Rimini. Piste ciclabili: nel 2019 uno scatto in avanti per ampliare la rete ciclopedonale della città.

Rimini. Piste ciclabili: nel 2019 uno scatto in avanti per ampliare la rete ciclopedonale della città.
pista ciclabile via villagrappa

RIMINI. E’ un piano diffuso ed esteso quello che, in questo 2019, verrà attuato per ampliare la rete delle piste ciclabili nella città. Sono quattro gli interventi diversi che aggiungeranno più di 7 Km di piste ciclabili a quelle già realizzate, oltre alla riqualificazione di alcune piste già esistenti. Un’azione incisiva che si aggiunge agli oltre 2 km di pista ciclabile, già cantierizzata sulla via Coriano, che collegherà il Villaggio San Martino alla Statale 16.
Si conferma dunque il complesso lavoro di progettazione che in questi anni ha impegnato gli uffici della mobilità sostenibile. Con un cronoprogramma si sono fissate le date delle scadenze entro le quali dovranno partire i contratti con le ditte aggiudicatarie dei lavori. Il costo totale dei progetti in partenza è di €3.675.999,44  di cui € 2.153.076,33 ottenuti dai contributi della Regione e del Ministero.

Si tratta di quattro interventi ideati con una progettualità allargata a diverse zone del territorio, che consentiranno un’adeguamento funzionale della mobilità ciclabile in diverse aree sensibili della città come la via Flaminia, la via XX Settembre, il borgo San Giovanni fino al centro storico, il centro studi, l’ospedale , la via Roma , la via Coletti a San Giuliano Mare.
I progetti prevedono anche l’individuazione di altre azioni importanti, come le due ‘Zone 30′  che nasceranno contigue all’arteria della via Flaminia:  la Zona 30 Centro Studi e Zona 30 tra via Flaminia Conca, SS16 e via Flaminia. In particolare gli interventi di promozione della mobilità sostenibile in ambito urbano prevedono:

Progetto di potenziamento della rete ciclopedonale in via Roma, via U. Bassi, via Settembrini, approvato a settembre 2018 con un costo totale di € 700.000,00 di cui il 50 % a carico della Regione. I lavori verranno aggiudicati entro l’estate dell’anno in corso e il via al cantiere nei mesi autunnali.
Progetto per la realizzazione di un percorso ciclabile protetto su via E. Coletti, Il costo totale previsto è di  € 450.000,00. di cui € 200.000,00 a carico della Regione. L’aggiudicazione dei  lavori è prevista entro il 30 luglio prossimo per una consegna lavori prevista a ottobre 2019.

Progetto ‘Sicuri in bici e collegati alla città che rientra dentro il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente. L’intervento prevede la rifunzionalizzazione della pista ciclabile in via XX Settembre e in via Flaminia (nel tratto dall’intersezione con via Tripoli fino alla via Macanno) e la realizzazione di due Zone 30, in via Flaminia Conca e nel Centro studi Colonnella.
Il costo totale è di €  € 1.649.000 di cui € 989.176,72 con il contributo del Ministero. La data prevista per l’inizio dei lavori è fine estate 2019 e la sua completa realizzazione è febbraio 2020.

Completamento degli itinerari della Bicipolitana per una lunghezza totale di percorsi ciclabili e pedonali di 2,592 km. Sulle vie: Toscanelli, Coletti, F. Sforza; F. Graziani; Piazzale Cesare Battisti; Deviatore Ausa; Strada Statale 72 (da via della Gazzella a via Pomposa). La spesa prevista è di € 876.999,44, con un contributo regionale di € 613.899,61. La gara per l’aggiudicazione ed esecuzione dei lavori è prevista entro il 2020.

“E’ davvero un anno fondamentale il 2019 per la crescita della rete  delle piste ciclabili a Rimini – sottolinea l’assessore Roberta Frisoni -  in quanto verranno cantierizzati  4 interventi fondamentali che amplieranno  in maniera significativa e diffusa i percorsi protetti e sicuri per le biciclette e i pedoni.  Un impegno in cui l’amministrazione crede fermamente e che, anno dopo anno, sta mostrando i suoi risultati. Un’attenzione che è estesa in particolare alla sicurezza delle zone più sensibili come nel centro studi, l’asse di via Roma e di via Coletti, dove la riqualificazione di alcune strade e la realizzazione delle zone 30, renderanno più fruibile e protetto l’intero quartiere. Credo sia  importantissimo questo cambiamento culturale che è in atto da tempo e che conferma la crescente attenzione della città ai temi della sostenibilità ambientale e alla trasformazione delle nostre abitudini quotidiane di mobilità”.

Nella foto di repertorio, esempio di pista ciclabile.

 

Ti potrebbe interessare anche...