Valle del Rubicone. La prima volta di ‘Natura magica in poltrona’. Alla sala Allende di Savignano.

Valle del Rubicone. La prima volta di ‘Natura magica in poltrona’. Alla sala Allende di Savignano.
Ponte ROMANO SAVIGNANO sul RUBICONE

VALLE DEL RUBICONEForlivesi (Aigae): “Partiamo con 6 paesi dell’Emilia Romagna che hanno fatto rete ed imprese di ristorazione che per ogni serata daranno vita a cene locali con narrazione dei prodotti locali. Il progetto si chiama ‘Natura magica in poltrona‘ perché pensiamo a quelle persone con serie disabilità motorie con non possono andare in natura ed allora sarà la natura ad andare da loro. Potranno vedere borghi, ma parlare direttamente dal vivo con scrittori che raccontano il territorio, con artigiani, con musicisti e con artisti con chi vive quel territorio con chi ha fatto della natura la propria ragione di vita. Porteremo il Mondo, porteremo l’Italia a chi pensava di non poterli vedere mai!”.

Per la prima volta ‘Natura magica in poltrona’   inizia  giovedì 21 febbraio, ore 21, con prima tappa a Savignano sul Rubicone – Sala Allende.

PRESENTAZIONE. “Parte progetto pilota per raccontare l’Italia a chi non può viverla. In Emilia Romagna ben 6 comuni, ristoranti ed imprese ricettive, fanno rete per portare la natura, l’Appennino, il territorio italiano a chi non può raggiungere luoghi che sembrano inaccessibili.
Per portare il racconto dell’Appennino al teatro o al cinema. Non possiamo pensare che la natura non possa raggiungere tutti. Non possiamo pensare che l’ambiente, la Terra, i territori italiani non possano essere raccontati a tutti.
Pensiamo alle persone con serie disabilità motorie ad esempio che spesso non possono raggiungere determinati posti e che allo stesso tempo sognano di vederli, conoscerli di ascoltare il racconto dal vivo e fatto da chi quei territori li vive. Pensiamo anche a loro, soprattutto quando si tratta di bambini o di anziani. Noi ci siamo. Ed allora abbiamo ideato : ‘Natura magica in poltrona’ con documentari, video, testimonianze che racconteranno l’Italia, l’Appennino, la Terra”. Lo ha annunciato Roberto Forlivesi, guida ambientale escursionistica Aigae.

“E’ partita, per la prima volta in ItaliaNatura magica in poltrona‘, con il patrocinio dell’Associazione italiana Guide ambientali escursionistiche (AIGAE) e dei Comuni che hanno fatto rete.  Si tratta di un percorso itinerante, un’escursione virtuale lungo il territorio stando però in ‘poltrona‘, al teatro o al cinema. Poi al termine gireremo comune per comune e saremo semplicemente nelle principali sale dei territori. Inizieremo dall’Emilia Romagna  con l’intenzione di girare l’Italia ed essere poi ovunque.
Ad esempio da oggi, in Emilia Romagna basterà semplicemente raggiungere un posto accessibile a tutti nei paesi di Savignano su Rubicone, Gatteo, Roncofreddo, Borghi, Casteldelci, Sogliano al Rubicone, dove tappa dopo tappa racconteremo l’Italia  - ha proseguito Forlivesi – e lo faremo con documentari, scrittori, personaggi e testimoni, storie dal territorio, con film ed incontri sulla natura. Inizieremo con le terre del Rubicone. Un percorso itinerante che si svolgerà principalmente in teatri e sale cinematografiche, poi i ristoranti convenzionati ed aderenti al progetto ospiteranno cene a base di prodotti locali che verranno narrati da esperti e storici del posto.
Ed inoltre l’obiettivo è quello di creare aggregazione sociale durante mesi freddi, dando la possibilità alle persone, a tutti non solo di vedere documentari ma di incontrare dal vivo narratori, esperti dei territori e persone che hanno fatto della natura la loro ragione di vita, la loro professione o semplicemente la loro passione. Racconteremo i borghi, i versanti, l’Appennino e lo faremo dal vivo anche con aneddoti storici, letture e docu – film”.

 

La prima tappa di ‘Natura magica in poltrona’  è partita giovedì 21 febbraio, presso la sala Allende di Savignano sul Rubicone.  ‘Alea iacta est’ disse Cesare al suo passaggio sullo storico ponte di Savignano.

“ Alle ore 21, l’anteprima è consistito  nell’incontro con lo scrittore Francesco Vidotto, autore di ‘Fabro. Melodia dei Monti Pallidi‘. Dopo una lunga attività come manager d’azienda Vidotto ha scelto di dedicarsi esclusivamente alla scrittura – ha detto Forlivesi, guida AIGAE -  anche su suggerimento di Mauro Corona e Pupi Avati, tornando poi a vivere a Tai di Cadore, tra le Dolomiti. Ha pubblicato: ‘Il selvaggio‘ (Carabba 2005), ‘Signore delle cime’ (Carabba 2007), ‘Siro’ (Minerva 2011, premio Cortina d’Ampezzo per la letteratura di montagna).

A seguire  s’è esibito Andrea Branchetti , all’organetto diatonico,  e dopo la proiezione de ‘La montagna di Ilio‘ di Michele Coppari e Francesca Zannoni. Una storia quasi silenziosa, ambientata sulle Pale di San Lucano, nelle Dolomiti bellunesi, montagne selvagge, incredibili, vertiginose, ma rimaste nascoste.

Il 2 marzo, invece, l’ appuntamento è a Gatteo,  il 7 a Roncofreddo, il 14  a Borghi, il 28 a Casteldelci; mentre il 4 aprile ci si sposta aa Sogliano, con incontri diversi, nuovi, scrittori, personaggi e volti dal territorio ed altri meravigliosi docu – film sulla nostra Italia. I racconti, le musiche, le immagini di un Paese meraviglioso.

 

Il 2 marzo a Gatteo, presso loratorio di San Rocco – Ritratti di Michele Trentini: ‘Ritratti in malga’ con le storie, i volti, i borghi, del massiccio del Cesen. Non lontano dalle rinomate terre del prosecco alcune persone producono formaggi di qualità lavorando latte crudo presso piccole malghe un tempo attive su tutto il territorio.
Ma tante sono le storie.  Il 7 marzo a  Roncofreddo   vedremo  ‘Resina’  di Renzo Carbonera Italia 2017 .  La storia di una giovane violoncellista che  delusa dalla musica ritorna al suo paese di montagna e lo vedremo questo paesino. Ma le storie saranno molte e tanti i personaggi che daranno vita a questo percorso itinerante per raccontare la natura e l’Italia”.

‘Natura magica in poltrona’ è un progetto ideato da Roberto Forlivesi e Sergio Diotti.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...