Cesena. Lotta allo smog: la nuova Ordinanza. Circoleranno i diesel Euro 4 e più domeniche ecologiche.

Cesena. Lotta allo smog: la nuova Ordinanza. Circoleranno i diesel Euro 4 e più domeniche ecologiche.
Smog auto 2

CESENA. E’ stata appena pubblicata la nuova ordinanza che aggiorna le misure per la qualità dell’aria e contro l’inquinamento, sancendo il via libera alla circolazione dei veicoli diesel euro 4, potenziando le misure straordinarie in caso di sforamenti, intensificando  le domeniche ecologiche e introducendo alcune nuove deroghe.
Il provvedimento arriva dopo il serrato confronto svoltosi all’inizio di ottobre fra Comune e Regione: in quella sede si discusse sulla difficoltà di applicare alcune delle azioni previste nel PAIR (il Piano aria integrato regionale) – prima fra tutte il divieto di circolazione per il diesel Euro 4 -, e si decise di modificarle. Per questo, già il 9 ottobre, il comune di Cesena varò la sospensione dell’ordinanza antismog nella parte relativa al blocco della circolazione dei veicoli diesel Euro 4.

Si è dovuto però attendere la modifica del PAIR, entrata in vigore il 23 ottobre, per licenziare la nuova Ordinanza.

COMMENTO. “I provvedimenti inseriti in questa ordinanza a seguito delle modifiche apportate al Pair – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore all’Ambiente Francesca Lucchi – non rappresentano un allargamento delle maglie per allentare l’impegno contro l’inquinamento. Come già spiegato nelle settimane scorse, se abbiamo chiesto alla Regione di rivedere il divieto della circolazione per i diesel Euro 4, è stato solo per una questione di equità, ritenendo che le azioni concordate  nell’accordo siglato un anno fa tra Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna debbano essere applicate in maniera uniforme con gli impegni assunti. L’impegno per tutelare la qualità dell’aria resta immutato e, anzi si rafforza, non solo con le nuove misure previste con questa ordinanza (ad esempio, l’aumento delle domeniche ecologiche), ma più complessivamente con le politiche attuate dal nostro Comune sul fronte della mobilità sostenibile. Siamo convinti, infatti, che solo convincendo i cittadini a ridurre l’utilizzo dell’auto privata come principale mezzo di trasporto, scegliendo forme di mobilità più rispettose dell’ambiente, si potrà vincere la battaglia antismog.
E su questo fronte abbiamo varato importanti progetti, che vengono guardati con interesse a livello nazionale: è il caso del progetto ‘Cambiamo marcia‘, che proprio l’altro giorno ha ricevuto il primo premio nell’ambito dell’Urban Award per la mobilità sostenibile, imponendosi davanti a città come Padova, Napoli, Parma.  La ricetta è quella messa a punto in anni di lavoro sul territorio: piste ciclabili, piedibus, parcheggi scambiatori, incentivi economici per chi sceglie di andare al lavoro in bicicletta e tutte le attività di educazione ambientale. Si tratta di azioni strutturali nate da un dialogo e da un confronto per noi usuale con cittadini, scuole, imprese ed associazioni che, oltre a migliorare la qualità dell’aria tutti i giorni, puntano a modificare i comportamenti di ciascuno di noi”.

 

Le principali novità dell’Ordinanza

Accanto alla revoca del divieto di circolazione dei diesel euro 4 – anticipata già con la sospensione di inizio ottobre – la novità più rilevante è la modifica del sistema di attivazione delle misure d’emergenza, che scatteranno dopo 3 giorni (e non più 4 giorni, come prima) di superamento continuativo dei limiti di PM10. Altra novità:  si partirà direttamente con gli interventi da ‘semaforo rosso’  (finora era prevista una fase intermedia di limitazioni, simboleggiata dal semaforo arancione).

Sono state, poi, aggiunte delle domeniche ecologiche prevedendo almeno 2 domeniche al mese. Si è intervenuti anche sulla planimetria della viabilità consentita, inserendovi anche il percorso per raggiungere il parcheggio Nord Stazione e quello per arrivare all’Ospedale provenendo da via Spadolini. Per quanto riguarda le deroghe, si è tenuto conto delle numerose istanze pervenute dai cittadini direttamente coinvolti dalle limitazioni, integrando con nuove tipologie l’elenco di quelle già previsti dal PAIR.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...