Faenza. Presentata la 25 esima edizione del MDEI, dal 4 al 6 ottobre. Ricca di eventi e di grandi ospiti.

Faenza. Presentata la 25 esima edizione del MDEI, dal 4 al 6 ottobre. Ricca di eventi e di grandi ospiti.
20190927_112612

FAENZA. E’ stata presentata alla Casa della musica di Faenza dal vice sindaco di Faenza Massimo Isola, dal patron del MEI Giordano Sangiorgi e dal cantautore Zibba, la 25 esima edizione del MDEI che si terrà  a Faenza dal 4 al 6 ottobre.La presentazione e’ avvenuta in contemporanea con l’avvio alla Casa della musica di Faenza del Workshop di residenza e formazione per Giovani artisti emergenti che si terra’ fino al 6 ottobre con i Giovani talenti della terra di Romagna che hanno vinto il contest del MEI supportato dalla Legge sulla musica dell’assessorato alla Cultura della regione Emilia Romagna: Argento, Balto, OOTB, Rosaspina, Silki e Lucertole .

COMMENTI. “Il MEI e’ una grande proposta artistica e performativa, una grande occasione di incontro tra le giovani generazioni della musica e coloro che hanno fatto l’innovazione musicale, vero elemento distintivo del MEI da ben 25 edizioni che l’ha fatto diventare un punto di riferimento nazionale del settore imprescindibile-  ha dichiarato il vice sindaco e assessore alla Cultura del comune di Faenza Massimo Isola-. Il MEI non e’ solo un festival musicale, ma è cambiamento e partecipazione dal basso” .

“Il MEI rafforza la sua centralita’ nella crescita e sviluppo delle nuove generazioni nell’ambito musicale con convegni internazionali, workshop, incontri, laboratori che si protranno durante i tre giorni dal 4 al 6 ottobre - ha  sottolineato Giordano Sangiorgi, storico patron del MEI-.  Insieme a questo ci saranno storici  artisti della scenda indipendente e giovani artisti emergenti che, dopo l’anteprima del 4 ottobre dedicata alle mostre e all’omaggio a De Andrè, si esibiranno sabato 5 ottobre per una grande Notte Bianca del MEI come Morgan e Negrita, Cristina Dona ‘ e Ginevra Di Marco, Riccardo Sinigallia, insieme a Giovanni Truppi, Tredici Pietro, Fulminacci, Viito e tanti altri mentre la odmenica pomeriggio si chiudera’ con Petra Magoni e Paolo Benvegnu’ in piazza del Popolo con gli Street Clerks e tante band emergenti mentre in altri incontri e presentazioni come Giuseppe Anastasi, Edoardo De Angelis, Mon, Panta, Cantori di Carpino, Francesca Fariello, Marlene Kuntz, Strike e tantissimi altri. Una kermesse “come ha dichiarato anche la Rai invitando il MEI al Tavolo sulla musica e Sanremo “ che rappresenta da sempre l’alternativa giovanile indipendente ed emergente ai tradizionali circuiti dei mainstream e dei talent tv”.

“Sono soddisfatto di aprire il MEI 25 -  ha dichiarato Zibba, storico artista amico del MEI da sempre fin dagli esordi e vincitore di un Sanremo Giovani e oggi affermatissimo autore di grandi canzoni e cantautore – e di farlo attraverso un workshop formativo che insegna ai ragazzi come fare e scrivere canzoni qui a Faenza, la capitale della musica indipendente, sara’ un grande lavoro”.

 

Nella : Giordano Sangiorgi patron del Mei, Massimo Isola Vice Sindaco di Faenza e e Zibba alla Casa della Musica di Faenza alla presentazione del MEI25 e del Workshop della Regione Emilia Romagna.

 

Ma ecco il  programma:

 

Il 4, 5 E 6 OTTOBRE A FAENZA (RAVENNA)

Tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana

  MEI 2019

Fatti di musica indipendente

Questi alcuni degli artisti premiati e che si esibiranno dal vivo:  

MORGAN, NEGRITA, CRISTINA DONA’ E GINEVRA DI MARCO, FULMINACCI, GIOVANNI TRUPPI, RICCARDO SINIGALLIA, TREDICI PIETRO, MARLENE KUNTZ, VIITO, MòN, PANTA, PAOLO BENVEGNU’, PETRA MAGONI, STREET CLARKS, LORENZO BAGLIONI, EDOARDO DE ANGELIS, CANTORI DI CARPINO, MARGHERITA ZANIN, MARCONDIRO, ROBERTA GIALLO, I TRISTI, LE COSE IMPORTANTI  e molti altri…

 

Il 4, 5 e 6 ottobre si svolgerà a FAENZA   la nuova edizione del MEI 2019 – Meeting delle etichette indipendenti, la più grande manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana e che quest’anno celebra i 25 anni dalla sua fondazione.
Per i festeggiamenti di un quarto di secolo di vita, il Mei prevede anche per quest’anno un programma ricco di eventi e grandi ospiti, che per tre giorni renderanno la cittadina di Faenza, nel centro storico, il fulcro della musica indipendente italiana.

 

GLI ARTISTI. Questi i nomi degli artisti e dei premi finora annunciati sabato 5 ottobre: a MORGAN il “Premio MEI alla carriera”, a GIOVANNI TRUPPI il “Premio PIMI 2019 come miglior artista indipendente”, a GINEVRA DI MARCO e CRISTINA DONÀ il “Premio Speciale MEI” per il loro progetto discografico, ai NEGRITA il “Premio RADIO Rai Live” per i loro 25 anni di carriera, ai VIITO il “Premio “MEI – Exitwell al miglior progetto indie”, a FULMINACCI il “Premio Giovani MEI – Exitwell per il miglior esordio indipendente dell’anno”, ai MARLENE KUNTZ il “Premio Ciampi per i 30 anni di carriera”, a “TREDICI PIETRO” il “Premio Hip Hop Mei”, a MARGHERITA ZANIN il “Premio speciale Indie Music Like” in collaborazione con L’Altoparlante, a IT’S UP 2U! il Premio MEI al miglior contest italiano” e ai MÒN Premio MEI – ExitWell al migliore gruppo indipendente 2019”.
Il Mei vuol dire anche concerti di qualità, all’insegna della migliore musica che il panorama artistico del nostro Paese offre attualmente, quindi non mancheranno diversi appuntamenti dal vivo ed esibizioni che animeranno il borgo faentino per tutto il weekend. Tra i performer confermati sono: i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Roma I TRISTI, i vincitori del Concerto del Primo Maggio di Taranto LE COSE IMPORTANTI, la pianista e compositrice GIUSEPPINA TORRE, i cantautori ROSMY e MARCO DI NOIA, il rapper PELIGRO, i PANTA, gli STRIKE che presenteranno in anteprima la riedizione in vinile di ”Scacco al Re“ (Anfibio Records) e i vincitori Mei Superstage 2018 MARCONDIRO.
Venerdì 4 ottobre alle 16 alla Galleria della Molinella in Centro Storico a Faenza grande apertura del MEI con le inaugurazioni di alcune mostre: Liscio, Gasato On The PopManifesti & Mirabilia dalla Collezione di Gianni Siroli, “I Manifesti”, curata dal collettivo Malleus e la mostra fotografica I 100 scatti big del MEI” a cura di Raffaele Tassinari. Sarà presentato la sera a Castel Bolognese anche il film “Prima che il gallo canti… il Vangelo secondo Andrea” presentato dal regista Cosimo Damiano Damato e si terranno le premiazioni dei principali artisti emergenti del territorio faentino.

 

Sabato 5 ottobre sarà la giornata dedicata alle ‘prime volte al MEI’: al Palazzo delle Esposizioni si terrà la prima Fiera del disco con presentazioni delle produzioni storiche degli Alunni del sole e del Napule’s Power con i Cantori di Carpino e farà il suo debutto alla Galleria della Molinella il primo convegno internazionale Digital Day, che vedrà la presenza di diversi attori del Digital Music Business; per la prima volta verrà, consegnato il Premio Ciampi, dedicato al grande cantautore Piero Ciampi di cui si celebreranno i 40 anni dalla scomparsa, ai Marlene Kuntz, per i loro 30 anni di carriera e per la prima volta si presentera’ con il cantautore Edoardo De Angelis, che celebra i 50 anni della storica canzone Lella, la presentazione di un Corso sui Cantautori del Novecento insieme al Liceo Torricelli – Ballardini di Faenza.
Come di consueto si terra’ per due giorni il MEI Music Lab, il primo workshop che prepara i giovani artisti sul mercato musicale, con ospiti come Danila Satragno e tanti altri nomi,  si svolgerà anche il Forum del Giornalismo Musicale, su idea di Giordano Sangiorgi, a cura di Enrico Deregibus, la consegna delle Targhe MEI Musicletter a cura del giornalista Luca D’Ambrosio, le finali di MEI Superstage e del Premio dei Premi, riconoscimento assegnato ad uno dei vincitori dei premi dedicati ai celebri cantautori scomparsi (Premio Pierangelo Bertoli, Premio Bindi, Premio Graziani – Pigro, Premio Pansieri, Premio Ciampi, Premio Bianca d’Aponte, Premio Fabrizio De André, Premio Bruno Lauzi, Premio Andrea Parodi, Premio Manente), ideato da Giordano Sangiorgi, presentato da Enrico Deregibus e dalla prima vincitrice del contest Roberta Giallo.

Sabato sera a Faenza ci sarà la Notte biancadurante la quale concerti e premiazioni animeranno tutta la cittadina. L’appuntamento principale è in piazza del Popolo, con i concerti di MORGAN e i NEGRITA. A condurre la serata sarà Lorenzo Baglioni, insieme a Radio Bruno. Tra gli ospiti in ci saranno anche Tolo Marton, per un approfondimento sull’Italian Blues, i Deschema, come miglior band autoprodotta all’ultimo Sanremo Giovani e tantissimi altri nomi che riempiranno la citta’ come i finalisti di Materiale Resistente 2.0 che vedra’ esibirsi i Nuju e tante altre band.

Domenica 6 ottobre dalle ore 15 ci saranno esibizioni e workshop nel centro storico di Faenza, per la grande chiusura del MEI. Ci sarà la finale del concorso MEI Superstage che porta sul palco le migliori novità emergenti del panorama indipendente insieme alle band del circuito della Rete dei Festival e le esibizioni dei vincitori del contest ‘Giovani talenti della terra di Romagna’: Balto, Argento, OOTB, Rosaspina, Silk e Lucertole e il palco centrale in Piazza del Popolo dalle ore 15 vedra’ la presenza prestigiosa come ospiti live di Paolo Benvegnu’, Petra Magoni e gli Street Clarks insieme a tantissime band emergenti presentate dalla Red & Blue per l’Uniweb Tour.
Verrà premiato anche il miglior videoclip dell’anno con il PIVI”, Premio Italiano Videoclip Indipendentecoordinato dal MEI con Fabrizio Galassi e Riccardo de Stefano, in collaborazione con Biennale MArteLive – Sezione Videoclip. Riceverà un riconoscimento anche il vincitore del contest Un racconto in pentagramma”, il concorso per racconti sulla musica in cinque righe quest’anno dedicato al tema “Quella volta al concerto”, a cura dello scrittore Cristiano Cavina. Infine, Piazza del Popolo sarà, come sempre, teatro di concerti e musica dal vivo.

 

Il MEI è la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax e tanti altri) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Brunori Sas, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le luci della Centrale elettrica, Motta, Dente, Colapesce, Cosmo e tanti altri). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma, solo per citarne alcuni.

Durante i suoi 25 anni di attività, il MEI, insieme a tutte le sue attivita’ live collaterali, ha registrato un totale di oltre 1 milione di presenze, la partecipazione di 10mila tra artisti e band dal vivo, 5 mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 i giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana.

Per ogni euro pubblico investito sul MEI la città di Faenza ha avuto un ritorno di 7 euro: il MEI è quindi anche un moltiplicatore economico e turistico unico sul territorio. Negli ultimi anni le presenze turistiche sono aumentate del 30%. Si tratta dell’unico festival non televisivo presente quest’anno al Tavolo della Rai su musica e Sanremo nel servizio pubblico radio e tivù.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...