Faenza. Crescere ed educare nell’era del digitale. Ciclo di incontri per adulti e ragazzi nelle 5 sedi rionali.

Faenza. Crescere ed educare nell’era del digitale. Ciclo di incontri per adulti e ragazzi nelle 5  sedi rionali.
Digitale

Faenza (RA) – L’assessorato alle Politiche educative, in collaborazione con i cinque Rioni, il Gruppo municipale e il progetto ‘C’é dialogo e di@logo‘, ha organizzato un ciclo di incontri rivolto a ragazzi ed adulti sull’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie digitali e sulla comunicazione tra genitori, figli e adolescenti.

Il percorso dal titolo: ‘Educare e crescere nell’era digitale’, è strutturato in 6 appuntamenti diversi e partirà giovedì 8 febbraio alle ore 20,30 presso la sede del rione Giallo in via Bondiolo, 85.
Gli incontri vedranno la partecipazione di formatori esperti che guideranno i partecipanti con modalità coinvolgenti e interattive in contesti socioeducativi più che mai attuali come: lo sviluppo emotivo, le cyber dipendenze, la comunicazione digitale e l’utilizzo dei social network.
Tutti gli appuntamenti si terranno presso le sedi rionali della città, salvo l’appuntamento finale a cura del Gruppo municipale, che avrà luogo il giorno 2 marzo alle ore 18 presso l’auditorium S. Umiltà in via Pascoli, 15.
Non ha mancato di esprimere soddisfazione per la partenza del progetto, l’assessore alla Politiche educative Simona Sangiorgi: “Comprendere in che modo le nuove tecnologie impattino sulla vita e sulla salute delle persone, sui modi di partecipare e di interagire nei gruppi, è un tema di grande attualità che sta interessando una larga fetta della popolazione e in modo particolare le giovani generazioni.
Con questo percorso vogliamo aprire una riflessione sulla socialità nell’era di internet e sull’ utilizzo più consapevole delle nuove tecnologie e intendiamo farlo in alcuni luoghi simbolo della partecipazione e dell’aggregazione cittadina: i rioni faentini.
Ringrazio i cinque Rioni, il Gruppo municipale e tutti i membri del comitato per il Niballo – Palio di Faenza, per aver aderito a questa importante azione educativa, sostenendo fin da subito la partenza di questo nostro percorso innovativo”.

Ti potrebbe interessare anche...