Rimini. Al via 37 cantieri per 54 milioni di euro d’investimento. Per dare un nuovo volto alla Città.

Rimini. Al via  37 cantieri per 54 milioni di euro d’investimento. Per dare un nuovo volto alla Città.
Rimini Arengo

RIMINI. E’ stato il cantiere della ‘Corte a mare’ di piazza Malatesta il primo di quelli che dopo la pausa ferragostana con il completamento dei percorsi interni, la fornitura dei materiali lapidei, la valorizzazione dei reperti archeologici hanno già ripreso ad essere operativi, ma diversi, già dall’inizio della prossima settimana, sono in procinto di partire per avviarsi a conclusione nei tempi prefissati dal proprio crono programma dei lavori.

IL PROGRAMMA. E’ quanto emerge dal Programma d’attuazione delle principali opere pubbliche, in corso o in procinto di avviarsi già dalle prossime settimane, predisposto dalla Direzione Lavori pubblici del Comune di Rimini, al centro del periodico incontro d’aggiornamento dei tecnici della direzione.
Ne emerge un quadro di 37 cantieri, tra grandi e piccoli, per un totale d’investimenti pari a 53.986.333 euro in cui, con 25 milioni l’uno e 5 l’altro, fanno la “parte del leone” l’intervento per la realizzazione della vasca di laminazione in piazzale Kennedy e quello di Acqua Arena, dove con la posa dei collegamenti dei sottoservizi di cantiere, hanno preso il via i lavori preliminari e propedeutici alla realizzazione delle opere di fondazione di Acqua Arena, il nuovo polo natatorio pubblico, moderno e polifunzionale, del comune di Rimini.
Da segnalare come al computo economico dei 94 milioni debbano aggiungersi le somme per la realizzazione delle rotatorie sulla Statale 16 all’altezza della consolare San Marino e di via Montescudo dove, chiusa la conferenza di servizi sul progetto definitivo dovrebbe essere ormai imminente la redazione del progetto esecutivo e la conseguente approvazione del progetto presso Anas, Ministero e Comune entro il dicembre 2017 per traguardare entro giugno 2018 la procedura di gara europea e affidamento.

COMMENTI. “Un grande sforzo e un grande impegno da parte di tutta la struttura – ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad – senza il quale non potremmo pensare di veder realizzato quel progetto di trasformazione della città con cui, poco più di un anno fa, ci siamo presentati ai riminesi. Uno sforzo di cambiamento capace, accanto alle grandi opere che segnano il cambio di passo strutturale, di intervenire anche con interventi di manutenzione omogenei sull’intero territorio cittadino. Un impegno che senza tenere la “barra” ben salda e, soprattutto, ben sotto controllo così come stiamo facendo avrebbe più di una difficoltà.”

In particolare, oltre agli interventi in corso sul Centro storico al centro della visita di domenica scorsa del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, a cui sono stati illustrati dal sindaco Andrea Gnassi i programmi di riqualificazione urbana e di recupero dei contenitori storici e culturali della città, nel quadrante urbano compreso tra Ponte di Tiberio, Teatro Galli, piazza Malatesta e ex Cinema Fulgor, sono gli interventi legati alla fluidificazione della viabilità i primi destinati ad essere definitivamente terminati. Nel mese di settembre è infatti previsto il completamento della nuova rotatoria attualmente in costruzione all’intersezione con le vie Flaminia Conca – Carlo Alberto Dalla Chiesa – viale Della Repubblica (450.000 euro), dove dopo il montaggio del cordolo da lunedì riprenderanno i lavori per la sua conclusione, così come avverrà sull’ intersezione via Emilia – Popilia – dei Cipressi alle Celle (390.000 euro la spesa), dove dopo aver sistemato via dei Cipressi, aver aperto la via Popilia, terminata la posa della nuova pavimentazione, aver fatto entrare in funzione la nuova rotatoria dai primi di agosto, con la riapertura delle ditte fornitrici dalla pausa estiva, si riprenderà con l’installazione degli arredi, ovvero di panchine, portabici e verde e apparato divulgativo, nonché il nuovo parcheggio su Via XXIII Settembre, l’installazione del semaforo ciclopedonale davanti all’edicola di fianco alla chiesa ortodossa così da consentire l’attraversamento della via Emilia in sicurezza.

RIQUALIFICAZIONE URBANA.  Tornando agli interventi di riqualificazione urbana e di recupero dei contenitori storici e culturali della città, si evidenzia come sia prevista nel novembre 2017 e nel gennaio 2018 la conclusione gli interventi 3 e 4 in corso del Progetto Tiberio (900.000 più 950.000 euro) e, nell’ottobre 2017, l’intervento Corte a mare (950.000 euro la spesa), che iniziato l’8 maggio 2017 si sviluppa lungo il perimetro di Castel Sismondo delimitato dalla falsabraga costituita dal bastione poligonale che si interpone tra l’ingresso del castello e l’antico fossato.
Nel quadro dei quattro interventi previsti per il ‘Museo Fellini’ il secondo stralcio ‘Giardino del Castello’, quello che interesserà la parte più a nord della piazza racchiusa dalle mura, prevede la sistemazione a verde e arredo urbano dell’area, la realizzazione di un’arena destinata agli spettacoli, di un percorso sopraelevato e di percorsi pedonali, con l’obiettivo di favorire una nuova fruizione di uno dei luoghi più carichi di storia della città. In tema, verso la conclusione l’intervento sul Cinema Fulgor, uno dei pilastri su cui poggia il progetto del Museo Fellini, dove concluso l’intervento di ristrutturazione di Palazzo Valloni è in corso il secondo intervento, con il montaggio degli apparati scenografici che il tre volte premio Oscar Dante Ferretti ha progettato appositamente per queste sale, ispirandosi alle atmosfere dei cinema degli anni Trenta.
I lavori di ricostruzione di Palazzo Valloni per un importo complessivo di euro 8.470.000 euro sono stati interamente finanziati dall’ASP Valloni proprietaria dell’immobile. Sia gli interventi sul Fulgor che sul Teatro Galli (entro il mese di novembre è previsto il completamento delle murature perimetrali faccia a vista del corpo della torre scenica, così che l’intera struttura del teatro apparirà ultimata nella sua interezza) esulano dal programma della direzione dei Lavori pubblici per essere seguiti dalla unità operativa Progetti speciali, che tra i grandi interventi ha anche quello della nuova circonvallazione di Santa Giustina.

Rimanendo sulla grande viabilità dopo essere stati aggiudicati sono in procinto di partire i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria sulla S.S. 16 in prossimità dello stabilimento Valentini e collegamento con la Via Aldo Moro, lo stralcio A e B dal costo di 2.658.000 euro la cui conclusione è prevista contrattualmente entro 12 mesi, mentre per la terza parte, l’intervento denominato ‘C’, spesa prevista 2.300.000 euro, si sta concludendo la predisposizione degli schemi progettuali con cui si provvederà alla realizzazione di un sottopasso carrabile alla S.S. 16 ‘Adriatica’.
In ultimazione i lavori di riqualificazione dell’ex Globo (150.000 euro), il complesso che sorge vicino alla stazione ferroviaria e destinato a diventare la nuova velostazione di Rimini, un’area non solo di deposito e custodia delle biciclette, ma anche punto d’incontro e socializzazione capace di favorire la mobilità ciclabile in una zona strategica della città. Un intervento (90.000 euro)completato dal rifacimento della nuova biglietteria del trasporto pubblico per la stazione, che antistante la Stazione ferroviaria di piazzale Cesare Battisti, è stata completamente ammodernata intervenendo così su un nodo di interscambio di pubblico interesse e riqualificando un’area sempre più strategica della città.

Pronti a concludersi anche numerosi interventi diffusi sul territorio per oltre 400.000 euro, in parte di manutenzione del verde comunale (200.000 euro), in parte su una trentina di edifici comunali gran parte scuole.
Sul verde comunale si 15 interventi da attuarsi su tutto il territorio comunale, alcuni dei quali verranno realizzati anche attraverso il contributo di soggetti privati e associazioni che hanno donato beni finiti quali giochi, arredi o alberi nello spirito di collaborazione e coinvolgimento dei cittadini alla manutenzione e miglioramento dello spazio pubblico. 220.000 euro è invece la spesa degli interventi in corso sulle scuole comunali che come priorità hanno l’aumento della sicurezza sia degli ambienti che dell’utenza.

In particolare i lavori hanno riguardato i solai in 7 scuole (Casadei, Decio Raggi, Toti, San Fortunato, Il Delfino, Miramare, Boschetti Alberti), con l’installazione di controsoffitti antisfondellamento e la sostituzione delle plafoniere delle scuole Casadei e Miramare con dispositivi led; nella scuola di Corpolò ormai ultimati lavori di adeguamento antincendio, sistemazione degli infissi, tinteggiature interne; in cinque nidi (Cappellini, Doremi, Pollicino, Cerchio Magico, Aquilotto) avviati gli interventi di adeguamento antincendi; alla Vela sostituiti gli infissi per adeguamento alle norme di sicurezza e del risparmio energetico, nonché la sostituzione della pavimentazione interna con nuova pavimentazione in linoleum a completamento dell’intervento avviato lo scorso anno; alle Case nuove: sostituzione infissi piano primo per adeguamento alle norme di sicurezza e del risparmio energetico; – Cerchio Magico: rifacimento manto impermeabile. Per la fine del mese di settembre, inoltre, prevista la conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria con cui i locali, in passato utilizzati come casa del custode dell’Istituto Einaudi di Viserba, potranno essere utilizzati e resi disponibili per l’Istituto comprensivo statale Fermi attraverso un insieme di opere di adeguamento e miglioramento funzionale e distributivo.

L’IMPEGNO PIU’ GROSSO. Nel mese di settembre previsto anche l’intervento più impegnativo (560 mila euro) per la riqualificazione energetica e strutturale alla scuola materna statale ‘Gabbianella’, al Villaggio primo maggio, che trasformerà la vecchia scuola in un edificio capace di un bilancio fra energia consumata ed energia prodotta prossimo allo zero.
Verso la conclusione anche l’intervento di manutenzione della palestra della scuola primaria ‘G.B. Casti’, una delle palestre scolastiche più frequentate sia dagli studenti che dalle associazioni sportive riminesi. Un intervento che rientra nel più ampio programma di riqualificazione e valorizzazione degli impianti sportivi messi in campo negli ultimi anni dall’Amministrazione comunale.

LE STRADE. Sul fronte della manutenzione strade invece emerge come ai 491.000 euro previsti per le riasfaltature già approvate dalla Giunta – le strade su cui si interverrà sono via Bastioni Settentrionali, da corso Giovanni XXIII al porto; via Belli e parallele, via Boito, via Capizucchi, via Lecco e traverse, via Palmiri, dalla statale Adriatica a via Varisco, via Piangipane, via Ruzzante, via Tonti e zona,
la traversa via Consolare RSM all’altezza del ristorante ‘C’era una volta’, via Spinello nel tratto da via Linaro al confine comunale, via Trento nel tratto da via Nazario Sauro a via Monfalcone, sulla traversa di via Tolemaide che conduce al CAAR e IKEA, la direzione Lavori pubblici potrà contare su nuove risorse finanziarie per due milioni di euro destinati al capitolo della alla manutenzione straordinaria delle strade derivanti dalla vendita delle azioni Hera, secondo un piano di intervento che seguirà un crono programma di priorità già prestabilito in considerazione delle progettazioni avanzate.

LA CASA DEL VOLLEY. Previsti per novembre, infine, i lavori partiti il 22 maggio scorso per la realizzazione della Casa del volley, l’impianto sportivo che sta sorgendo in via Bidente, che avrebbe dovuto essere realizzata dalla ditta Ge.Cos. di Rimini quale soggetto attuatore del piano particolareggiato di iniziativa privata ‘Porta Sud‘ ma che, vista la manifesta inadempienza della ditta ad ottemperare all’impegno, l’Amministrazione comunale ha deciso di realizzare direttamente in sostituzione della ditta grazie alla polizza fideiussoria di 1.390.000 euro escussa.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...