Faenza. Al Mei omaggio a ‘ mister Volare’, nell’anno in cui si ricordano i 25 anni dalla scomparsa.

Faenza. Al Mei  omaggio a ‘ mister Volare’, nell’anno in cui si ricordano i 25 anni dalla scomparsa.
Modugno download

FAENZA. Giordano Sangiorgi, patron del MEI – Meeting delle etichette indipendenti – in occasione del Tavolo della musica riunitosi per il Festival di  Sanremo  nei giorni scorsi in Rai a Roma, ha recentemente avanzato la proposta di dedicare il teatro Ariston proprio ad uno dei più grandi cantautori nella storia della canzone italiana, anche in previsione della 70° edizione del Festival della canzone italiana di Sanremo.

 Numerose sono state le adesioni all’iniziativa di Sangiorgi: sui social hanno già dimostrato il loro appoggio il cantautore, musicista e autore Franco Fasano il cantautore Edoardo De Angelis e gli artisti Tueff, Deborah Bontempi, Vittorio Bonetti, Gianni Davoli e tanti altri che si stanno aggiungendo.
La proposta è  nata durante l’ultima edizione del premio dedicato a Bruno Lauzi, da parte di una commissione di artisti, giornalisti e discografici che negli ultimi 40 anni ha scritto pagine importanti della musica di casa nostra: Carlo Marrale (musicista fondatore dei Matia Bazar), Alberto Zeppieri (editore e produttore), la giornalista Rosita Marchese e Alessandro Caruso (figlio del maestro Pippo Caruso).

 

COMMENTO. «Sarebbe un grande segno di rispetto e di innovazione e un meritato riconoscimento che ci auguriamo la Rai raccolga –  dice Giordano Sangiorgi, presidente della giuria del Premio Lauziperché’ farebbero entrare prima di ogni cosa la grande musica, il cuore e la passione nel segno del più grande Made in Italy musicale, già dentro la settantesima edizione del Festival di Sanremo ancora prima di cominciare».

Immagine rep.rio

 

Ti potrebbe interessare anche...