Cesena. Rocca Malatestiana: gestione ora affidata alla ditta ‘Agorasophia Edutainment’ di Lecce.

Cesena. Rocca Malatestiana: gestione ora affidata alla ditta ‘Agorasophia Edutainment’ di Lecce.
Rocca Malatestiana.16

CESENA. Sarà la ditta Agorasophia Edutainment Spa di Lecce a gestire la Rocca Malatestiana e il Parco della Rimembranza per i prossimi sette anni. A indicarlo la determina della Stazione unica appaltante dell’Unione Valle Savio, appena pubblicata sull’Albo pretorio del Comune, con la quale si sancisce l’aggiudicazione definitiva ed efficace dell’affidamento.
Si conclude così il percorso avviato nel gennaio scorso, quando, per individuare i nuovi gestori, fu pubblicato un bando  rivolto a operatori economici – non solo italiani, ma anche dell’Unione Europea -, in possesso di una specifica esperienza in materia di gestione di servizi culturali o museali.
Tre le imprese che hanno partecipato: oltre ad Agorasophia Edutainment, hanno presentato un’offerta la cooperativa sociale Domino di Pesaro e l’associazione Aidoru di Cesena, che ha gestito finora la struttura. Nel maggio scorso, al termine della prima fase di gara, dedicata al controllo della documentazione richiesta ai concorrenti, tutte e tre erano state ammesse.
A fine giugno la commissione giudicatrice si è riunita per valutare le proposte tecniche ed economiche dei concorrenti, individuando come offerta economicamente più vantaggiosa quella della ditta pugliese.  A quel punto si è aperta – come avviene normalmente per tutte le gare – la procedura di verifica delle attestazioni presentate dal soggetto vincitore, e nel corso di questi controlli è risultato incompleta la certificazione inviata dall’Agenzia delle Entrate di Lecce. Per questo (come si legge in determina) è stata richiesta ‘con nota del 30 luglio 2018 e successivi colloqui e comunicazioni e ripetute richieste di sollecito e riscontro alle missive’ l’opportuna integrazione della documentazione, indispensabile per procedere all’aggiudicazione.

Solo il 22 novembre è arrivata dall’Agenzia delle Entrate di Lecce l’attestazione richiesta, che ha permesso di concludere il percorso di assegnazione.
Proprio a causa di questo ritardo, non è stato possibile rispettare la tabella di marcia indicata dal Comune, che prevedeva l’avvio del nuovo affidamento a partire dal 17 settembre scorso. Così, allo scopo di evitare l’interruzione del servizio di apertura e di continuare a garantire la piena fruibilità della Rocca, era stato prorogato fino al 6 gennaio l’incarico del servizio di gestione all’associazione Aidoru.

COMMENTO. “Finalmente – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Cultura Christian Castorri – si è arrivati al termine di un percorso che, non per volontà del Comune, si è protratto oltre le previsioni.  Ora si apre una nuova fase, in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati con questo bando: individuare proposte all’altezza, soprattutto da un punto di vista qualitativo, per valorizzare ulteriormente la Rocca Malatestiana, che è uno dei luoghi simbolo della cultura cesenate. In attesa di incontrare i nuovi gestori, per delineare il piano d’azione, ringraziamo gli Aidoru per il lavoro svolto in questi anni, che ha sicuramente contribuito a rendere la Rocca uno spazio vivo”.

Ti potrebbe interessare anche...