Cesena. 100mila euro a sostegno di 21 progetti rivolti ai giovani. La mappa delle iniziative.

Cesena. 100mila euro a sostegno di 21 progetti rivolti ai giovani. La mappa delle iniziative.
Giovani all'università

CESENA. Ammonta a 100mila euro la somma erogata complessivamente ai 21 beneficiari dei contributi messi a disposizione dall’assessorato al Progetto Giovani del comune di Cesena per sostenere i progetti rivolti alla popolazione giovanile attraverso un bando pubblicato l’estate scorsa.
Due gli ambiti proposti dal bando: uno dedicato a promuovere protagonismo, creatività ed espressività giovanile, il secondo più specificamente centrato sull’aggregazione giovanile.  Ben 27 le associazioni che hanno risposto alla chiamata, presentando un totale di 29 progetti. Al termine della valutazione dell’apposita commissione, sono stati individuati i 21 progetti vincitori, di cui 19 inseriti nell’ ambito 1 (Protagonismo e creatività)  e 2 progetti in ambito 2 (Aggregazione giovanile).
La fetta più consistente dei contributi, per un importo complessivo di 70.720 euro, è andata  ai 19 vincitori dell’ambito 1 per la realizzazione di progetti che nel prossimo anno coinvolgeranno i ragazzi e le ragazze del territorio in attività incentrate sui temi del protagonismo, della creatività ed espressività giovanile (artistica, musicale, audiovisiva, ecc…), dell’impegno civico, dell’applicazione e divulgazione delle scienze e della tecnologia, dell’acquisizione di competenze e dell’orientamento al lavoro.Qualcuno di essi ha già trovato attuazione. E’ il caso di  ‘Vaderetron 2.17 – Retrogaming in Romagna’, la convention sul retrogaming a cura di Associazione culturale Whitebadge, svoltasi a metà ottobre.  Gli altri progetti sono appena partiti o stanno scaldando i motori. Ecco completo dei protagonisti e di cosa bolle in pentola:

Associazione Raffaello Sanzio, con il progetto ‘Essere primitivo’, apre il Teatro Comandini ai giovani che sentono la necessità di compiere un personale cammino espressivo, nel confronto con Chiara Guidi, regista e pedagoga tesa ad accendere l’immaginario dei ragazzi.
Associazione Katriem, ‘Love difference’, in cui si affronta il tema del cyberbullismo come fenomeno che nasce da una cultura che vede nelle ‘diversità’ un disvalore, un ostacolo e un elemento di disturbo. Considerare le ‘differenze’ come valori positivi e ricchezze è le strada per aiutare gli/le adolescenti ad affermare la propria autonomia di pensiero, in alternativa agli stereotipi disegnati spesso dalle visioni degli adulti.
Associazione culturale Barbablù, alla seconda edizione di ‘Operazione Ulisse’: una esperienza laboratoriale interculturale integrata tra Scuola secondaria Primo e Secondo grado e territorio. Utilizzando arte e manualità, Barbablù promuove il dialogo e lavora sull’individuazione del sé come risorsa e dell’Altro come opportunità di arricchimento.
Volo Oltre Onlus, con il progetto ‘Un ponte verso il lavoro costruisce un ponte per passare dalla sponda dell’adolescenza, magari anche un po’ confusa, alla sponda del proprio futuro adulto. Un tutor aiuta i ragazzi ad orientarsi alla scoperta delle proprie capacità, abilità e competenze, spesso nascoste, per costruire il proprio progetto di vita.
Associazione culturale alchemico Tre presenta ‘Kura’, progetto volto alla formazione teatrale, alla crescita, alla creatività e all’espressività teatrale di giovani dell’età di 14-20 anni. Il progetto si articola attorno ad un tema: la cura.

Arci Servizio Civile Cesena, ‘Oriento il mio futuro’, un progetto che offrirà ai giovani le competenze per una maggiore sicurezza e conoscenza di sé nell’avvicinamento al mondo del lavoro, esplorando insieme ad esperti: la comunicazione in ambito lavorativo e gli strumenti a loro necessari nella ricerca di una carriera lavorativa

Testa e CroceAnimiAmo il futuro 3’, la terza edizione del progetto che propone ai giovani di crescere nelle capacità di animazione e educazione nei confronti dei più piccoli, tramite un corso di formazione articolato in 7 tappe, che si concluderà con la progettazione e conduzione di una festa per tutti gli oratori e centri estivi della diocesi.

Grazie ad Arci Cesena, ‘Cesena Comics & stories’ raggiunge le scuole secondarie di primo grado del territorio cesenate, portando direttamente in aula disegnatori e fumettisti. Occasioni gratuite per gli istituti che potranno avere direttamente l’opportunità di confrontarsi con la nona Arte, linguaggio unico e ricco di stimoli narrativi.

Associazione L’Aquilone di Iqbal presenta ‘Tanta roba Lab’, un calendario di corsi, workshop e iniziative gratuiti su tematiche artistiche, culturali e sociali che stimolino i giovani alla crescita personale, rispondendo al loro bisogno di protagonismo e autonomia e al potenziamento del bagaglio di conoscenze e competenze.

Associazione Orango presenta ‘Doktor Fakenstein’ un progetto che pone l’attenzione dei giovani su come si crea una bufala, passo dopo passo, come prende vita e come può essere affrontata. Un percorso multidisciplinare fra scienza, fotografia, video, scrittura e teatro per difendersi dalle fake news e altri mostri.
C’è il Gruppo archeologico cesenate ‘Giorgio Albano’ con ‘Ma.Me – Make memory. Laboratorio della memoria’, progetto multidisciplinare di studio e conservazione dei supporti testimoniali: costruire memoria attraverso lo scavo di manufatti, la digitalizzazione di documenti e l’intervista a persone.

Associazione culturale Mu presenta ‘Tule’, incontri dedicati alle tecnologie di riproduzione del suono e alla musica meccanica: attività laboratoriali e di ascolto dedicate ai giovani, in un contesto di aggregazione, confronto e condivisione.

Associazione culturale Calligraphie con ‘Art Factory’ inviterà ragazzi e ragazze a Corte Zavattini31 per sperimentare e condividere i mestieri della cultura e delle arti contemporanee a Cesena

CNIS Cesena aprirà le porte della loro ‘Officina dell’ozio creativo’, progetto esperienziale pensato per gli studenti dai 13 ai 18 anni in cui essi stessi sono gli artefici di un viaggio nel mondo del proprio modo di imparare attraverso il supporto nei compiti e l’incoraggiamento a bambini più piccoli di scuola primaria.

Associazione Aidoru presenta ‘Cnosso, bottega di artigianato teatrale’, perché incontrare una drammaturgia è un po’ come avventurarsi in un labirinto: ci si pone all’inizio di un percorso ma non si sa quando e come se ne uscirà. C’è poi voglia di ripercorrerlo, per capire come se ne è usciti. CNOSSO ti mette di fronte a molti possibili tracciati (laboratori di mestieri del teatro, finalizzati alla messa in scena di uno spettacolo teatrale interamente autocostruito dai ragazzi).

Famiglie in 3D continuerà il percorso del ‘Corriere dei ragazzi: dalla redazione alla comunità’, progetto che è cresciuto nel tempo, diventando un’esperienza a 360°: dalla redazione si irradia in tante attività aperte ad un target più ampio, scoprendo diversi linguaggi (giornalismo, teatro, arte e danza), organizzando momenti di aggregazione (feste, cineforum), promuovendo la legalità e l’etica attraverso condivisione di esperienze di vita.
Associazione Amici del Lugaresi presentano ‘Bcity’ per rendere Cesena una città più bee friendly. Un’opportunità per i giovani di imparare ad allevare e a diffondere cultura sulle api. Un’occasione per essere protagonisti e svolgere attività utili alla collettività.

Associazione Insieme per crescere presenta ‘Crescere in digitale: cyber 007 a servizio del mondo’, progetto incentrato sulla promozione del benessere dei giovani adolescenti nei contesti scolastici, di aggregazione e sui social network tramite percorsi di intervento sul web e sul territorio. Per fare educazione all’ascolto attivo e alla comunicazione virtuosa anche attraverso la peer-education.

 I restanti 29.280 euro sono andati a supportare i 2 i progetti vincitori per l’ambito 2 dell’avviso pubblico, che riguardava la conduzione dei Centri di aggregazione giovanile della città, luoghi in cui i ragazzi e le ragazze di età compresa tra 11 e 25 anni possono ritrovarsi spontaneamente, costruire relazioni significative e usufruire di alcuni semplici servizi utili a stimolare l’aggregazione (internet, spazio lettura, spazio giochi, spazio, musica…).
Dal 30 ottobre l’associazione Barbablù ha riaperto ‘Lunamoonda’, lo spazio aggregativo con sede a Borello. Il lunedì e il mercoledì, dalle 16.00 alle 18.30, in piazza San Pietro in Solfrino, Lunamoonda si propone come luogo in cui confrontarsi e crescere nel continuo rapporto con coetanei e operatori di Barbablù.
L’aquilone di Iqbal è invece già impegnata alla guida del ‘Bulirò’, storico Centro di aggregazione di Cesena e luogo di riferimento per i ragazzi e ragazze. Aperto da lunedì a giovedì, dalle 15.30 alle 18.30 in via Cervese 1260, il Bulirò è sede di un ricco calendario di attività gratuite, costruite da e per i giovani, per assecondare il desiderio di protagonismo, stimolando il confronto, l’investimento positivo del tempo, rafforzando l’identità e la consapevolezza del loro ruolo nella società.

Il Progetto Giovani ha sentito negli ultimi anni l’esigenza di riorganizzare alcuni Centri di aggregazione per trasformarli in spazi polifunzionali in cui accogliere al loro interno varie attività.

Ti potrebbe interessare anche...