Comacchio. Riflettori accesi sulla XIX Sagra dell’anguilla. Tra arte, cucina e antichi mestieri.

Comacchio. Riflettori accesi sulla XIX  Sagra dell’anguilla. Tra arte, cucina e antichi mestieri.
Anguilla 7906

COMACCHIO. Riflettori accesi sulla XIX edizione della Sagra dell’anguilla, per celebrare la cucina tipica insieme a nuove intese gastronomiche. Un’esperienza tutta da vivere tra antichi mestieri, tradizioni popolari, buona tavola, escursioni, eventi culturali, visite guidate, gemellaggi, patti d’amicizia, mostre e molto altro.
Comacchio allarga la rete di relazioni internazionali nel segno della buona cucina, delle tipicità gastronomiche locali e delle tradizioni culturali. La diciannovesima edizione della Sagra dell’anguilla interpreta a fondo lo spirito che anima gli organizzatori dell’evento e le tante località che hanno allacciato con la Città di Comacchio rapporti di collaborazione, gemellaggi o patti di amicizia.

Durante i tre fine settimana dell’evento gastronomico che celebra l’anguilla, regina incontrastata tavola lagunare, avranno luogo infatti incontri, iniziative culturali ed eno-gastronomiche, tese allo scambio di esperienze e alla conoscenza reciproca. Ad alzare il sipario sul programma istituzionale della sagra, sabato 30 settembre, alle ore 12, presso il Museo Delta antico sarà la mostra ‘Itinerari dell’arte tra terre e acqua. Il Guercino a Comacchio‘.
Sino al 6 gennaio prossimo sarà esposto, in una delle sale del museo, il dipinto ‘Cena in Emmaus‘, realizzato tra il 1621 ed il 1622 dal celebre pittore centese. Per l’occasione, che da il via ad una nuova, prestigiosa collaborazione con il comune di Cento, sarà presente il sindaco Fabrizio Toselli.

 

L’inaugurazione, sarà preceduta, il 29 settembre, alle ore 19.30 da un connubio gastronomico, organizzato in occasione dell’Anteprima della sagra, con una delegazione di Cintello di Teglio Veneto. Il gruppo cucinerà il Bisàt (anguilla) in umido, per suggellare un’intesa a tavola con la città di Comacchio, il cui brodetto d’anguilla è riconosciuto in tutto il mondo.

 

“Saluti da Cherso” è invece il nome dell’esposizione di antiche cartoline dell’Isola di Cres, gemellata con Comacchio dal 2008. La mostra, allestita, dal 30 settembre nelle sale espositive di Palazzo Bellini, sarà visitabile, ad ingresso gratuito, sino al 15 ottobre 2017 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18 con orario continuato nei giorni del sabato e della domenica).

 

Un evento culturale di primissimo piano è quello che andrà in scena alle ore 17, sempre sabato 30 settembre, nella sala della Biblioteca civica “Ludovico Antonio Muratori”, dove Andrea Samaritani e Lucia Felletti presenteranno il loro libro fotografico “Comacchio. La città e le sue leggendarie Valli” (Minerva Edizioni, Bologna). Sarà presente lo scrittore Marcello Simoni, autore di numerosi best-seller, letti e tradotti in tutto il mondo.

 

Si rinnova, consolidandosi, il legame di amicizia con lo chef giapponese Hiroshi Ogata, tra i massimi esperti di cucina a base di anguilla, proclamato lo scorso anno ambasciatore nel mondo della cucina comacchiese.

 

Il 1° ottobre, alle ore 16, in Piazzetta della Pescheria, Ogata insegnerà ai cuochi dello stand della Sagra dell’anguilla, le tecniche giapponesi per preparare l’anguilla sulle braci. Alle ore 18 si procederà allo scambio di lettere di intenti con i delegati giapponesi della città di Kitakyushu, ospiti della sagra stessa.

 

Venerdì 6 ottobre, alle ore 19.30 nello stand gastronomico di via Fattibello andrà in scena l’evento “Tesori del Delta in sagra”, in collaborazione con la Sagra del radicchio di Bosco Mesola, con quella dell’asparago di Mesola, con la Sagra della Fragola di Lagosanto, con quella della Vongola di Goro e con Le giornate del Riso di Jolanda di Savoia. A tavola saranno ospiti anche i gnocchetti sardi di Cabras all’anguilla affumicata.

 

Un altro libro fotografico, “Valli di Comacchio” del fotografo Vanni Tazzari,  sarà presentato sabato 7 ottobre, alle ore 18 nella Sala della biblioteca di Palazzo Bellini. Parteciperà alla presentazione Pier Michele Mezzogori della compagnia teatrale dialettale “Al Batal”.

 

Dalla Sardegna alla Toscana: venerdì 13 ottobre, alle ore 19.30, lo stand della sagra accoglierà “Cento per cento”, evento gastronomico durante il quale si potrà assaporare l’anguilla sfumata di Orbetello con mousse di verdure. Il giorno successivo, sabato 14 ottobre sarà la volta, alle ore 12, nella Manifattura dei Marinati, dell’incontro che prelude l’avvio di un nuovo Patto d’amicizia tra la Città di Comacchio ed il Distretto di Poddebicki (Polonia).

 

Alle ore 17 largo alla cultura con la presentazione della Guida del Museo Delta Antico, alla quale seguirà l’inaugurazione del Percorso olfattivo Il profumo del tempo, progetto realizzato in collaborazione con l’Università di Ferrara.

Ricerca dei profumi nel vino e sensazioni olfattive proseguiranno nella degustazione di vini del territorio a cura Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Ferrara.

 

Ricorre proprio sabato 14 ottobre la Giornata del Contemporaneo 2017, voluta dall’associazione Musei d’Arte contemporanea italiani, dedicata all’arte contemporanea ed al suo pubblico. Per la speciale occasione la Casa Museo “Remo Brindisi” del Lido di Spina rimarrà aperta, ad ingresso gratuito, dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 17.30.

 

L’apertura della sagra quest’anno si fregia di un’altra prestigiosa collaborazione, quella con il Comune di Bardolino, in provincia di Verona, dove il 28 settembre prenderà il via la tradizionale Festa dell’Uva. Una delegazione di Comacchio sarà ospite per l’occasione, mentre quella di Bardolino parteciperà sabato 30 settembre all’inaugurazione della XIX edizione della Sagra dell’anguilla. Tra le delegazioni ospiti anche quella di Parma, che già nelle precedenti edizioni ha attivato e consolidato intese gastronomiche di indiscusso pregio, tra il prosciutto DOP della città di Giuseppe Verdi ed il sale dei Longobardi di Comacchio.

 

Riserverà delle sorprese anche il gran finale della sagra, perché domenica 15 ottobre, alle ore 11, in Piazzetta Trepponti arriverà il sale prodotto nella salina, riaperta lo scorso anno per il rilancio della produzione dell’oro bianco, in chiave turistico-ambientale. L’impegno profuso dall’Associazione Salinari Comacchiesi ha prodotto i suoi frutti.

 

Il programma di iniziative culturali ed istituzionali è arricchito da una serie innumerevole di eventi, tra visite guidate alla Manifattura dei Marinati e al Museo Delta Antico, escursioni a piedi, in bici, in motonave e in battello tra le valli e le oasi naturali del Delta del Po. Non mancheranno degustazioni, aperitivi a tema, a partire da quello con i Pescatori di Porto Garibaldi (30 settembre, 1 e 8 ottobre), tour fra i canali in batana e tante altre occasioni di intrattenimento e svago, consultabili sul sito www.sagradellanguilla.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                         

                                                       

                                                         

                                                                                               

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...