Rimini. Notte rosa: divertimento ma anche solidarietà. Le offerte degli stand Ior con l’ Obiettivo Bellezza.

Rimini. Notte rosa: divertimento ma anche solidarietà. Le offerte degli stand Ior con l’ Obiettivo Bellezza.
Notte Rosa Rimini

RIMINI. Grande successo per l’appuntamento più importante dell’estate romagnola: la Notte rosa, evento giunto alla quattordicesima edizione che si è tenuto questo fine settimana sui 130 km del nostro litorale per un totale di circa 400 esibizioni gratuite.
Due milioni e mezzo le presenze giunte da ogni parte di Italia per un’incredibile serata di divertimento: e tra i tanti, c’è anche chi ha avuto un pensiero di solidarietà verso le persone che soffrono e che non hanno potuto prendere parte ai festeggiamenti perché impegnate nella loro personale battaglia contro il cancro.

A favore di questi ultimi, infatti, i volontari dell’Istituto oncologico romagnolo erano presenti in otto punti strategici di Rimini e provincia assieme ai professionisti di Obiettivo Bellezza by FORMart: a fronte di un’offerta minima di 5 euro, gli stand in questione offrivano a tutte le persone che hanno preso parte alla Notte rosa la possibilità di distinguersi nel look con tatuaggi temporanei glitterati, trucchi fluo e colpi di rosa ai capelli.
I ragazzi hanno dimostrato di apprezzare particolarmente il format dell’iniziativa: l’incasso è stato di circa 3.500 euro, che verranno appunto utilizzati a favore dei vari servizi di assistenza gratuita dei pazienti del territorio riminese.
Servizi come il Progetto Margherita, con cui lo IOR dona parrucche oncologiche di pregevole fattura alle donne sottoposte a chemioterapia per preservarne la bellezza; l’accompagnamento, per mezzo del quale le persone sole o che non hanno la possibilità di accedere in autonomia alle strutture ospedaliere si possono recare a sottoporsi alle terapie grazie ai volontari-autisti della no profit; o l’assistenza domiciliare, attività di grande sollievo e aiuto per le famiglie e gli affetti di chi ha un malato in casa.

 COMMENTO. “Per noi la presenza ad un evento come la Notte rosa era un po’ una scommessa – spiega il direttore generale IOR, Fabrizio Miserocchi – il luogo comune impone che chi partecipa a questo genere di festeggiamenti voglia esclusivamente divertirsi e preferisca non sentir parlare di questioni gravi come il tumore. Invece devo dire che il riscontro è stato tutt’altro che negativo: i ragazzi si sono dimostrati come sempre interlocutori attenti e sensibili.
Ringrazio FORMart, con cui abbiamo studiato un format che ben si adattava al contesto della serata e che ha dimostrato di essere apprezzato. D’altronde è un tema, quello della bellezza, che ci lega ai loro bravi professionisti: anche noi, con i nostri servizi, cerchiamo di preservare la femminilità delle pazienti, di modo che possano evitare di identificarsi con la malattia che le ha colpite e sentirsi allo stesso tempo più forti del cancro.»

“Siamo felici di aver dato un’impronta sociale alla Notte rosa 2019 lavorando a fianco dell’Istituto oncologico romagnolo – commenta Elisabetta Pistocchi, direttrice di FORMart e Obiettivo Bellezza – siamo contenti del risultato raggiunto ma guardiamo già avanti al prossimo appuntamento: il 13 luglio a Marina di Ravenna la nostra truccatrice Yenny Rosales animerà il beauty show organizzato insieme a Wellness Beach Moments, il cui ricavato andrà sempre a favore dello IOR».

 

 

Ti potrebbe interessare anche...