Faenza. Alla scoperta del Lamone con ‘Un fiume di genti’. Escursione non competitiva lungo gli argini.

Faenza. Alla scoperta del Lamone con ‘Un fiume di genti’. Escursione non competitiva lungo gli argini.
Presentazione Un Fiume di Genti 2

FAENZA. “Ad ascoltare mi ha insegnato il fiume e anche tu imparerai da lui. Lui sa tutto, il fiume, tutto si può imparare da lui”. Così scriveva Herman Hesse in Siddharta, affascinato dai segreti che un fiume può rivelare agli uomini. Uno scrigno di saperi e insegnamenti che saranno protagonisti sabato 16 giugno con ‘Un fiume di genti’, escursione non competitiva lungo il fiume Lamone che partirà da Faenza per arrivare a Marina Romea.

La quarta edizione della passeggiata tra storia e natura sarà come sempre un viaggio festoso di 52 chilometri, da percorrere ciascuno con il proprio passo, a piedi o in bicicletta, per incontrare le persone che frequentano il fiume, abitano nelle vicinanze e se prendono cura quotidianamente. L’escursione porterà i partecipanti a scoprire antiche storie e relazioni fra Appennino tosco romagnolo e litorale adriatico sulla direttrice Firenze-Ravenna all’insegna della mobilità dolce e di un turismo slow attento alla biodiversità, alle tradizioni e agli incontri tra differenti culture.
Il nome dell’evento richiama la partecipazione alla passeggiata, che crescerà km dopo km proprio come fa l’acqua di un fiume dalla fonte alla foce, grazie al sistema della “partenza alla francese”. A un primo gruppo di podisti e ciclisti che partirà alle ore 7.30 dalla piazza della Libertà di Faenza, infatti, se ne aggiungeranno altri lungo le località attraversate dal fiume Lamone: dai quartieri di Faenza, Reda e Granarolo a Russi, Bagnacavallo, Traversara Villanova, Sant’Alberto e Ravenna.
Le partenze dai vari punti saranno programmate in modo che l’arrivo alla foce del Lamone sia collettivo per un evento all’insegna della condivisione. Durante il percorso, alle ore 10.30, ci sarà l’installazione de ‘La nave del vento’, opera artistica in omaggio al fiume, dell’associazione Lucertola Ludens di Ravenna. Il ‘traguardo’ sarà il Circolo nautico di Marina Romea, dove dalle ore 12.30 ad attendere i partecipanti sarà un buffet conviviale a base di pesce azzurro, pasta, dolci e vini del territorio. Qui ci sarà il saluto delle autorità e un omaggio in ricordo di Renato Locatelli.

COMMENTO.  “Sono molto legato a questa manifestazione – afferma l’assessore all’Ambiente del comune di Faenza Antonio BandiniL’abbiamo fatta nascere ormai quattro anni fa, spinti da un gruppo di ‘innamorati’ del fiume Lamone. Da questa rinnovata attenzione si è consolidato un gruppo di amministrazioni comunali e di associazioni culturali e sportive del nostro territorio che assieme hanno dato il via al contratto di fiume. La strada è ancora lunga, ma la direzione è stata tracciata. Un pensiero di affetto va allo scomparso Renato Locatelli, anima della manifestazione e spirito trainante di impegno civico, senso di comunità e consapevolezza ambientale. Grazie Renato!”

 

La festa del fiume proseguirà nel pomeriggio fino a sera. Alle ore 17 è in programma “Messaggi d’Oriente”, una mostra-dimostrazione di ceramiche Raku, mosaici e affreschi con degustazione di tè verde giapponese. Alle ore 18.45 all’Hotel Columbia l’appuntamento è con Roberto Bruzzone per la presentazione del libro “Limiti. Cronaca riflessa di un viaggio ‘Gamba in spalla”. Dalle ore 21 in Piazza Italia spazio a “Storie e storielle sul fiume Lamone”, un recital di aneddoti dai paesi del fiume e al concerto della banda musicale di Russi.

 

E’ possibile iscriversi entro domenica 10 giugno in diversi punti sul territorio (elenco completo sul sito www.stradadellaromagna.it). La quota di partecipazione è di 13 euro (gratis per i bambini fino ai 12 anni) e comprende gadget, buffet finale, assicurazione e assistenza sanitaria. Previa prenotazione sarà possibile rientrare in pullman (fermate Villanova – Russi – Faenza) a 2 euro a persona, anche con bici a carico. Per informazioni: info@stradadellaromagna.it – 3392747317.

 

L’evento è organizzato da Strada della Romagna, Comitato Acqueterre, CEAS Ravenna, con la collaborazione di Pro Loco Marina Romea, Terre del Lamone, Camera di Commercio di Ravenna, Comitato Amici Faenza, Ecomuseo delle Erbe palustri, Circolo nautico Marina di Ravenna e Villanordic , la compartecipazione del comune di Ravenna e il patrocinio dei comuni di Faenza, Russi e Bagnacavallo, della regione Emilia Romagna, dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e dell’Unione della Romagna Faentina.

 

Nelle foto l’assessore all’Ambiente del comune di Faenza Antonio Bandini e la referente della Strada della Romagna Maida Cattaruzza

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...