Cesena.Tempi di pagamento comunali ancora accelerati. Saldo entro 20 giorni e non più 21.

Cesena.Tempi di pagamento comunali  ancora accelerati. Saldo entro 20 giorni e non più 21.
Cesena comune frontale

CESENA. Diventano ancora più veloci i tempi di pagamento del comune di Cesena: nel 2017 ha saldato le fatture dei suoi fornitori in circa 20 giorni (vale a dire con dieci giorni d’anticipo rispetto ai 30 fissati dalla legge), migliorando così la tendenza registrata nell’anno precedente, quando servivano per le liquidazioni  poco più di 21 giorni.  Un risultato di rilievo, soprattutto se si tiene conto della mole di lavoro a cui è chiamato il servizio Ragioneria del Comune: nel solo 2017 sono state registrate complessivamente 8.318 fatture (comprendendo sia quelle per la fornitura di beni e servizi, sia quelle per l’esecuzione delle opere pubbliche), per un importo totale di 54 milioni e 763mila euro.

A indicarlo il sindaco Paolo Lucchi e il vicesindaco Carlo Battistini in una lettera inviata a tutti i consiglieri comunali. Nella loro comunicazione Sindaco e Vicesindaco rimarcano come questo risultato sia frutto dell’assidua attenzione rivolta alle imprese, nell’intento di creare le condizioni più favorevoli per le loro attività.
Al contempo, gli Amministratori forniscono ulteriori dati per inquadrare la situazione finanziaria di palazzo Albornoz: le entrate comunali (in particolare quelle tributarie) risultano in linea con le previsioni, registrando nel 2017 incassi per quasi 110 milioni di euro, a fronte di pagamenti totali pari a 106,5 milioni di euro.  Il fondo di cassa al 31 dicembre 2017 ammontava a 44.986.000 euro.

Di seguito il testo integrale della comunicazione degli Amministratori comunali.

” Nei giorni scorsi è stato reso disponibile, attraverso la pubblicazione sul sito web del Comune, il dato sull’indicatore di tempestività dei pagamenti relativo all’anno 2017. Durante lo scorso anno, le imprese fornitrici di beni e servizi sono state pagate dal comune di Cesena in 20,66 giorni dalla data di ricevimento della fattura. L’indicatore evidenzia un anticipo rispetto ai 30 giorni previsti dalla legge di 9,34 giorni, mentre nel 2016 tale anticipo si era attestato su 8,63 giorni. Ciò significa che nel corso del 2017 si è registrato un ulteriore aumento di una situazione virtuosa che già poneva il comune di Cesena fra i più rapidi a livello nazionale nel saldare le fatture ai propri fornitori.

Per meglio contestualizzare la portata di tale impegno, è bene ricordare come nel 2017 siano state registrare 8.318 fatture relative all’acquisto di beni e servizi ed alla realizzazione di opere pubbliche, per un valore complessivo di 54.763.432 euro. Questo impegno sul fronte della rapidità dei pagamenti conferma l’attenzione costante da parte dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità cesenate nei confronti delle imprese: un ambiente favorevole allo sviluppo dell’imprenditoria non può prescindere dalla certezza sul rispetto dei tempi di pagamento. In questo, le imprese cesenati continuano a vedere il comune di Cesena quale committente certo per commesse che, nel loro complesso, rappresentano una corposa iniezione di lavoro ed investimenti per l’economia dell’intero territorio.
Per quanto riguarda la situazione finanziaria segnaliamo che, al 31 dicembre 2017, le entrate comunali, in particolare quelle relative ai tributi, sono in linea con le previsioni. Gli incassi totali relativi al 2017 sono stati 109.662.738 euro, a fronte di pagamenti totali pari a 106.514.221 euro. Il fondo di cassa al 31 dicembre 2017 ammontava a 44.986.000 euro.
Ricordiamo infine che l’ultima analisi del bilancio comunale, effettuata nel 2015, è stata condotta da ANCITEL e dalla agenzia di rating internazionale Bureau Van Dijk, del Gruppo Moody’s. L’esito dell’indagine è stata l’attribuzione al Comune di Cesena – tra i pochissimi comuni italiani ad ottenerlo – del rating ‘B1′ (che nella scala delle valutazioni corrisponde a ‘Molto elevato’, subito dopo il livello massimo ‘A’ che corrisponde a ‘Ottimo’).
Possiamo quindi affermare di essere in presenza di una situazione di solidità patrimoniale, frutto di una grande attenzione alla qualità della spesa e di efficacia nel realizzare le entrate, associate ad una gestione attenta. Tutto ciò si traduce in un valore aggiunto per la città, per i cittadini e per le imprese, contribuendo a garantire  pagamenti certi ed in tempi rapidi”.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...