Cesenatico. Operazione ‘spiagge pulite’. Stop alla plastica e ai rifiuti. Con l’aiuto dei cittadini.

Cesenatico. Operazione ‘spiagge pulite’. Stop alla plastica e ai rifiuti. Con l’aiuto dei cittadini.
spiagge pulite2

CESENATICO. Operazione Spiagge pulite: con questo obiettivo il comune di Cesenatico, assessorato all’Ambiente, anche quest’anno, è al fianco di Legambiente nella campagna Spiagge pulite. I rifiuti, per la maggior parte plastica, che finiscono nel mare e sulle spiagge costituiscono un’emergenza ambientale ormai nota.
Se non si interverrà in maniera decisa, secondo le più recenti proiezioni scientifiche, nel 2050 in mare ci saranno più rifiuti di plastica che pesci. E il Mediterraneo è una delle aree più colpite al mondo; ogni giorno, infatti,finiscono in mare 731 tonnellate di rifiuti (dati UNEP). La buona notizia è che anche i cittadini possono fare molto perla salvaguardia del mare.

Prima di tutto è possibile tenera alta l’attenzione sul tema e promuovere comportamenti civili e sostenibili. Molti rifiuti sono gettati con consapevole disprezzo del bene comune.
La pulizia delle spiagge ha lo scopo di sviluppare nei partecipanti un’attenzione verso la gravità della situazione rifiuti costieri e marini. Raccogliendo ogni tipo di rifiuto (bottiglie, mozziconi di sigarette, calcinacci, stoviglie usa e getta e tanti bastoncini di plastica colorata, ciò che rimane dei cotton fioc passati dal water per arrivare in mare e sulla spiaggia, che ha spesso tempi di biodegradazione lunghissimi), il partecipante, si rende conto di quanto un cambiamento di mentalità e comportamento sia urgente e necessario.
L’invito è di unirsi agli appuntamenti di Spiagge pulite per liberare la spiaggia dai rifiuti e condividere una giornata bella e utile contro i rifiuti abbandonati, per il bene comune.
Armati di rastrello, cestino, paletta, senso civico e tanta buona volontà, tutti gli interessati sono infatti invitati a partecipare all’iniziativa volontaria di pulizia collettiva delle spiagge, in quattro giornate, il secondo sabato di ogni mese, da giugno a settembre, dalle 9.00 alle 10.30.
La prima giornata di incontro (sabato 9 giugno, presso la spiaggia libera  via Pian del Carpine  circolo Vela, Ponente) ha visto la partecipazione di circa 30 volontari che hanno raccolto un gran numero di lattine negli spazi interstiziali dei sassi, di oggetti e residui di plastica e molti mozziconi di sigarette.
Le successive giornate in cui è prevista la raccolta dei rifiuti e a cui sono invitate tutte le persone che hanno desiderio di dare una mano e condividere una esperienza utile sono le seguenti:

14 luglio spiaggia libera,  p.zza Costa,   Grattacielo
11 agosto  spiaggia libera   Diamanti  Boschetto
8 settembre spiaggia libera   Tamerici   Villamarina

COMMENTO. Soddisfatta dell’iniziativa l’assessore all’Ambiente, Valentina Montalti sottolinea: “Dopo il successo dello scorso anno anche per questa stagione vogliamo sensibilizzare cittadini e turisti sul corretto utilizzo delle spiagge, sul rispetto dell’ambiente e soprattutto del mare; non abbiamo che un solo mare da proteggere e difendere ed è essenziale rispettarlo.
Spesso agire sull’educazione civica si rivela fondamentale – continua l’Assessore – Queste giornate rappresentano un importante evento educativo per far sì che i cittadini prendano coscienza della situazione e possano attivarsi in modo da prevenire l’inquinamento. Voglio ringraziare in particolare l’attività dei volontari di Legambiente e di tutte le associazioni che si occupano di tematiche ambientali e che con la loro collaborazione sono un tassello importantissimo per queste iniziative.”

Ti potrebbe interessare anche...