Lugo. Dedicata all’illustre cittadino adottivo la grande kermesse estiva del ‘ Rossini Summer Fest’.

Lugo. Dedicata all’illustre cittadino adottivo la grande kermesse estiva del ‘ Rossini Summer Fest’.
Barbiere di Siviglia_16_Foto Ufficiale Rossini Summer Fest

Lugo, 20 luglio 2018 – È stato siglato il patto tra il comune di Lugo e la cooperativa musicale La Corelli di Ravenna per la realizzazione del ‘Rossini Summer Fest’,kermesse ideata nel 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini e affidata alla direzione artistica di Jacopo Rivani.

Reduce da un tutto esaurito con il debutto del Barbiere di Siviglia al Teatro cittadino lo scorso aprile, LaCorelli sarà, con la sua Orchestra e i suoi Ensemble, protagonista del Festival, con un’offerta musicale varia e di qualità per Lugo e il suo comprensorio. Le ragioni dell’importanza di Rossini per la città sono scritte nella biografia stessa del compositore: a partire dalle origini del padre, nato proprio a Lugo, fino ai trascorsi della prima infanzia, vissuta in città e tra le aule della scuola di musicaMalerbi in quella che fu una tappa fondamentale per la sua formazione artistica.

Il Rossini Summer Fest’ prenderà le mosse dal concerto ‘Variazzioni di clarinetto’, in programma lunedì 30 luglio alle ore 21.15 presso i chiostri del Carmine: protagonisti Fabrizio Meloni, primo clarinetto solista dell’orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala e il tenore Francesco Tuppo, diretti da Daniele Rossi e affiancati dall’orchestra Arcangelo Corelli.

Martedì 31 luglio sarà la volta degli EST (trio d’archi elettrico formato da Nicola Nieddu, Luca Di Chiara e Antonio Cortesi), che dopo i successi ottenuti con la loro personale rivisitazione del repertorio mozartiano, sono pronti a offrire al pubblico i loro arrangiamenti originali delle più celebri musiche di Rossini, nel Concerto ‘Rossini Style, in programma alle ore 21.15 presso il cortile di Villa Malerbi, sede della Scuola di musica cittadina.

Al via mercoledì 1 agosto la serie di tre concerti per pianoforte solo dal titolo ‘Peccati di vecchiaia, che porteranno la musica di Rossini oltre i confini della città di Lugo, e avranno per protagonisti Denis Zardi (mercoledì 1 agosto ore 21.15 presso la chiesa della Madonna di Loreto a Passogatto), Luca Rasca (giovedì 2 agosto ore 21.15 open air nell’Area Verde di San Bernardino) e Lucrezia Proietti (venerdì 3 agosto ore 21.15 a Villa Ortolani di Voltana).

Il Quartetto d’archi sarà la formazione protagonista degli ‘Aperitivi a quattro, in programma venerdì 3 agosto alle 19.00 presso Villa Malerbi a Lugo, con aperitivo a cura del Timiama Caffè e sabato 4 agosto alle 19.00 alla vinosteria ‘Amici miei’: in programma l’integrale delle Sonate a quattro di Rossini, con Nicolò Grassi ed Elisa Tremamunno (violini), Antonio Cortesi (violoncello), Matteo Panni (contrabbasso) e Giacomo Sangiorgi (voce narrante).
Sabato 4 agosto alle ore 21.15 andrà in scena alla Scuola Malerbi il Concerto per due flauti e pianoforte di Rossini, interpretato da Domenico Banzola e Chiara Pavesi (flauti) e Raffaele Impagnatiello (pianoforte). L’indomani, domenica 5 agosto alle ore 10.30, il Bar Jolly, tra le logge storiche del Pavaglione, ospiterà il matinée musicale di Antonio Cortesi, dedicato a musiche per violoncello solo.

Il Festival chiuderà con un evento straordinario domenica 5 agosto alle ore 21.15, con la rappresentazione de La cambiale di matrimonio’, farsa comica in un atto che andrà in scena presso il Monumento a Francesco Baracca, nella centrale piazza omonima, per la direzione di Jacopo Rivani e la regia di Silvia Morandini, con l’orchestra Corelli e un pregiato cast vocale (Giorgia Paci, Massimo Montanari, Giacomo Contro, Pierluigi Dilengite, Shuxin Li e Daniela Bertozzi).
L’allestimento è realizzato su scene di Michele Ricciardini, in collaborazione con il teatro Regio di Torino. A fare da quinta naturale all’allestimento dell’opera sarà proprio il Monumento dedicato al celebre aviatore Francesco Baracca, l’eroe dei cieli a cui Lugo, sua città natale, ha dedicato una lunga serie di iniziative in questo 2018, nel centenario della sua scomparsa.

Un cartellone ricchissimo per questa inedita kermesse musicale, che non mancherà di coinvolgere in maniera interattiva il pubblico degli appassionati e dei semplici curiosi: a loro è dedicato l’evento collaterale ’Play me, I’m Yours – Un pianoforte per tutti’, con l’installazione permanente di un pianoforte che resterà a disposizione del pubblico, da inizio a fine Festival, presso il Doc Book Cafè di piazza Mazzini, per essere suonato da professionisti e non.  Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Ti potrebbe interessare anche...