Forlì. Ritorna: ‘Vintage! La moda che vive due volte’, in Fiera. Con apertura dedicata a Christian Dior.

Forlì. Ritorna: ‘Vintage! La moda che vive due volte’, in Fiera. Con apertura dedicata a Christian Dior.
Scarlett 1

FORLI’. Ritorna ‘VINTAGE! La moda che vive due volte’, la fiera che mette assieme abbigliamento, accessori, arredamento, memorabilia da collezione e tanto altro ancora, in stile ‘retrò‘. Un viaggio nel costume, nello stile, nei ricordi ancora vivi e tutt’altro che ingialliti dal tempo, che abbraccia un periodo compreso tra gli anni ‘20 ai primi anni ’90 del Novecento. L’apertura al pubblico della 24ª edizione è prevista per domani pomeriggio, venerdì 20 ottobre dalle 14 alle 20, nel quartiere fieristico di via Punta di Ferro, a Forlì, ma per buyers, uffici stile e ricerca e media, le porte apriranno sin dalle 10.

I banchi della mostra-mercato sono già pronti a ricevere i tanti curiosi e appassionati che affluiranno sin dal primo giorno di apertura. La manifestazione organizzata da Romagna Fiere, che si concluderà domenica 22 ottobre alle 20, presenta espositori selezionati e qualificati provenienti da tutta Italia e tra i cui stand si può trovare un’ampia proposta di capi e accessori, oggetti di culto ancora attualissimi, che hanno segnato un’epoca e sono rimasti nella memoria collettiva anche grazie alla qualità superiore con cui sono stati prodotti e la possibilità che oggi offrono di reinventare uno stile personale e ricercato.
Nelle aree tematichevintage’, ‘collezionismo & design eremake’ si possono trovare complementi d’arredo unici, articoli di modernariato, manifesti, vinili, fumetti da collezione, sartorie creative, piccole aziende di artigiani e designer, che mettono in vendita le loro creazioni frutto di rielaborazione di materiali datati o dismessi. Ce n’è, insomma, per tutti i gusti.

IL PROGRAMMA.  Il programma è molto ricco sin dalla giornata di venerdì che accoglierà il pubblico con una mostra esclusiva dedicata al fascino femminile esaltato dagli abiti di Christian Dior e di tutti i grandi stilisti che ne hanno colto l’eredità firmando i capi della sua Maison. Dall’archivio di A.N.G.E.L.O. Vintage Palace di Lugo saranno in mostra all’ingresso nell’esposizione intitolata ‘70 anni dalla rivoluzione del New Look, 15 abiti, alcuni dei quali di recente acquisizione e ancora mai esposti, oltre a scarpe, borse ed altri accessori.
Tutto comincia il 12 febbraio 1947, quando, con una sola sfilata, Christian Dior cambia per sempre la moda femminile dell’Occidente. Un risultato mai riuscito a nessuno prima ed entrato nel mito, tanto da coniare l’idea del couturier come demiurgo, capace di trascinare dietro sé folle desiderose di farsi guidare sulla strada dell’eleganza e del buongusto.

A costruire il mito Dior contribuiscono riviste di settore e pubblicità come Vogue e Harper’s Bazaar, con la complicità di un immaginario collettivo più disposto a credere all’eccezionale e alla favola. Dior offre una nuova immagine femminile, recuperando il senso più tradizionale del termine, ma anche un’immagine di lusso, costruita attraverso la quantità incredibile dei materiali utilizzati e il concetto di abito fatto più per apparire che per agire.

Christian Dior regna sul suo ‘impero’ di lusso e bellezza per dieci anni esatti, fino alla sua morte improvvisa nel ‘57. A quel punto prende le redini della Maison il suo giovane, riservato ma talentuoso assistente, Yves Saint Laurent. Con la sua prima sfilata, nel ‘58, il ragazzo dimostra subito di essere un degno erede. Nel ‘60, la direzione creativa di Dior viene assunta da Marc Bohan che sarà il più longevo dei designer della Maison, poi dal 1987 al 1997, sarà un italiano a firmare le collezioni: Gianfranco Ferré cui seguirà l’inglese John Galliano portando una ventata di novità in Dior. Alla direzione creativa arriveranno poi Raf Simons e Maria Grazia Chiuri.
La storia della Maison Dior è un susseguirsi di artisti e visionari che, ognuno a modo proprio, sono stati capaci di creare universi paralleli bellissimi e immaginifici. Dior ci accompagna in un mondo di ovattata meraviglia, in cui adagiarsi con leggerezza e stupore, come in un sogno.

Altra mostra da non perdere è Due e quattro ruote a stelle e strisce. Automobili e motociclette che incarnano il mito americano portate in fiera da Hermitage Veteran Engine – club di appassionati e collezionisti di vetture d’epoca federato all’A.S.I. l’Automotoclub Storico Italiano membro a sua volta della FIVA, Federazione internazionale delle auto – in collaborazione con Graffiti Cruiser.
In un ampio spazio dedicato, si potranno ammirare in tutto il loro fascino oltre 20 modelli che hanno fatto la storia del costume americano, affascinando in tutto il mondo intere generazioni dal dopoguerra ad oggi. Un percorso che traccia l’evoluzione stilistica e tecnologica, dagli anni ‘50 alla fine degli anni ’80, di ‘marchi‘ che letteratura e cinema hanno reso immortali. Il pubblico potrà ammirare modelli unici di Cadillac, Ford Mustang, Chevrolet Corvette, Pontiac, Chrysler, abbinati a straordinarie moto quali le Harley-Davidson e su tutti i Chopper di ‘Easy Rider’ e le Indian Scout.

Fiera Vintage continua poi a dedicare attenzione a tutto ciò che è look e spettacolo. Nel corso della manifestazione, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e poi ancora dalle ore 15.00 alle ore 18.00, i visitatori potranno beneficiare di un servizio esclusivo offerto loro da Romagna Fiere.

 

Da Ancona, arriva Miss Monia, apprezzata acconciatrice e truccatrice, specializzata nella creazione di un perfetto look vintage. Sarà lei in persona, utilizzando tecnica, stile e materiali per un make-up anni ‘40-‘50 capace di esaltare femminilità e fisionomia, a curare uno spazio nel quale chiunque potrà trasformarsi in una Pin-Up o un’attrice hollywoodiana degli anni d’oro del cinema. Questo grazie anche grazie a prodotti di assoluta qualità come gli accessori per le acconciature de Il mondo di Lala.
Torna, poi, un’artista di grande fama, la numero uno in Italia e una delle più apprezzate professioniste al mondo nel suo genere. Si tratta di Scarlett Martini, regina italiana del Burlesque. La fiera sarà quindi l’occasione per far salire sul palco un’arte espressiva di grande impatto scenico in due spettacoli gratuiti venerdì 20 ottobre alle 18 e sabato 21 ottobre alle 21.

Dedicata alle realtà specializzate dei settori ‘Remake e ‘Handmade che quest’anno hanno un proprio spazio dedicato nel Padiglione B, è una nuova mostra/concorso sul tema Black & White’. Le realtà che vi aderiscono danno vita a una mostra delle loro creazioni e, nello specifico, di un outfit, un capo d’abbigliamento singolo, un oggetto di design,  un bijoux, un accessorio moda quali scarpe, borse, occhiali, che interpreti il tema del ‘Bianco e Nero’.

Le creazioni selezionate, saranno messe in mostra durante i tre giorni di apertura al pubblico all’ingresso del padiglione apposti sui manichini o disposti in supporti con una descrizione del prodotto e il pubblico potrà votare quella che più lo avrà impressionato e affascinato. Il vincitore avrà a disposizione a titolo gratuito, uno stand preallestito di 16 metri quadrati per l’edizione primaverile di ‘VINTAGE! La moda che vive due volte’ che si terrà a Forlì a marzo 2018.

 

INFO, ORARI E PREZZI

www.fieravintage.it

Orari al pubblico: venerdì 20 dalle 14.00 alle 20.00 – sabato 21 dalle 10.00 alle 22.30 (biglietti validi sino alle 22.00, orario di chiusura delle casse) – domenica 22 dalle 10.00 alle 20.00. Preview gratuita su invito per uffici stile e ricerca venerdì mattina: dalle 10.00 alle 14.00.

Vintage Crazy Night: sabato 21 dalle 22 in poi biglietto ingresso € 10,00 – Ingresso ‘Bar Fiera’.
Ingresso: coupon riduzione scaricabile dal sito www.fieravintage.it  € 6,00 – Intero € 8,00 – Gratis fino a 12 anni.

Ti potrebbe interessare anche...