipione De Leonardis della Direzione anticrimine di Ravenna della Polizia di Stato, il comandante provinciale dei Carabinieri Massimo Cagnazzo, il comandante provinciale della Guardia di finanza Andrea Fiducia, il comandante della Tenenza di Lugo della Gdf Alessia Iacomino, la dirigente del Commissariato di Lugo della Polizia di Stato Paola Aulizio, la comandante della Polizia municipale della Bassa Romagna Paola Neri.
Per il Tavolo delle imprese erano presenti Marco Bellosi (Coldiretti Lugo), Nicola Leo (Cia Lugo), Angelo Formigatti (Confagricoltura Ravenna), Giancarlo Melandri (direttore di Confesercenti Lugo), Roberto Massari (direttore Cna Bassa Romagna), Massimo Baroncini (presidente Cna Bassa Romagna), Luciano Tarozzi (segretario di Confartigianato Bassa Romagna), Luca Massaccesi (presidente di Ascom Confcommercio Lugo), Stefano Pucci e Fabrizio Simoni (Confindustria Romagna), Lorenzo De Benedictis (Legacoop Romagna).

 

 

 

Articoli più letti