Riccione. ‘Ice Carpet’, format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti nei prossimi due mesi.

Riccione. ‘Ice Carpet’, format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti nei prossimi due mesi.
foto 1

RICCIONE. Dopo il successo dello scorso anno torna Riccione Ice Carpet, il format natalizio che accompagnerà la città e i suoi ospiti con due mesi di scenografie urbane, attrazioni, spettacoli e un ricchissimo palinsesto di eventi.

Riccione Ice Carpet è il claim intorno a cui è organizzata la proposta di iniziative pensate per il periodo che va dal 24 novembre, data in cui si taglia il nastro della pista di ghiaccio e del villaggio di Natale, fino al 24 gennaio, momento in cui si chiude il lungo periodo delle festività invernali con la seconda edizione del Fuori Sigep, il progetto già sperimentato nel 2018 in concomitanza con la fiera internazionale in programma a Rimini.

L’Amministrazione comunale, dopo aver lanciato per prima nel 2014 l’idea rivelatasi vincente di un vero e proprio prodotto turistico legato alle festività natalizie, alla luce del successo e della crescita costante negli anni e di una edizione pilota nel 2017, trasforma l’immagine del Natale in una immagine di città. Nel solco del percorso avviato, Riccione Ice Carpet 2018-19 si pone in linea di continuità con il concept, gli allestimenti scenografici e l’immaginario tracciati nella prima edizione: il colore bianco continua a essere l’elemento dominante caratterizzando gli assi portanti del centro città, da viale Ceccarini a viale Dante, dalla pista di ghiaccio alle luminarie, dalle animazioni alle scenografie.

Gli allestimenti principali vedono protagonista viale Ceccarini che si trasforma in una galleria a cielo aperto costellata da una pioggia di piccole luci che avvolgono il verde dei pini marittimi e un bosco di piante e alberi. Ad accompagnare la passeggiata un sottile white carpet che si traduce in ice quando incrocia la pista di ghiaccio che attraverserà viale Dante fino all’arena degli spettacoli di piazzale Ceccarini. Il villaggio di Riccione Ice Carpet è votato allo shopping di qualità, rivisitato secondo le linee guida del format, per cui le casine tipiche saranno come lo scorso anno caratterizzate dal design balneare e proporranno articoli artigianali e prodotti enogastronomici d’eccellenza.

Lungo i due mesi di allestimento il villaggio inoltre ospiterà la Casa di Babbo Natale nella centralissima piazzetta del Faro – che sarà inaugurata il 1° dicembre con l’arrivo del personaggio più amato dai bambini e con i piccoli atleti del Festival del sole –  e verrà animato da spettacoli itineranti e performance. L’albero di Natale tornerà ad essere primo attore sul ponte del porto canale e l’8 dicembre sarà al centro di un grande spettacolo di luce e musica a cui prenderanno parte alcune barche storiche tra cui la mitica Saviolina, l’imbarcazione simbolo della città, ormeggiata sotto il ‘grande abete’.
L’inaugurazione di Riccione Ice Carpet, sabato 24 novembre alle 16.00, a cura dell’agenzia FMedia che ha realizzato anche la pista di ghiaccio, prevede un suggestivo spettacolo scenografico accompagnato dalle coreografie ed evoluzioni di un team di straordinari pattinatori.

 

RICCIONE ICE CARPET – GLI EVENTI

 

Fitto il calendario delle iniziative, degli eventi e degli appuntamenti che a partire dal giorno dell’inaugurazione e fino al 24 gennaio proporrà intrattenimento e spettacoli di grande qualità, con attenzione ad ogni età e target.

Radio DEEJAY firma i grandi eventi del Capodanno con il format DEEJAY On Ice, la winter edition di DEEJAY On Stage, consolidando sempre più la partnership con la città, con una programmazione costruita ad hoc per l’occasione, che andrà a interpretare la colonna sonora al centro delle feste scandendo il passaggio tra il vecchio e il nuovo anno. Saranno tre le date pensate dal team della radio per il pubblico di Riccione, il 30, il 31 dicembre e il 1° gennaio, un progetto totalmente nuovo modulato su più giornate e su tipi di pubblico diversi.
Domenica 30 dicembre, a partire dalle 20.30, piazzale Ceccarini ospiterà un concerto con i protagonisti della scena hip hop, rap e trap, un genere musicale di grande tendenza e con un seguito sempre più vasto. La sera di San Silvestro sarà invece caratterizzata da una nuova proposta di intrattenimento diffusa per la prima volta su tre location e tre palchi, tre proposte artistiche diverse (in viale Ceccarini, piazzale Ceccarini, ponte sul portocanale) con musica, performance, comicità e djset, sotto la ‘regia’ di Rudy Zerbi, anche lui come Linus ormai di casa a Riccione. Allo scoccare della mezzanotte andrà in scena il grande spettacolo dei fuochi d’artificio sulla spiaggia.
Il pomeriggio del primo gennaio torna invece l’appuntamento dedicato al pubblico dei giovanissimi e degli adolescenti e, sempre in compagnia di Rudy Zerbi e altri volti della radio, saranno sul palco di piazzale Ceccarini gli idoli dei ragazzi e delle ragazze, per un pomeriggio di musica e divertimento che si concluderà con i fuochi d’artificio dalla terrazza del Palazzo del Turismo.

E poi teatro, cinema, conferenze e incontri, sport e intrattenimento per i più piccini, fino al 23 gennaio, quando insieme al villaggio di Riccione Ice Carpet chiuderà anche l’evento speciale Fuori Sigep, un vero e proprio fuori salone organizzato a Riccione per i migliaia di partecipanti al 40° Salone internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione artigianali e Caffè in programma dal 19 al 23 gennaio alla Fiera di Rimini.
Riccione Ice Carpet incrocerà il suo cammino con La bella stagione dello Spazio Tondelli, il cartellone teatrale della città, curato da Riccione Teatro, a partire da domenica 25 novembre con lo spettacolo Coro di donna e uomo con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti.

Si prosegue venerdì 30 novembre con il Lungoviaggio di Irene Grandi e Pastis, il 7 dicembre con Francesco Mandelli, il 16 dicembre con Michele Di Giacomo e Alice Spisa, il 10 gennaio con Lorenzo Kruger, il 19 gennaio con Francesca Inaudi, per chiudere il 24 gennaio con Lodovico ‘Lodo‘ Guenzi e Alberto ‘Bebo’ Guidetti, voce e beatmaker de Lo Stato Sociale, che si confrontano con la parola scritta e con due mostri sacri della letteratura italiana indissolubilmente legati a Riccione: Italo Calvino e Pier Vittorio Tondelli.
Il teatro di Riccione inoltre propone un concerto per festeggiare il Natale e i cinquant’anni di un disco che ha fatto la storia della musica: domenica 23 dicembre sul palco dello Spazio Tondelli saliranno i Rangzen, tra le più celebri cover band dei Beatles, con il progetto evento unico White Christmas White Album e i capolavori del quartetto di Liverpool.

Villa Mussolini, terrazza sull’Adriatico anche in inverno, mantiene il suo ruolo di vetrina d’arte e sperimentazione grazie alla mostra Fra sonno e veglia di Mara Cerri (aperta fino al 6 gennaio) che espone a Riccione tavole celebri e favole per bambini, oltre ai film di animazione Sogni al campo e Occhi di vetro.
Oltre a proporre spettacoli di teatro, musica e mostre d’arte, il programma di Riccione Ice Carpet dedicherà ampio spazio anche agli amanti della lettura grazie alle attività, ai laboratori d’arte e alle letture animate promosse dalla biblioteca comunale, sempre più al centro della vita culturale della città, che affianca alla promozione della cultura l’attenzione per le nuove generazioni e le famiglie. Torna Dai cori al cuore, seconda edizione del programma di concerti con protagonisti voci e ensemble del territorio che si esibiranno in una rassegna di spettacoli nei luoghi storici di Riccione, dalle ville storiche, villa Mussolini e villa Franceschi, alle chiese e ai palazzi.

Riccione Ice Carpet si irradia infatti in tutta la città, con il Natale del Parco Oltremare, con le manifestazioni sportive, con i mercatini, le animazioni e gli alberi del progetto Green Christmas a Spontricciolo, Parco della Resistenza, Fontanelle e San Lorenzo. Inoltre domenica 2 dicembre è in programma un grande concerto gospel diretto dal maestro Alessandro Pozzetto, giovedì 6 dicembre il reading con Luigi Lo Cascio, il 9 dicembre le conversazioni d’arte con Luca Scarlini, il 15 dicembre il presepe vivente e dal 3 al 6 gennaio la danza urbana del Mc Hip Hop Contest, un palinsesto dunque in grado di rispondere ad un pubblico eterogeneo e alle diverse domande di divertimento.
Annunciati da tempo due grandi protagonisti del Riccione Ice Carpet 2018-19: Giovanni Allevi, sul palco del Palazzo dei Congressi per il Concerto degli Auguri del 29 dicembre, e Paolo Cevoli con il suo racconto della Bibbia il 26 dicembre. Dopo l’emozionante e indimenticabile live di Gino Paoli e Danilo Rea dell’edizione 2017, sarà Allevi, artista di fama internazionale, ad esibirsi in sala Concordia con l’Orchestra sinfonica italiana, un grande evento tappa dell’Equilibrium Tour in versione Christmas, una special edition natalizia dove, tra le date, brilla quella di Riccione.
Mercoledì 26 dicembre, Paolo Cevoli, già mattatore in occasione del 96° compleanno di Riccione, torna nella sua città nel giorno di Santo Stefano con lo spettacolo La Bibbia raccontata nel modo di Paolo Cevoli, una divertente e originale interpretazione del libro dei libri. Come da tradizione la mattina del 1° gennaio l’appuntamento da non perdere è quello con lo spettacolo degli intrepidi del primo tuffo dell’anno che ad ogni edizione richiama sulla spiaggia libera di piazzale Roma migliaia di spettatori e sempre più coraggiosi che decidono di sfidare le onde e il freddo. Tra questi torneranno gli harleysti di Riccione Chapter Italy con i loro fantasiosi travestimenti. Come sempre l’organizzazione è a cura della Cooperativa bagnini di Riccione.

Domenica 6 gennaio Riccione paese sarà come sempre il palcoscenico della Festa della Befana con animazione e dolcetti per tutti i bambini.

 

RICCIONE ICE CARPET – IL MANIFESTO

 

E’ lo studio grafico Drudi Performance a realizzare il manifesto di Riccione Ice Carpet 2018-19, un’immagine che mette a fuoco e in posa le tendenze della moda e dello street style, dove i tradizionali Babbo Natale e Befana diventano simboli cool, iconici e ironici, di un Natale contemporaneo. I due protagonisti sono un vero e proprio tableau vivant, racchiuso da una cornice dorata pop e giocosa che contiene un mondo di colori vivaci e spiritosi.

Tutti e due riccionesi d’adozione, lui è Antonio – Tony –  Leotta e lei è Kelly Joyce, così come Made in Riccione è il loro outfit, pensato su misura da Myamore, Block 60, Bop Sport. Lo scatto è di Marco Poderi Studio.

 

L’assessore al turismo Stefano Caldari: “Dopo aver tracciato la strada su cui è nato il prodotto turistico legato alle festività natalizie e aver ottenuto in questi anni ottimi risultati e un indiscutibile successo nella scorsa edizione, proseguiamo nello stesso solco del format 2017/2018 presentando un progetto di allestimenti e eventi lungo due mesi. La città continua a veder crescere il suo appeal in questo periodo dell’anno, ha raddoppiato le presenze turistiche, sono sempre più numerosi gli operatori che scelgono di stare aperti e aumentano anche le aziende che ci propongono partnership considerandoci una vetrina d’eccellenza. Pur mantenendo i tratti caratteristici del Natale la nostra è una proposta capace di sorprendere per creatività e originalità ed è questo che cerca chi sceglie Riccione, stupore e divertimento di qualità”.

 

Il sindaco Renata Tosi: “Siamo orgogliosi di presentare ancora una volta un’idea costruita insieme ai protagonisti della città, di mettere in risalto luoghi, arti, realtà associative, persone che interpretano la nostra identità valorizzandola. Questo è un fattore che amplifica l’intero senso del progetto, gli dà corpo e slancio e ci consente di raccontare e vivere Riccione nella maniera più autentica”.

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...