Cesenatico. Giunge dal Trentino ‘l’abete ferito dal maltempo’ che illuminerà il Natale sul porto canale.

Cesenatico. Giunge dal Trentino ‘l’abete ferito dal maltempo’ che illuminerà il Natale sul porto canale.
foto albero Rilegno

CESENATICO.  Un bell’abete rosso di 10 metri che ha subito il trauma del maltempo che a fine ottobre ha colpito il Trentino e tutto il Nordest, è stato recuperato nel Comune di Tre Ville e ora illuminerà, con i suoi rami di nuovo verso il cielo, il Natale di Cesenatico.

Tutto questo grazie a Rilegno, il Consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi di legno, che d’accordo con l’Amministrazione comunale di Cesenatico e in collaborazione con il sindaco di Tre Ville, Matteo Leonardi, ha pensato al recupero dell’albero, ha organizzato il trasporto eccezionale fino in Romagna, lo ha rimesso in piedi e addobbato con le luci e le decorazioni in legno.
Tutto è pronto, dunque, per l’illuminazione dell’albero che avverrà domenica 2 dicembre, alle ore 17  in piazza Pisacane, in occasione dell’inaugurazione del Presepe della Marineria, alla presenza del sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli, del vescovo di Cesenamonsignor Douglas Regattieri e del presidente di Rilegno, Nicola Semeraro.

 COMMENTO. “Dopo l’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il Trentino e il nostro territorio boschivo ci è parso naturale – dichiara Nicola Semeraro, Presidente di Rilegno - pensando all’albero di Natale da donare alla città di Cesenatico, di andare a recuperare una delle migliaia di piante per farla diventare non solo un simbolo delle feste natalizie, ma anche un simbolo del ciclo della vita e della rinascita.
Perché il legno ha infinite vite. E lo sappiamo bene noi del Consorzio che siamo impegnati ogni giorno nel recupero e nel riciclo del legno. Quest’anno arriveremo a riciclarne quasi 2 milioni di tonnellate, garantendo al legno un nuovo ciclo di vita, generando nuova materia e quindi nuovi prodotti. Un modello quello del riciclo del legno che rappresenta un successo Made in Italy”.

“Quest’anno il nostro albero ha un valore aggiunto poiché, a seguito dell’eccezionale ondata di maltempo dell’ottobre scorso che ha colpito il Trentino, è stato recuperato e portato in Romagna per illuminare le nostre feste – dichiara il sindaco Matteo Gozzoli – . Desidero ringraziare Rilegno che si è occupato, con grande impegno, del trasporto e addobbi. Aspetto tutti, cittadini e turisti, domenica 2 dicembre dalle 17.00, accenderemo insieme le bellissime luci dell’albero e inaugureremo il Presepe della Marineria”.

Infine, anche quest’anno insieme all’albero ci sarà ilRilegno Ludobus’, la ludoteca itinerante con gli antichi giochi in legno riutilizzato, appartenenti a varie culture e a varie epoche, che tutte le domeniche fino al 6 gennaio, dalle 15 alle 17.30, coinvolgerà trasversalmente bambini e adulti.

 

 

 

 

RILEGNO: CHI E’ E COSA FA

Rilegno, nato a seguito del decreto Ronchi nel 1997, ha il compito di organizzare e garantire in tutta Italia la prevenzione, il recupero e il riciclo degli imballaggi in legno. In questi 21 anni la filiera gestita dal Consorzio è diventata un’eccellenza riconosciuta in tutta Europa. Rilegno ogni anno recupera il 63% degli imballaggi immessi al consumo, pari a 1.794.000 tonnellate nel 2017, e li trasforma principalmente in pannelli per realizzare mobili. Con i suoi 2.300 consorziati Rilegno promuove la cultura e l’innovazione ponendo l’Uomo al centro di un’economia circolare del legno verso un futuro sostenibile.

Rilegno fa parte del sistema CONAI, il consorzio privato senza fini di lucro costituito da circa 850.000 aziende produttrici e utilizzatrici di imballaggi che ha la finalità di perseguire gli obiettivi di legge di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio.

www.rilegno.org

Ti potrebbe interessare anche...