Ravennate. Protezione civile, altra allerta ‘arancione’ per temperature estreme fino a sabato 5.

Ravennate. Protezione civile, altra allerta ‘arancione’ per temperature estreme fino a sabato 5.
Caldo estremo (rep)

RAVENNA. Dalla mezzanotte di venerdì 4 agosto alla mezzanotte di sabato 5 agosto, è attiva nel territorio del comune di Ravenna l’allerta meteo numero 79, per temperature estreme, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. L’allerta, come le due precedenti, è sempre arancione.

L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione ‘Informati e preparati‘ (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).

Le  strutture di Protezione civile stanno tenendo costantemente monitorata la situazione.

I CONSIGLI. “Persistono le temperature estreme nella nostra zona. Per questo, come nei giorni scorsi, ribadisco di continuare a mettere in atto le adeguate misure di autoprotezione  – dichiara il sindaco Michele de Pascale -: non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto per anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti; in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi,  in caso si usi un ventilatore non indirizzarlo direttamente sul corpo;
bere e mangiare molta frutta ed evitare bevande alcoliche e caffeina, in generale è opportuno consumare pasti leggeri; indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all’aperto evitando le fibre sintetiche. Se in casa c’è una persona malata, fate attenzione che non sia troppo coperta”.

“Gli uffici del comune di Ravenna, da alcuni gironi, si sono attivati per seguire le procedure previste dal Piano comunale di Protezione civile in caso di allerta arancione, come quella prevista per le prossime ore. Alleghiamo l’elenco delle strutture pubbliche utilizzabili in caso di necessità per trovare refrigerio. All’interno di tali strutture, e negli orari indicati, la cittadinanza troverà i rappresentanti delle associazioni di volontariato di Protezione civile che coglieranno l’occasione per spiegare alla cittadinanza, per quanto di competenza, le attività relative alla Protezione civile. Si mantengono i contatti con Ausl e Servizi sociali per l’assistenza alla popolazione”.

 

Ti potrebbe interessare anche...