San Marino. La leggenda del dragone rivive nella prima Torre, grazie ai fanciulli e alla corte di Olnano.

San Marino. La leggenda del dragone rivive nella prima Torre, grazie ai fanciulli e alla corte di Olnano.
IL MIRACOLO DELLE ROSE

REPUBBLICA SAN MARINO. Sabato 29 luglio 2017 alle ore 21.30, all’interno della suggestiva cornice della Guaita, l’associazione storico culturale sammarinese I fanciulli e la corte di Olnano’ (con il patrocinio delle segreterie al Turismo e alla Cultura ed in  collaborazione con gli Istituti culturali , sezione Arti performative e l’ufficio del Turismo) presenterà lo spettacolo teatrale: ‘Il miracolo delle rosescritto, a seguito di studi e ricerche effettuate nella nostra Biblioteca di Stato, da Daniela Boncompagni e Fulvia Casadei  e diretto dall’attore e regista Mauro Granaroli.

Lo spettacolo narra un frammento di storia sammarinese, ambientato nel Medioevo, intorno all’anno 1442, quando ancora a quel frammento di terra del Castello di Borgo maggiore che è Valdragone, non era stato dato il nome che porta oggi e quando la chiesa Dei Servi di Maria non era ancora stata eretta.
Con il ‘Il miracolo delle rose‘   I fanciulli e la corte di Olnano  desiderano trascinare il pubblico sammarinese e non, nella magica atmosfera del Medioevo, facendogli vivere le suggestioni delle vicende di quel tempo lontano e contemporaneamente far conoscere a concittadini ed ospiti un pezzetto della storia del nostro paese per continuare a tramandare quella tradizione culturale, che è oggi patrimonio dell’Umanità.
Insomma una narrazione scenica in atto unico, un percorso tra storia e leggenda, realtà e finzione, suggestioni del Male ed opere del Bene… il tutto riferito agli eventi che caratterizzarono la metà del ‘400 a San Marino e nelle terre limitrofe. Sarà un momento fortemente evocativo, sia per chi desidera conoscere San Marino e i sammarinesi, sia per chi, essendo sammarinese, ama riscoprire e rievocare le gesta di chi lo ha preceduto e lo spirito che lo animò.

L’associazione ‘I fanciulli e la corte di Olnano’ assieme alla ‘Compagnia dell’istrice’ è inoltre presente da dieci anni a questa parte nella prima torre Guaita, dove rievoca, con mobilia, suppellettili e attrezzature fedelmente riprodotte, squarci di vita dell’età di mezzo. Da 15 anni si occupa infatti di rievocazione storica ed ha come scopo: recuperare la valenza storico-culturale del periodo tardo medievale, con specifico riferimento alla realtà sammarinese e alle zone limitrofe.
La Guaita, il monumento più antico e rappresentativo di San Marino viene così valorizzato, animato e fatto rivivere con punti didattici, visite guidate, danze, canti ed esibizioni teatrali. Nell’estate 2017 sarà presente alla Guaita dal 22 al 27 luglio dalle 10.00 alle 20.00 e dal 28 al 30 luglio dalle 10.00 alle 23.00.
Per il Progetto Guaita e lo spettacolo ‘Il miracolo delle rose’ si ringraziano tutti coloro che in questi anni hanno creduto in noi e ci hanno sostenuti rendendo così possibile rivivere questo frammento della nostra storia; in particolare per il corrente anno: la segreteria al Turismo, la segreteria alla Cultura, gli Istituti culturali, l’ufficio del Turismo, l’ente Cassa di Faetano, la Giochi del Titano, il consorzio Terra di San Marino, Fiordi Verbena, il ristorante La terrazza.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...